TOTA 2024, AUGUST IL PIU’ GIOVANE IN CORSA: «È UNA COSA A CUI CERCO DI NON PENSARE TROPPO»

PROFESSIONISTI | 19/04/2024 | 08:10
di Federico Guido

La figura di Andrew August non passa inosservata. Minuto, agile e dai lineamenti che non mascherano affatto la sua giovane età, quello della classe 2005 di Rochester è un profilo che non può non spiccare fra la silhouette imponente di Filippo Ganna e quella navigata di Geraint Thomas, suoi compagni a un Tour of the Alps dove la Ineos-Grenadiers (squadra in cui è passato professionista da quest’anno) si è schierata al via con più di qualche ambizione.


Andrew è chiamato ad alimentarle mettendo in campo quelle qualità che hanno convinto la formazione britannica a firmarlo fino al 2026, un periodo dove il giovane statunitense è chiamato a crescere, prendere confidenza con il mondo professionistico e cercare di migliorare passo dopo passo. I primi August li ha fatti questa stagione venendo subito buttato nella mischia in corse infernali come la Parigi-Roubaix e altre impegnative come il Tota, entrambi eventi questi a cui, coi suoi 18 anni, egli è risultato il più giovane al via.


«È una cosa a cui cerco di non pensare troppo» ci ha detto a riguardo August. «Non aggiunge pressione perché io cerco solo di aiutare la squadra il più possibile, stare in gruppo e imparare più che posso. Quest’anno credo che per me la cosa più importante sia abituarmi a correre nel gruppo dei professionisti. Che consigli mi hanno dato Thomas e gli altri compagni? Di prendere tutto ciò che viene e godersi tutto il più possibile per avere una lunga carriera».

Una carriera che si prospetta ricca di fatica, avventure, momenti felici e altri più complicati. Un primo assaggio in questo senso August lo ha avuto nel corso della terza tappa della manifestazione dell’Euregio, una frazione contraddistinta da pioggia e temperature invernali.

«A Schwaz ho imparato che fa ancora più freddo quando piove. È stata sicuramente una tappa brutale. Il freddo più intenso che abbia mai sentito in gara. Mi era già capitato di allenarmi al freddo, ma non avevo mai corso così sotto la pioggia».

August, prima del Tota, non aveva nemmeno mai corso in Italia, una “prima volta” che si aggiunge alle tante che il prodotto dell’Hot Tubes Development Cycling (che nel tempo libero ama «giocare a golf e passare del tempo con gli amici») ha già messo in tasca quest’anno e alle altre che assommerà nei prossimi mesi. Nell’insieme ogni esperienza fatta potrà rivelarsi utile per arrivare a tramutare in realtà quelle che oggi egli considera essenzialmente delle speranze.

«Mi auguro di diventare un corridore da classifica generale in futuro. È la mia ambizione». Solo il tempo ci dirà se vi sarà riuscito.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Lorena Wiebes (Team SD Worx - Protime) ha letteralmente dominato l'UCI Women's WorldTour 2024 Ford RideLondon Classique vincendo oggi la terza e ultima tappa della corsa a Londra per completare una tripletta di vittorie nell'evento di quest'anno, oltre alla...


Tim Merlier pareggia il conto con Jonathan Milan e vince la sua terza tappa in questo Giro d'Italia 2024. Ma dietro questa volata c'è davvero una storia da raccontare. Perché proprio all'ultimo passaggio sotto il traguardo il friulano in maglia...


Non si è fatto male nessuno e questa è la buona notizia. Perché quanto accaduto a 115 km dalla conclusione della Rund um Köln avrebbe potuto avere conseguenze molto serie. Perché nessuno dei corridori in fuga poteva mai immaginarsi che...


Sembra incredibile ma anche un uomo di sport navigato ed esperto può lasciarsi trascinare dalla passione per Pogacar e il Giro d'Italia e commettere un errore. Quello che per tutti i telespettatori era solo un signore dai capelli bianchi che...


Sprint superbo di Francesco Della Lunga nel Trofeo città di Castelfidardo seconda prova della internazionale Due Giorni Marchigiana per elite e under 23. Il toscano della Hopplà Petroli Firenze Don Camillo vince bene superando nettamente Attilio Viviani della Corratec Vini...


Alberto Bettiol (EF Education EasyPost) ha vinto la 49sima edizione della Boucles de la Mayenne-Crédit Mutuel che oggi si è conclusa con il successo del francese Valentin Retailleau (Decathlon AG2R La Mondiale) nella terza tappa di Laval dove ha preceduto...


Nel quarto Memorial Maurizio Bresci gara denominata anche “Piccola Liegi” per l’amore e la passione che aveva questo giovane pratese prematuramente scomparso, appassionato di ciclismo per le classiche monumento che si corrono in primavera nel nord-Europa, ha vinto il più...


Volata vincente di Juan David Sierra nella terza e ultima tappa del Tour de la Mirabelle in Francia. Il giovane milanese della Tudor Pro Cycling U23 allo sprint ha regolato il gruppo compatto a Damelevières dove si è conclusa la...


Parla olandese la Rund um Köln grazie alla volata dominata da Casper Van Uden del Team dsm-firmenich PostNL che ha pèreceduto nell'ordine l'eritreo Biniam Girmay (Intermarché-Wanty) e il belga Louis Blouwe (Bingoal WB). Per Van Uden si tratta del secondo...


Una maglia con le maniche rosa per i corridori, per lo staff, per tutta la grande famiglia della UAE Team Emirates. I compagni di squadra di Tadej Pogacar si sono presentati al via della tappa conclusiva della corsa con una...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi