UCI. La Panne e Schelderprijs vogliono il WorldTour

PROFESSIONISTI | 14/04/2015 | 09:19
Della riforma del ciclismo, per il momento, si sono perse le tracce. E l'impressione crescente è che tutto possa continuare così perché il WorldTour non è più appetibile per le squadre (quest'anno son 17 e non 18 e alcune di queste hanno davanti a sé un futuro poco chiaro, anche se potrebbe esserci almeno una new entry) e perché la famigerata Seconda Divisione promette di avere costi troppo alti per quasi tutte le formazioni che oggi militano tra le Professional.
Di contro, però, il WorldTour fa gola alle corse: gli organizzatori belgi della Tre Giorni di La Panne («È incredibile che il Belgio non abbia una corsa a tappe nella massima divisione» ha detto l'organzzatore Johan Van Hecke) e quelli della Scheldeprijs (sotto la spinta della Federazione Belga) hanno infatti avanzato ufficialmente la loro candidatura alla massima divisione mondiale, complicando decisamente i piani dell'Uci.
Entrambe le prove, infatti, si svolgono durante la settimana e non nel weekend come invece vorrebbe la riforma e nessuna delle due vuol cambiare la propria data tradizionale: La Panne è al centro della Settimana Santa del Belgio, mentre la Scheldeprijs è il passaggio naturale tra Fiandre e Roubaix.
Alle porte del WorldTour stanno inoltre bussando altre corse come il Giro della California (in programma a maggio), il Tour de Langkawi (a marzo) e la corsa di Londra (ad agosto) la cui presenza complicherebbe il piano tanto decantato di evitare sovrapposizioni di gare. Senza contare le gare che si disputano nella penisola arabica che, se lo volessero, avrebbero sicuramente il via libera da parte del ciclismo mondiale.
Il puzzle si fa sempre più complicato e l'impressione è che la riforma sia di fatto sempre più lontana.
Copyright © TBW
COMMENTI
14 aprile 2015 10:31 BARRUSCOTTO
A QUANTO PARE IL CICLISMO E BEN VIVO A GIUDICARE DALLA FOLLA SULLE STRADE VEDI ROUBAIX ECC. E DELLE CORSE CHE AUMENTANO O LETTO CHE NEL 2016 E IN CANTIERE IL GIRO DI ARGENTINA E IL GIRO DELLA GERMANIA SOLO I GIORNALI ITALIANI NON SE NE ACCORGONO MA PER FORTUNA ABBIAMO INTERNET CON MIGLIAIA DI SITI SOPRATUTTO TUTTOBICIWEB MILLO

14 aprile 2015 13:53 Tarango
Ecco, ci manca solo il Tour de Langkawi. Intanto per il mitico Giro dell'Emilia, corsa che ha visto vincere solo campioni, manco la diretta tv.

tarango
14 aprile 2015 22:49 Monti1970
Il giro Dell'EMilia è in Italia...
per barruscotto; per avere visibilità bisogna andare in diretta TV e su certi canali. Internet non conta, come visibilità perché in rete trovi di tutto

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tornano i soliti problemi legati alla sicurezza stradale. Purtroppo non si può mai stare tranquilli perchè l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Spiacevole disavventura quella che è successa a Linus in bicicletta. Il popolare direttore di Radio Deejay è finito sul...


Un atto d'amore, l'ennesimo, verso il ciclismo, per coloro i quali hanno reso grande questo sport. Un gesto d'amore, di riconoscenza e di fratellanza, verso un uomo che per Ernesto Colnago è stato un caro amico. «Ci si vedeva di...


Il casco Giro Manifest Sferical è l’ultima novità destinata al mondo off-road che sfrutta la Spherical™ Technology creata in partnership con MIPS®, una particolare tecnologia in cui le due calotte sovrapposte e connesse in maniera elastica hanno il difficile compito di gestire al meglio gli...


Il Gruppo Sportivo Emilia è ormai pronto alla ripartenza e, proprio in questi giorni si stanno definendo tutti i dettagli organizzativi degli appuntamenti in programma. Gli impegni dell’ente organizzatore bolognese si apriranno martedì 18 agosto con il Giro dell’Emilia Granarolo...


Per vedere all’opera la Gazprom-Rusvelo “italianizzata” abbiamo dovuto aspettare qualche mese in più del previsto, ma ormai ci siamo quasi: un paio di settimane e al Sibiu Cycling Tour si riaccenderanno i fari sulla stagione 2020. I tifosi italiani avranno...


Nel mirino ha messo Strade Bianche, Milano-Torino, Milano-Sanremo, Gran Piemonte e Il Lombardia e per preparare l'assalto alle classiche taliane Mathieu van der Poel ha scelto la Romania e il Sibiu Cycling Tour, corsa che scatterà il 23 luglio. La...


Approdato al Wolfpack nel 2019 quando è diventato professionista, il danese Mikkel Honoré prolunga di un anno il suo contratto con il team e resterà alla Deceuninck - Quick-Step almeno fino alla fine del 2021. «Dopo il mio primo...


Diciottenne torinese di San Dalmazzo, frazione di None, Eleonora Camilla Gasparrini è una delle più promettenti cicliste italiane. Già pluricampionessa nazionale nelle categorie giovanili, lo scorso anno - il suo primo tra le Junior - si è messa particolarmente in...


Dopo la sosta forzata dettata dall’emergenza Covid-19, il mercato delle bici è ripartito con più forza di prima e, grazie anche agli incentivi, sta vivendo un momento straordinario. Le E-BIKE si stanno imponendo come le nuove regine del mercato in...


Tutto pronto per il prossimo progetto estivo di Wilier Triestina e dell’ultracyclist Omar Di Felice. Dopo aver attraversato il Deserto del Gobi in inverno ed essere rimasto bloccato in Mongolia a causa dell’emergenza sanitaria mondiale dovuta alla pandemia da Covid-19, una...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155