OSCAR TUTTOBICI. VIVIANI TRIONFA E RADDOPPIA

TUTTOBICI | 20/11/2019 | 07:55
di Giulia De Maio

Elia Viviani spolvera lo smoking e si prepara ad essere la stella più fulgida della Notte degli Oscar tuttoBICI: venerdì sera a Milano, nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia, il campione veronese riceverà per la seconda volta consecutiva l'Oscar tuttoBICI Gran Premio Vittoria quale miglior professionista italiano della stagione. Undici successi stagionali, il nono posto nella classifica mondiale (dopo aver occupato anche il terzo a fine estate) e una continuità di rendimento invidiabile hanno portato il campione olimpico dell'omnium a Rio 2016 a precedere nella nostra classifica Diego Ulissi e Matteo Trentin.

«Vincere l'Oscar tuttoBICI per il secondo anno consecutivo... Non me l'aspettavo e ne vado orgoglioso. Ho raccolto vittorie di qualità e l'Oscar è la conseguenza di un rendimento costante. Qualche delusione c'è stata, come il Giro d'Italia e il rendimento nelle classiche, ma le soddisfazioni sono state molte di più».

Quali le più belle?

«Sicuramente la prima vittoria al Tour de France, che mi proietta nel ristretto gruppo dei corridori in attività che hanno vinto in tutti i grandi giri, e poi il titolo europeo. Ho scelto due successi nei quali il gioco di squadra è stato premiato. Ed è giusto così».

E c'è stato tempo anche per cogliere soddisfazioni in pista...

«Avevo bisogno di riprendere confidenza coi velodromi. Agli Europei ho conquistato il titolo nell'eliminazione ma ho deluso nell'omnium: è stato importante per capire che c’è molto da lavorare per provare a ripetere l’oro di Rio. io sono pronto a farlo perché a Tokyo mi batterò per conquistare tre medaglie. È un grande obiettivo ma io ci credo».

Prima però toccherà alla strada con una nuova maglia, quella della Cofidis.

«Una nuova avventura in un team che ha deciso di crescere e che ha creduto in me con tutte le sue forze. Tra qualche giorno ci troveremo per il primo raduno e disegneremo il programma della stagione che, almeno nella prima parte, sarà focalizzata sulle classiche. Poi Tour e Olimpiadi, ma non corriamo troppo...».

per conoscere la classifica finale e tutti i dettagli del Gran Premio Vittoria CLICCA QUI

ALBO D'ORO OSCAR TUTTOBICI PROFESSIONISTI

1996    Michele Bartoli
1997    Michele Bartoli
1998    Michele Bartoli
1999    Davide Rebellin
2000    Francesco Casagrande
2001    Davide Rebellin
2002    Paolo Bettini
2003    Paolo Bettini
2004    Damiano Cunego
2005    Danilo Di Luca
2006    Alessandro Ballan
2007    Davide Rebellin
2008    Davide Rebellin
2009    Damiano Cunego
2010    Vincenzo Nibali
2011    Michele Scarponi
2012    Vincenzo Nibali
2013    Vincenzo Nibali
2014    Vincenzo Nibali
2015    Fabio Aru
2016    Diego Ulissi
2017    Vincenzo Nibali
2018    Elia Viviani
2019    Elia VIVIANI

GIÀ PUBBLICATI

Esordienti I° anno - Franco CAZZARÒ

Donne Eordienti - Federica VENTURELLI

Esordienti II° anno - Thomas CAPRA

Donne Allieve - Francesca BARALE

Allievi - Edoardo ZAMPERINI

Donne Juniores - Sofia COLLINELLI

Juniores - Andrea PICCOLO

Miglior diesse - Davide BRAMATI

Under 23 - Giovanni ALEOTTI

Élite - Simone RAVANELLI

Donne Èlite - Marta BASTIANELLI

Maglia Bianca - Andrea VENDRAME

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il campione del Sudarica Ryan Gibbons ha vinto la prima tappa del Tour de France virtuale precedendo il canadese Pier-André Coté della rally Cycling e l'australiano Nick Schultz della Mitchelton-Scott, mentre Mathieu van der Poelè rimasto ai piedi del podio....


La neoprofessionista britannica April Tacey, portacolori della Drops, ha vinto la prima tappa del Tour de France virtuale precedendo in una ppassionante testa a testa la statunitense Kristen Faulkner (Tibco-SVB) e l'olandese Chantal van den Broek-Blaak (Boels-Dolmans). Tra le grandi...


Un filo di voce, ferma. Come una vita spezzata. «Sono a pezzi, non ho parole - spiega a tuttobiciweb Marco Velo -. Eravamo in mezzo alla campagna, dove il traffico in pratica non c'è. Avevamo proprio scelto la campagna per...


E' una di quelle decisioni che un organizzatore non vorrebbe mai trovarsi costretto ad assumere. Una scelta che diventa ancor più difficile e triste quando quell'organizzatore risponde al nome dell'appassionatissimo Giampietro Bonin e la corsa in questione è il 45° Gp Sportivi...


Il giovane talento belga Mauri Vansevenant ha firmato ufficialmente un contratto con la Deceuninck Quick Step fino alla fine del 2023 e dal 15 luglio sarà a tutti gli effetti un professionista. «Volevo concludere la scuola prima di questo salto,...


"Abbiamo appreso con sorpresa da fonti parlamentari del ritiro dell'emendamento al Decreto rilancio, depositato dall'On. Nobili in fase di conversione e finalizzato a introdurre alcune importanti modifiche al codice della strada: è una decisione che prende in contropiede il mondo delle...


Una tragedia, l'ennesima, che scuote il mondo del ciclismo tutto e va a toccare una delle figure più conosciute del nostro movimento, Marco Velo, braccio destro di Davide Cassani. Questa mattina ha perso la vita la compagna dell'ex professionista bresciano,...


Per il protocollo sicurezza varato dall’Uci e dal Direttore sanitario dell’organizzazione mondiale del ciclismo il Professor Xavier Bigard ai primi di maggio vale solo un punto: «il protocollo rimane dipendente dalle leggi e dalle misure locali e nazionali in vigore...


Nairo Quintana dovrà osservare due settimane di riposo assoluto dopo l'incidente di cui è stato vittima ieri, quando è stato investito da una vettura mentre si allenava insieme al fratello Dayer e a Cayetano Sarmiento. Colpito dallo specchietto retrovisore di...


Il motore FSA System HM 1.0 era stata una delle più belle sorprese di Eurobike e oggi la stessa FSA ne annuncia con entusiasmo l’avvio per la produzione di massa. Questo vuol dire che i produttori di telai e-road potranno...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155