OSCAR TUTTOBICI. THOMAS CAPRA CRESCE NELLA SCIA DI MATTEO TRENTIN

TUTTOBICI | 08/11/2019 | 07:55
di Giulia De Mao

L'Oscar tuttoBICI Esordienti 2° anno Gran Premio Uae Emirates va al trentino Thomas Capra. Il portacolori del Veloce Club Borgo, storica società nella quale sono cresciuti professionisti del calibro di Matteo Trentin e Andrea Pasqualon, ha preceduto nettamente il laziale Fedrico Amati del Team Logistica Ambientale e il brianzolo Matteo Fiorin della Fiorin System Cars. Il 14enne di Carzano (Trento) ha centrato ben 23 vittorie in stagione, tra le quali meritano una menzione speciale il titolo italiano su strada e quello dell’omnium sprint su pista.

Ne hai perse pochissime...
«L'anno scorso ero già andato bene, nel corso di questa stagione volevo migliorarmi. Ci sono riuscito e ne sono felice. Puntavo alle corse più importanti non al numero, invece ho vinto anche più che nel 2018. Posso ritenermi soddisfatto».

Con chi devi condividere questo premio?
«Con mamma Roberta, papà Domenico e mia sorella Alessia, che mi portano alle corse. Oltre alla mia famiglia devo ringraziare la squadra, a partire dall'allenatore Luca Tognon e dal presidente Stefano Casagranda».

Qual è il tuo terreno preferito?
«La salita, ma finora in gara non ne abbiamo affrontate di dure, vedremo dall'anno prossimo... Tra i campioni in attività mi pace molto Vincenzo Nibali, proprio per le sue caratteristiche, ma apprezzo molto anche atleti che provengono dalle mie parti come Trentin, che è cresciuto nella mia stessa squadra, e Daniel Oss».

Quanto ti diverte praticare ciclismo?
«Tanto perchè è uno svago. Da piccolo giocavo a calcio ma non mi piaceva perchè volevo fare tutto da solo. Quando ho provato con la bici mi è subito piaciuta. Ora sono consapevole che anche nel ciclismo il gioco di squadra è fondamentale, ma quando ho iniziato mi sembrava uno sport individuale, in cui la vittoria o la sconfitta dipendevano unicamente da me. A 5 anni mi sono presentato nella pista del team, volevo provare ma non avevo ancora l'età per gareggiare così per un anno intero ho fatto solo gli allenamenti finchè da G1 ho potuto attaccare il primo numero alla schiena».

Perchè un ragazzo della tua età sceglie di correre in bicicletta?
«Pedalare è un'ottima valvola di sfogo. Quando sono arrabbiato, un giro mi cambia l'umore. Per ora il sacrificio più grande che mi impone il ciclismo è il poco tempo da dedicare agli amici, ma fa parte del gioco».

Come ti immagini da grande?
«Voglio diventare un corridore professionista. So che la strada è lunga e dura ma ci proverò con tutto me stesso. Se non dovessi riuscire mi piacerebbe lavorare come fisioterapista. Intanto, nel dubbio, studio. Frequentano il Liceo Scienze Applicate Degasperi a Borgo Valsugana».

Per scoprire la classifica finale e tutti i dettagli del Gran Premio UAE Emirates CLICCA QUI

ALBO D'ORO ESORDIENTI II° ANNO

1997    Diego Barbetta
1998    Luca Amoriello
1999    Salvatore Dorio
2000    Marcello Pavarin
2001    Davide Bonomi
2002    Matteo Bugno
2003    Paolo Locatelli
2004    Antonio Viola
2005    Giuseppe Fonzi
2006    Gianni Bellini
2007    Eddy Scquizzato
2008    Niko Colonna
2009    Mattia Viel
2010    Gianmarco Begnoni
2011    Stefano Vettorel
2012    Alessandro Covi
2013    Tiziano Guglielmi
2014    Samuele Manfredi
2015    Francesco Della Lunga
2016    Francesco Calì
2017    Manuel Oioli
2018    Dario Igor Belletta
2019    Thomas CAPRA

GIÀ PUBBLICATI

Esordienti I° anno - Franco CAZZARÒ

Donne Eordienti - Federica VENTURELLI

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'eritreo Mulu Hailemichael ha vinto a Huye la seconda tappa del Tour du Rwanda. Il portacolori della Nippo Delko Provence, classe 1999, ha preceduto allo sprint il colombiano Restrepo della Androni Giocattoli - Sidermec e l'eritreo Biniam Girmay Hailu, anche...


Un altro podio in stagione e una vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec che nella seconda tappa del Tour du Rwanda ha visto chiudere al secondo posto Jhonatan Restrepo. Il colombiano dei campioni d’Italia conferma così il suo brillante inizio...


Sotto il sole degli Emirati, Mauro Vegni divide i suoi pensieri fra la corsa - della quale è direttore - e l'Italia. Stamane, prima della partenza della seconda tappa del Tour, il dirigente del RCS Sport ha spiegato: «La situazione...


Un cambio netto per lasciarsi alle spalle un 2019 avaro di soddisfazioni. Romain Bardet, dopo sette anni in cui si è concentrato esclusivamente sul Tour de France, ha deciso di puntare per la prima volta sul Giro d’Italia. Ecco perché il Tour...


Operazione antidoping dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria: fatta luce su una morte sospetta e smantellato un ingente traffico di anabolizzanti in palestre e nelle competizioni sportive; nove le misure cautelari personali, tra cui un forestale, e 20...


«Non è sempre facile essere me, ma i ciclisti... so­no masochisti». La bici è sofferenza, anche se sei un fenomeno. An­che se sei passato professionista a 18 anni e pronti-via hai sorpreso il mondo e te stesso vincendo fior di...


Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155