ANDRONI. Sidermec secondo sponsor "ad interim"

PROFESSIONISTI | 09/03/2015 | 10:49
Sono ben note la stima e fiducia reciproca che legano Pino Buda e Gianni Savio. Sponsor da molti anni delle squadre gestite dal manager torinese, il Patron della Sidermec - che è stato definito da Savio un gentiluomo di stampo antico e mentalità moderna - ha sempre sostenuto la squadra concretamente e moralmente.
L'impegno di Pino Buda è stato ancora una volta determinante a seguito delle inadempienze del secondo sponsor, il Venezuela. L'industriale romagnolo si è dichiarato disponibile quale secondo sponsor "ad interim" della squadra.
Grazie a Pino Buda, all'attuale pool di sponsor e alle altre aziende che Gianni Savio sta inserendo nella squadra, il team continua ad essere lanciato verso nuovi traguardi con la determinazione e l'entusiasmo di sempre.
Copyright © TBW
COMMENTI
9 marzo 2015 11:33 BARRUSCOTTO
GIANNI SAVIO E UNA PERSONA MOLTO SERIA BASTA PARLARE CON LUI PER CAPIRE MI DISPIACE DI QUESTO INCONVENIENTE MA VI RICORDATE CHE PARLAVA DI FARE UN TEAM WORDT TOUR CON SPONSOR IL VENEZIELA NEL 2015 SI E FIDATO TROPPO DEI VENEZUELANI

due persone importanti
9 marzo 2015 12:15 giusette
Savio e Buda, grazie a loro il ciclismo è ancora passione. Alla luce di quanto reso pubblico da Savio, gran capo di azienda, chiunque potrà apprezzare la chiarezza e la sincerità di un manager che merita stima e rispetto. Apprezzabilissimo, soprattutto, il gesto di Pino Buda, una persona importante per il movimento ciclistico e in questo momento per la squadra, con il suo sostegno economico. L'augurio più sincero per una stagione ricca di soddisfazioni, confidando che il Venezuela possa rispettare gli impegni assunti.


9 marzo 2015 12:17 Melampo
Il Venezuela sta attraversando decisamente un momento negativo: ha una crisi economica spaventosa, con una inflazione del 68 % circa, per questo il potere d'acquisto precipita, il mercato nero impazza. Per dare l'idea, 100 bolivars (moneta locale) valgono un dollaro statunitense. Lo stipendio medio vale circa 50 $, un chilo di carote viene venduto a circa 15 $. In tutto questo scenario, a cui si aggrava il fatto del crollo del prezzo del petrolio, prima economia del paese, penso che il ministero dello sport abbia ben altro a cui pensare. Sono i rischi che si corrono a fare affari con certi paesi. Chi li fa, lo deve mettere in conto.

Penso proprio che Gianni Savio non vedrà un centesimo bucato di quei soldi.

Dispiacerebbe per gli atleti ed il personale, ci fossero delle ripercussioni economiche per la squadra.

grande impresa
9 marzo 2015 15:15 giusette
Al di là del fatto che Savio veda o non veda nemmeno un centesimo bucato (non sarei così pessimista, credo che il Venezuela non farà un figuraccia e seppure in ritardo onorerà l'impegno) resta il miracolo fatto da questo grande appassionato di ciclismo e indiscutibile manager, capace di ottenere sostegno economico e attenzione da altri sponsor anche in assenza di un sostegno importante come quello venezuelano. Di questi tempi non è da tutti ottenere fiducia da vecchi e nuovi sposnor, e questo va apprezzato ed elogiato. Credo che questa sua impresa valga quanto dieci vittorie di tappa al giro d'italia per il signor Savio. Di conseguenza ritengo che non ci saranno ripercussioni per il team, grazie anche al sostegno del signor Sidermec, quel grande Pino Buda al quale il movimento ciclistico in generale deve moltissimo.

@giusette
9 marzo 2015 15:50 Melampo
Per quanto riguarda il team, mi auguro anch'io vivamente che non ci siano ripercussioni, in particolar modo per il personale, che è di solito sempre il primo a soffrirne di più.

Per il pagamento da parte del Venezuela, la mia esperienza mi dice che il buon Savio può mettere tranquillamente il credito vantato tra gli "inesigibili" ...

Melalampo.
9 marzo 2015 18:03 Bastiano
Forse hai ragione su tutto ma, non capisco quell'accenno di acredine verso un manager al quale tutto il settore deve solo dire una parola: GRAZIE!!!!
Spero che tutto si superi per atleti, personale e manager.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C’è un altro Vincenzo Nibali. Stessa latitudine e stesso accento. Stessa fame, dentro, e stesso fuoco, fuori. Stessa passione e stessa voglia. Stessa forza e stessa energia. Stessa modestia, terra-terra, forse anche stessa timidezza, almeno di partenza. E stessa devozione...


L’unico responsabile è Antonio Bertinotti. Tra accertate prescrizioni e assoluzioni è l’ex sindaco di Arona, anima e deus ex machina della Ciclistica, l’unico degli imputati del processo per le sponsorizzazioni gonfiate nelle gare di ciclismo a finire condannato. Il giudice Rosa...


A Cesena chi va a lavorare in bicicletta viene ricompensato: 25 cent a chilometro per un massimo di 50 euro al mese, con tanto di app che verifica il percorso. A Collegno una rete di piste ciclabili connette il territorio...


Quelli del Colnago Cycling Festival si stanno dimostrando NUMERI DA RECORD e confermano che questa è una manifestazione che sta diventando sempre più forte.   In occasione di entrambe le aperture di iscrizioni si sono registrati numeri da capogiro: il 4 ottobre 1.000 pettorali sono...


Il ciclismo brianzolo ha celebrato le sue eccellenze. Con una festa organizzata presso il Palazzo Terragni di Lissone il Comitato Provinciale di Monza e Brianza della Federciclismo, presieduto da Marino Valtorta, ha premiato gli atleti, le società e alcuni “addetti...


"Questo appuntamento rappresenta la storia del ciclismo. E' una bella iniziativa nata in un'area geografica che con il nostro sport ha un legame speciale e che lancia messaggi importanti per la sua crescita". A sottolinearlo è stato oggi il consigliere...


Luca Cibrario fra gli élite-under 23, Andrea Damiano (juniores), Andrea Conti e Filippo Borello (allievi), Milo Marcolli (esordienti), Nicoletta Bresciani (donne élite), Giulia Bertoni (junior), Martina Sanfilippo (allieve), Asia Rabbia (esordienti) hanno vinto, nelle rispettive categorie di appartenenza, il ciclocross...


Festa dello sport e della solidarietà ed ancora una volta grande successo per la Pedalata Telethon sulle strade della Versilia organizzata dal Pedale Pietrasantino presieduto da Alfredo Bertellotti con la collaborazione di Marco Giannelli delegato da Fondazione Telethon-UILDM (Unione Italiana...


Si è chiusa con un ottimo quinto posto assoluto l'avventura in azzurro alla Sei Giorni di Gand di Jacopo Cavicchioli e Filippo Ferronato.I due ragazzi del Cycling Team Friuli, convocati per l'occasione dal ct azzurro Marco Villa, hanno ben figurato nelle...


Sempre più affollati gli incontri formativi del progetto “Sicuri in Bicicletta” l’iniziativa della Federazione Ciclistica Italiana e della Fondazione ANIA in collaborazione con la Polizia Stradale ed il MIUR. La conferma si è avuta in occasione del quarto appuntamento, quello...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy