MONDIALI 2022. TRA GLI JUNIOR FA FESTA LA GERMANIA CON HERZOG
Sono 135,6 i chilometri da percorrere
Copyright © TBW
03:36
Da parte della redazione di tuttobiciweb vi ringrazio per aver seguito con noi la prova su strada della categoria junio che ha di fatto inaugurato le gare in linea. Vi diamo appuntamento tra poco meno di un'ora per la gara degli under 23
03:35
Abbiamo assistito ad una gara veramente incredibile combattuta fin dal primo metro. Peccato per la spedizione italiana che non è mai stata veramente protagonista della corsa
03:34
Dopo il bronzo nella prova a cronometro, Emil Herzog è il nuovo campione del mondo della categoria junior, Portogallo e Belgio completano il podio
03:33
Ecco il gruppo. E' Vlad Van Mechelen a prendere la medaglia di bronzo
03:32
Medaglia d'argento per Antonio Morgado
03:32
Ecco anche Matteo Scalco, il migliore degli italiani, 14°
03:31
Emil Herzog è campione del mondo!
03:30
Parte la volata, è un testa a testa tra i due
03:29
Herzog si mantiene davanti a fare l'andatura, sulla carta è lui il favorito
03:28
Ecco il gruppo, è volata nel plotone. Il bronzo è di Vlad Vab Mechelen
03:28
ULTIMO CHILOMETRO
03:27
Herzoc scatta quando mancano 1,5 km. Morgado è subito sulla sua ruota. Gli altri sono lontani, l'oro è ormai una questione tra questi due
03:26
2 chilometri al traguardo. Emil Herzog si sta rendendo protagonista di un'azione incredibile
03:25
Il resto del gruppo è a 30"
03:24
Morgado si rialza, si forma una coppia in testa alla corsa. 2,8 km al traguardo
03:23
Solo una manciata di metri di vantaggio per Morgado, 3,5 km al traguardo
03:22
Solo 10" di vantaggio per Morgado, Herzog sembra averlo nel mirino, riuscirà a riprenderlo?
03:21
5 km al traguardo, Herzog vede ormai Morgado
03:20
Herzog è lanciatissimo, in un amen stacca gli avversari e riduce il ritardo nei confronti del battistrada
03:19
E' sempre Herzog a provare a lanciarsi all'inseguimento del portoghese, impresa difficilissima
03:18
Morgado scollina, per lui 20" di vantaggio sugli inseguitori
03:17
Nel gruppo prova ad accelerare ancora una volta Herzog
03:16
Eccoci allo strappo di Mount Pleasant, Morgado sta letteralmente aggredendo la strada, sono ancora 24 i secondi di vantaggio
03:15
Terminato il lavori di Magnier, Jan Christen prova ad allungare
03:14
Intanto tra gli inseguitori sono rientrati altri corridori
03:13
10 km al traguardo
03:12
Ecco il primo dei due strappi, Magnier sta facendo un lavoro incredibile
03:10
12 km al traguardo. Morgado pedala con 30" sugli inseguitori, la strada inizia a salire
03:09
Cresce ancora il vantaggio di Morgado sugli 8 inseguitori
03:07
E' la Francia che può contare sulla superiorità numerica, a guidare l'inseguimento
03:06
Sale il vantaggio di Morgado che ora pedala con 18" di vantaggio. 15 km al traguardo
03:05
Sono 12 i secondi di vantaggio per il portoghese
03:04
Morgado passa da solo sotto il traguardo, inizia l'ultimo giro
03:02
Ricordiamo la composizione della testa della crosa: Jorgen Nordhagen (norvegia) Paul Magnier e Thibau Gruel (Francia), Vlad Van Mechelen (belgio), Emil Herzog (germania), Menno Huising (olanda), Antonio Morgado (Portogallo) Jan Christen (svizzera)
03:02
Riprova a scattare Morgado. Mancano 19 km
03:01
Eccoli ricompattati, davanti rimangono in 8
03:00
Solo una manciata di secondi di ritardo per Vlad Van Machelen, Menno Huising e Jan Christen
02:59
Da dietro provano a rientrare sul quintetto mentre Herzog accelera l'andatura
02:57
Con Herzog ci sono Antonio Morgado, Jorgen Nordhagen e i due francesi Paul Magnier e Thibaud Gruel
02:55
Nemmeno il tempo di prendere Morgado che Emil Herzog (Germania) si lancia in picchiata in discesa proprio come aveva fatto nel giro precedente. Mancano 24 km al traguardo
02:55
Sono a molti a pagare per questa accelerata, davanti sono in 5
02:54
Accelera ancora Huising, Morgado parte in contrattacco cercando di creare il vuoto
02:53
C'è grande selezione nel gruppo di testa che è praticamente decimato,
02:52
La strada sale e parte subito Menno Huising (olanda), dietro di lui si muovono Matys Grisel e Antonio Morgado
02:52
Problemi alla gamba per Jed Smithson che perde immediatamente contatto del gruppo
02:50
Accelera Grisel e poi riparte Morgado, lo il portoghese, vincitore del giro della lunigiana è particolarmente attivo in questa gara in linea
02:47
Riecco che la strada ricomincia a salire. Facendo qualche conto nel gruppo la Francia è ancora la squadra più rappresentata con 3 atleti, con 2 atleti troviamo invece repubblica ceca, portogallo, stati uniti ed estonia
02:45
Anche Matteo Scalco si riporta sul gruppo
02:44
Altri corridori rientrano nel gruppo mentre viene annullato il tentativo ci Eckerstorfer
02:44
La squadra meglio rappresentata è sicuramente la franca che può contare su ben 3 atleti
02:43
A 32 km dal traguardo sono 15 i secondi di vantaggio per il battistrada nei confronti degli inseguitori
02:42
termina anche il sesto giro, due tornate al termine
02:42
Eckerstorfer si lancia da solo all'attacco
02:38
Davanti si è fermato un plotoncino con 16 corridori: Jorgen Nordhagen (norvegia), Matys Grisel Paul Magnier e Thibaud Gruel(francia), Vlad Mechelen (Belgio) Emil Herzog (germania) Zachary walker (gran bretagna), Menno Huising (olanda) Frank Ragilo e Rmet Pajur (estonia) Antonio Morgado (portogallo), Jan Christen (svizzera), Pavel Novak (repubblica ceca) artem shmidt e viggo moore (Usa), Benjamin Eckerstorfer (austria)
02:36
Si ricompatta il gruppo, ma ricominciano subito gli scatti, c'è una grande Bagarre
02:33
Ecco Emil Herzog, uno dei grandi favoriti a lanciarsi in picchiata guadagnando un piccolo vantaggio sul gruppo
02:32
Ripresi i fuggitivi, il gruppo si lancia in picchiata in discesa
02:29
Ormai il gruppo è sulla testa della corsa
02:28
Nordaghen (Norvegia) ed Herzog (germania) sono i due atleti più attivi
02:26
Rieccoci sullo strappo, una nuova accelerata nel gruppo, il ritardo nei confronti della testa della corsa è sotto i 20"
02:24
Il gruppo si riporta sui contrattaccanti, nel plotone fa ora parte anche l'azzurro Matteo Scalco
02:21
Ritorna a piovere sulla corsa
02:19
Ricapitoliamo la situazione: davanti sono in 5 che pedalano con 25" su otto corridori, il gruppo è segnalato a 40". Ad attendere la corsa ci sono pero i due strappi che potrebbero ancora ribaltare la situazione
02:18
50 km al traguardo
02:17
Davanti i due americani stanno facendo un lavoro incredibile
02:15
Nuovo passaggio otto il traguardo, è terminato anche il quinto giro
02:14
Aumenta il vantaggio della testa della corsa
02:10
I fuggitivi hanno 15" sugli 8 inseguitori e 44" sul resto del gruppo
02:08
Ecco la composizione del gruppo degli inseguitori: Jorgen Nordhagen (Norvegia), Paul Magnier (Francia), Frank Aron Ragilo (Estonia), Antonio Morgado (portogallo), Milan Kadlec (repubblica ceca), Cameron Rogers (Australia), Samuel Novak (Slovacchia) e Benjamin Eckerstorfer (austria)
02:07
Ormai gli inseguitori vedono la testa della corsa, Eckerstorfer è il primo ad essere raggiunto
02:05
Un drappello di 5 corridori guadagna terreno sul gruppo, purtroppo sono lontani gli azzurri
02:04
Si ricompatta il gruppo, ma inizia subito lo strappo, nuovi tentativi di attacco
02:00
5 corridori provano a lanciarsi all'inseguimento dei battistrada: Frank Aron Ragilo (estonia), Antonio morgado (portogallo) Milan Kadlec (repubblica ceca) Caneron Rogers (australia), Samuel Novak (slovacchia)
01:56
65 km al traguardo
01:55
Sono Dario Igor Belletta e Matteo Scalco i due azzurri presenti tra gli inseguitori
01:53
E' invece staccato Joshua Tarling, uno degli atleti più attesi della corsa che è ormai provato dalla caduta di inizio gara
01:52
Ecco la situazione della corsa a 4 giri dal termine: Walker, Pajur, Novak, Shmidt, Moore ed Eckerstorfer pedalano con 22" su un gruppo in forte rimonta. Nel plotone ci sono anche degli azzurri azzurri
01:51
Siamo alla fine del quarto giro, è metà gara
01:49
Segnaliamo una cosa molto particolare: in testa alla corsa l'austriaco Eckerstorfer sta pedalando ormai da molti chilometri con seri problemi al manubrio, ma purtroppo per lui non c'è tempo di fermarsi
01:48
Dal gruppo si stacca un nutrito plotoncino, purtroppo non è presente nessun atleta azzurro
01:47
Il gruppo è allungato e sembra essere lanciatissimo all'inseguimento
01:46
Finalmente sulla corsa è ritornato il sole
01:45
Ricordiamo la composizione del sestetto di testa: Zachary Walker (Gran bretagna), Romet Pajur (estonia), Pavel Novak (repubblica ceca) Artem Shmidt e Viggo Moore (stati uniti), Benjamin Eckerstorfer (austria)
01:44
74 chilometri al traguardo, 34" di vantaggio per i 6 atleti al comando
01:39
Eccoci nuovamente sullo strappo mentre davanti al gruppo si è messa la lavoro la Germania
01:38
E' la Germania che prova ad organizzare l'inseguimento
01:36
In testa al gruppo si muove un atleta olandese
01:36
Sale ancora il vantaggio dei battistrada, siamo a 1'04", intanto il gruppo riprende Morgado
01:34
80 km al traguardo
01:33
Antonio Morgado resiste all'inseguimento con circa una decina di secondi di vantaggio sul gruppo
01:32
Davanti si va a tutta dandosi dei cambi regolari, aumenta il vantaggio nei confronti del gruppo che ora è di 52"
01:29
Sono 42 i secondi di ventaggio per i 6 battistrada
01:28
Antonio Morgado (portogallo) prova a lanciarsi in solitaria all'inseguimento della testa della corsa
01:27
Siamo nuovamente sotto il traguardo, è finito il terzo giro. 5 giri al termine
01:26
Alcuni atleti provano ad evadere dal gruppo, ma l'olanda cerca subito di chiudere il tentativo
01:25
Nel pancia del gruppo segnaliamo la presenza di tre italiani: Belletta, Scalco e gualdi
01:22
90 km al traguardo
01:21
Il gruppo è ad una trentina di secondi di ritardo
01:20
Ecco la composizione della testa della corsa: Zachary Walker (Gran bretagna), Romet Pajur (estonia), Pavel Novak (repubblica ceca) Artem Shmidt e Viggo Moore (stati uniti), Benjamin Eckerstorfer (austria)
01:19
I fuggitivi raggiungono la testa della corsa. 6 atleti davanti, ha perso contatto l'australiano Hamish Mckenzie
01:18
Aumenta la pioggia sulla corsa, bisognerà prestare molta attenzione soprattutto nei tratti di discesa
01:17
Viggo Moore è il primo a riportarsi sulla testa della corsa
01:15
Gli inseguitori ormai vedono la testa della corsa
01:14
Hamish Mckenzie, ora nel gruppo inseguitori, ha il completo strappato ed ha segni di escoriazioni, sono i segni della caduta del primo giro
01:13
Tra i cinque inseguitori, due, gli statunitensi, sono della medesima nazionale. Potrebbe essere un punto a loro favore
01:10
Abbiamo già assistito a delle cadute a causa del tracciato bagnato, sembra proprio che il mal tempo potrà condizionare la corsa
01:09
Ha iniziato a piovere sulla corsa
01:08
I battistrada pedalano con 30" sugli inseguitori e 50" sul gruppo
01:06
100 km al traguardo
01:05
Sono ora 5 gli inseguitori: Zahary Walker (Gran Bretagn) Artem Shmidt e Viggo Moore (stati uniti), Hamish Mckenzie (australia), Benjamin Eckerstorfer (austria)
01:03
Ecco la situazione all'inizio del terzo giro: davanti ci sono l'estone Romet Pajur e l'atleta della repubblica ceca Pavel Novak, staccati di 25" ci sono Viggo Moore (stati uniti), Benjamin Eckerstorfer (austria), poco dietro un altro drappello di corridori e poi il gruppo
01:02
Davanti resistono Romet Pajur e Pavel Novak che passano ora sotto il traguardo. inizia il terzo giro
00:59
Il gruppo è allungatissimo, si stacca un piccolo plotoncino che prova a lanciarsi all'inseguimento della testa della corsa
00:58
Siamo nel tratto di discesa e anche in questo giro il gruppo ne esce frammentato. Siamo a 106 km dal traguardo
00:57
Pajur e Novak pedalano con una ventina di secondi sul gruppo
00:53
Il gruppo è lanciatissimo e dimezza il vantaggio degli attaccanti. Davanti rimangono in due, si stacca infatti Daniel Lima
00:52
Molti gli atleti in difficoltà sugli strappi. Si stacca anche Giovanni Zordan
00:51
Siamo su uno degli strappi del circuito, il gruppo è allungatissimo
00:50
Sale velocemente il vantaggio del terzetto di testa, siamo già oltre i 40"
00:49
Davanti si ferma un terzetto: Romet Pajur (estonia), Daniel Lima (portogallo), Pavel novak (repubblica ceca)
00:48
C'è bagarre in gruppo, un atleta della formazione estone e un portoghese provano a lanciarsi all'attacco
00:47
Joshua Tarling, recentemente campione del mondo a crono, rientra in gruppo. Precedentemente era stato coinvolto in una caduta
00:45
Viene annullato il tentativo di Shmid e Morang, il gruppo ritorna compatto
00:44
Registriamo il ritiro dello svizzero Ilian Alexandre Barhoumi
00:43
La gara junior è da seguire con molta attenzione perchè è la prima corsa in linea di questa edizione del mondiale. Grazie a questi ragazzi abbiamo la possibilità di conoscere il circuito che sarà protagonista in questi giorni di gara
00:42
Ci arrivano intanto i primi dati sulla media della corsa. Il primo giro è stato percorso con una media di 42,430 km/h si prospetta una gara molto veloce
00:41
Davanti provano ad avvantaggiarsi il lussemburghese Mil Morang e lo statunitense Artem Shimidt
00:40
Ecco il primo passaggio sotto il traguardo, 7 giri al termine
00:39
Siamo all'ultimo strappo del circuito che fa entrare il gruppo nell'ultimo chilometro. Intanto due atleti provano ad evadere dal gruppo
00:37
Davanti sono rimasti una sessantina, intanto diversi atleti stanno rientrando. Anche alcuni azzurri stanno recuperando nei confronti del gruppo
00:36
Siamo a 123 km dal traguardo
00:34
La caduta è stata causata sicuramente dal tracciato bagnato, tre gli atleti coinvolti, oltre a Tarling ci sono un atleta olandese ed un belga che sembra aver subito le più gravi conseguenze
00:33
Intanto davanti i ragazzi non si sono di certo fermati e si stacca un piccolo plotoncino sotto la spinta di un atleta portoghese
00:32
Caduta in gruppo proprio nel tratto di discesa: sono tre gli atleti finiti a terra, c'è anche Joshua Tarling (Gran Bretagna) il vincitore qualche giorno fa della prova a cronometro, era uno degli atleti più attesi della giornata
00:31
Siamo solo al primo giro eppure lo strappo ha già fatto selezione, il gruppo è davvero allungato e molti hanno già perso contatto
00:30
Si tratta di uno strappo strutturato in due parti, giunto in cima un tratto di ripida discesa che sarà molto pericolosa in caso di pioggia. Lo scollinamento è posto a circa 8 km dalla linea del traguardo
00:28
Subito dopo inizia lo strappo successivo, poco più di 1 km, ma con punte di oltre il 10%. Molti corridori sono già in difficoltà
00:27
Siamo sul primo strappo di giornata posto a circa 5 km dopo il via ufficiale
00:27
Il gruppo si riporta su Martin Jurik che non è mai riuscito a guadagnare più di una decina di secondi sul gruppo
00:26
In questo primo tratto la corsa affronta un tratto già visto nelle prove contro il tempo
00:25
La corsa sarà strutturata interamente in circuito di cui verranno percorsi 8 giri
00:23
Segnaliamo che tra i convolti nella caduta c'era anche l'italiano Belletta che è prontamente ripartito senza particolari problemi
00:22
Si tratta dello slovacco Martin Jurik
00:21
Ecco il primo attacco. Un atleta solitario prova ad uscire dal gruppo
00:20
Caduta nell'ultima parte del gruppo, diversi corridori coinvolti che sembrano però tutti ripartire
00:19
SI parte subito a tutta. I ragazzi non vedevano proprio l'ora del via ufficiale
00:18
PARTITI! E' ufficialmente iniziata la prova mondiale in linea della categoria junior
00:15
I ragazzi iniziano il breve tratto di trasferimento, tra poco verrà dato il via ufficiale
00:14
Un meteo non tra i migliori per la gara junior, ci sono nuvole minacciose all'orizzonte. Proprio durante la presentazione delle squadre ha piovuto, i ragazzi troveranno la strada bagnata
00:13
L'Italia si schiera al via con Dario Igor Belletta, Simone Gualdi, Federico Savino, Matteo Scalco e Giovanni Zordan.
00:12
Comincia presto la giornata qui in Australia, sveglia antelucana per i 108 ragazzi che si sono già schierati sulla linea di partenza e sono pronti ad affrontare una prova di 135,6 km, vale a dire otto giri del circuito iridato.
00:11
Cari amici che siete in Italia, buonanotte. E benvenuti naturalmente all'appuntamento con la prima gara in linea del mondiale 2022, quella degli juniores maschi.
00:10
DIRETTA A CURA DI GIORGIA MONGUZZI

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sono ben dodici le gare che vanno a comporre il nuovo mosaico dell’Adriatico Cross Tour 2022-2023: arrivano a dieci le edizioni del circuito di ciclocross che mette in vetrina il meglio del movimento ciclistico autunnale ed invernale con le storiche...


Andrea Piccolo ha corso la Coppa Agostoni con la testa e con il cuore, ha lottato davanti alla corsa dimostrando ancora una volta di essere pronto per vedersela tra i grandi e di starci davvero bene. Tra i fuggitivi che...


Sorride Sjoerd Bax, sorride sul podio e continua a farlo anche quando, seduto al tavolo della conferenza stampa, in tanti gli chiedono gli autografi. I primi autografi da vincitore della Coppa Agostoni. «Non ho ancora realizzato ciò che ho fatto...


Il padrone del Tour è tornato! Jonas Vingegaard trionfa nella terza tappa del Croazia-Race, da Sinj a Primošten con arrivo in salita. Il danese della Jumbo Visma detta la sua legge sulla ripida ascesa finale verso Primosten dove supera il...


Firma olandese sull'edizione 2022 della Coppa Agostoni con Sjoerd Bax che ha battuto in volata il gruppetto di nove fuggitivi che si è giocato la corsa. Il portacolori dell'Alpecin Deceuninck è stato bravissimo a sfruttare l'appoggio di Alejandro Valverde che...


Torna l'appuntamento con RadioCorsa questa sera alle 18.50 su RaiSport HD: Davide Bramati, diesse QuickStep, sarà chiamato a spiegare dove può arrivare Remco Evenepoel dopo la vittoria iridata. E poi l'intervista a Vincenzo Nibali alla vigilia del Lombardia, vedere...


Grande appuntamento domenica 2 ottobre alle 14.30, con la diretta streaming su Tuttobiciweb e CiclismoLive del Piccolo Giro di Lombardia, 94^ edizione della classica Under 23 che dal 2010 parte e arriva a Oggiono. E che dall'anno scorso viene trasmessa...


UAE Team ADQ mette a segno un altro importante colpo di mercato per la stagione 2023. La giovane velocista italiana Chiara Consonni ha firmato un contratto di 2 anni con la prima squadra di ciclismo professionistico femminile degli Emirati Arabi...


Scatta oggi il Trittico Lombardo ma la Coppa Agostoni Giro delle Brianze può essere considerata a tutti gli effetti come la prima prova del gran finale di stagione che avrà l'Italia come protagonista. per seguire la cronaca diretta dell'intera corsa...


Kevin Colleoni sogna e cresce in seno alla Bike Exchange Jayco imparando e migliorandosi corsa dopo corsa. Ora che siamo quasi agli sgoccioli della sua seconda stagione nel team australiano possiamo dire con certezza che è cresciuta ancora e come...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach