MONDIALI, TEAM RELAY. SECONDO ORO SVIZZERO CONSECUTIVO, QUINTA UNA SFORTUNATA ITALIA

MONDIALI | 08/08/2023 | 17:08
di Nicolò Vallone

Squadra che vince non si cambia: la Svizzera vince per il secondo anno consecutivo la team relay iridata con la formazione Bissegger-Kung-Schmid, Chabbey-Koller-Reusser e lo fa davanti a una grande Francia (sconfitta di appena 7 secondi) e alla Germania, staccata 51 secondi. Fuori dal podio la Gran Bretagna e quinta l'Italia (Cattaneo-Bettiol-Moro, Persico-Vigilia-Paternoster) a 1'17'' dal team elvetico anche a causa di guai meccanici. L'anno scorso a Wollongong fu argento azzurro, qui a Glasgow la formazione era totalmente diversa (comunque ciò non ha influito eccessivamente) e soprattutto la sfortuna ci ha messo lo zampino.


LA CRONACA


Circuito cittadino da 20,15 chilometri molto simile a quello delle corse in linea, con partenze ad Argyle Street e arrivi a George Square: un terzetto maschile e poi quello femminile, un totale di 40,3 chilometri. Diciotto squadre che partono suddivise in tre blocchi, i riferimenti per i tempi sono il secondo e la seconda atleta di ciascun trio. Il primo è quello delle "cenerentole" che ci riportano più allo spirito olimpico che a quello iridato e ci regalano belle storie. Come l'Afghanistan, che parte per primo e si classifica ultimo a un abisso, ma non pecchiamo di retorica per affermare che per una squadra in esilio dai talebani già essere qui sia un successo. O come la rappresentativa UCI che tra gli altri comprende un rifugiato afghano e uno siriano.

In queste battute iniziali, la miglior prestazione è quella dell'Uzbekistan, guidato peraltro dall'uomo e dalla donna più anziani oggi in gara: il 41enne Khalmuratov e la 43enne Zabelinskaya. Il 59'42'' uzbeko viene progressivamente abbassato dalle squadre del secondo blocco, gli USA iniziano a far la voce grossa con Barta-Craddock-Powless ma è l'ultima di esse a partire, la Francia, ad abbassare l'asticella su livelli difficili da raggiungere: Bruno Armirail e Remi Cavagna sfrecciano in 26 minuti scarsi e Cedrine Kerbaol e Juliette Labous stanno sotto i 28 e mezzo! I transalpini si siedono sulla hot seat con il sorriso di chi sa già di aver sfoderato una performance da podio.

Due terzi dell'ultimo blocco va via senza impensierire il sestetto francese, con Australia e Olanda condizionate oltretutto dalle cadute di Plapp e Hoole, e Germania e Gran Bretagna a chiudere poco sotto il minuto di ritardo. La prima squadra a far vacillare il primato è l'Italia: Manlio Moro si stacca presto, ma Alberto Bettiol (a metà tra il galvanizzato e il rabbioso dopo la grande fuga dell'altroieri) trascina con sé Mattia Cattaneo e abbassano di cinque secondi il parziale degli omologhi d'Oltralpe. Tra le ragazze, anche lì si stacca nella prima metà del percorso la pistard: Letizia Paternoster. Non sarebbe di per sé un grosso problema, se Silvia Persico non dovesse cambiare la bicicletta per problemi al cambio: la bergamasca di Cene si ferma e riparte, e in compagnia di Alessia Vigilia pagano un minuto e quindici.

Nel frattempo, si perdoni la battuta, la Svizzera mostra una coordinazione perfetta come gli ingranaggi di un orologio: Stefan Bissegger tira a gran ritmo e lancia al momento giusto Stefan Kung e Mauro Schmid, che fanno registrare il miglior intertempo. Stessa perfezione al femminile, con la differenza che Marlen Reusser scivola e perde qualche attimo: si rimette subito in sella, Nicole Koller fa la Bissegger della situazione e Reusser con Elise Chabbey gestiscono il tesoretto suggellando la vittoria sul traguardo.

Kung e Schmid hanno confermato così il grande spolvero mostrato nella prova in linea dell'altroieri: Kung disputerà pure la crono individuale di venerdì insieme a Bissegger. La campionessa elvetica Reusser correrà sia la crono individuale di domani che la gara in linea di domenica, nella quale ci sarà anche la Chabbey.

Cinque francesi su sei invece disputeranno le rispettive cronometro individuali: le tre donne e il duo Armirail-Cavagna. Che dire, un ottimo biglietto da visita!

Interessante notare altri esempi di composizione delle squadre, come la Gran Bretagna che ha puntato su ben due affermati pistard come Ethan Vernon (oro nell'eliminazione ieri) e l'ormai celebre amico-avversario di Ganna Dan Bigham.

Messa in archivio la cronostaffetta mista, il ciclismo su strada continuerà nei prossimi giorni a Stirling con tutte le crono individuali, mentre l'esplosivo centro di Glasgow lo ritroveremo nel weekend con le corse in linea U23 e femminile.

Per rileggere la nostra diretta CLICCA QUI

CLASSIFICA

1) Switzerland 54:16 44.558 km/h

KÜNG Stefan

KOLLER Nicole

SCHMID Mauro

BISSEGGER Stefan

REUSSER Marlen

CHABBEY Elise

2) France 54:23 +0:07 44.462 km/h

COQUARD Bryan

ARMIRAIL Bruno

LABOUS Juliette

CORDON-RAGOT Audrey

CAVAGNA Rémi

KERBAOL Cédrine

3) Germany55:07+0:5143.871 km/h

KOCH Franziska

BAUERNFEIND Ricarda

STEIMLE Jannik

KLEIN Lisa

WALSCHEID Max

HEIDEMANN Miguel

4) Great Britain55:19+1:0343.712 km/h

SHACKLEY Anna

BÄCKSTEDT Elynor

BIGHAM Daniel

DNF CHARLTON Josh

GEORGI Pfeiffer

VERNON Ethan

5) Italy55:33+1:1743.528 km/h

BETTIOL Alberto

VIGILIA Alessia

PATERNOSTER Letizia

CATTANEO Mattia

PERSICO Silvia

MORO Manlio

6) Australia55:53+1:3743.269 km/h

HANSON Lauretta

MATTHEWS Michael

ROY Sarah

PLAPP Luke

DURBRIDGE Luke

CHAPMAN Brodie

7) Netherlands 55:59 +1:43 43.191 km/h

VAN ANROOIJ Shirin

VAN EMDEN Jos

HOOLE Daan

MARKUS Riejanne

ADEGEEST Loes

VAN DIJKE Tim

8) United States56:02+1:4643.153 km/h

SCHNEIDER Skylar

JASTRAB Megan

CRADDOCK Lawson

LABECKI Coryn

POWLESS Neilson

BARTA Will

9) Austria56:14+1:5842.999 km/h

PÖSTLBERGER Lukas

SCHWEINBERGER Christina

SCHÖNBERGER Sebastian

GAMPER Patrick

SCHWEINBERGER Kathrin

SCHREMPF Carina

10) Poland57:03+2:4742.384 km/h

GAJDULEWICZ Mateusz

BODNAR Maciej

SKALNIAK-SÓJKA Agnieszka

JASKULSKA Marta

BROŻYNA Piotr

LACH Marta

11) Spain58:16+4:0041.499 km/h

TERUEL Alba

ALONSO Sandra

GARCÍA PIERNA Raúl

MARTÍN Sara

ROMEO Iván

AZPARREN Xabier Mikel

12) Kazakhstan59:29+5:1340.650 km/h

SULTANOVA Rinata

GRUZDEV Dmitriy

CHZHAN Igor

UMUTZHANOVA Makhabbat

POTAPOVA Faina

FEDOROV Yevgeniy

13) Uzbekistan59:42+5:2640.503 km/h

BOCHAROV Dmitriy

ZABELINSKAYA Olga

KARIMOVA Sofiya

FOMOVSKIY Aleksey

KUSKOVA Yanina

KHALMURATOV Muradjan

14) Centre Mondial du Cyclisme1:00:48+6:3239.770 km/h

GEREFIEL Selam Amha

ROGORA Kiya

LE ROUX Maude

WAIS Ahmad Badreddin

ANSARI Amir Arsalan

TASANE Elina

15) Ukraine1:01:00+6:4439.639 km/h

NAHULIAK Daryna

POLUPAN Dmytro

BILYI Maksym

SHEKEL Olga

BIRIUKOVA Yuliia

NOVAKOWSKYI Vitalii

16) Mauritius1:01:24+7:0839.381 km/h

LE COURT Kimberley

HALBWACHS Aurelie

MAYER Alexandre

LAMUSSE Raphaëlle

ROUGIER-LAGANE Christopher

DE COMARMOND Aurelien

17) China1:01:28+7:1239.338 km/h

LI Tiancheng

LU Siying

XUE Ming

JU Jinyang

SUN Jiajun

CUI Yuhang

18) Afghanistan1:12:04+17:4833.552 km/h

MIRZAEE Ahmad

HAIDARI Qais

REZAYEE Zahra

HASHIMI Fariba

JORAT Mohamad Islam

HASHIMI Yulduz

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il messaggio che arriva dal Tour of the Alps, una volta di più, è diretto a chi la bici la pratica per diletto, per sport, per passione. Indossate il casco perché il casco può salvare la vita: come accaduto alla...


È una storia che viene scritta dal 1997 sulle strade della Francia e del mondo. Una storia di coesione, sudore, superamento di se stessi, aiuto reciproco ed emozioni forti. Da 27 anni, Cofidis è protagonista chiave nel ciclismo mondiale. Cofidis,...


Promosso in prima squadra e subito con una maglia da titolare per una delle corse più importanti del mondo. È la favola di Gerben Kuypers che entra con effetto immediato nel roster della Intermarché Wanty e domenica sarà schierato al...


Sarebbe bello proporre soluzioni avanzate ad un prezzo altamente accessibile, no? È così che prende l’abbrivio la vita di due nuovi prodotti per VISION, ovvero per le ruote SC45 e SC60. Il marchio non ne fa mistero e si propone con queste due...


Nei giorni scorsi Geraint Thomas ha deciso di prendere la parola per esprimere il suo sconcerto perché a suo avviso, nonostante i numerosi incidenti in corsa, nessuno realmente sta lavorando per diminuire i rischi. La sicurezza nel ciclismo è un tema...


L’ultima tappa del Tour of the Alps, interamente trentina, in Valsugana, con partenza e arrivo a Levico Terme, presenta un chilometraggio ridotto, 118, 6 Km, ma numerose asperità che possono rimescolare i valori in campo. E la classifica...


La figura di Andrew August non passa inosservata. Minuto, agile e dai lineamenti che non mascherano affatto la sua giovane età, quello della classe 2005 di Rochester è un profilo che non può non spiccare fra la silhouette imponente di...


Colnago annuncia la collaborazione con Pitti Immagine per un evento ciclistico a Firenze nei giorni precedenti il ​​111° Tour de France. Ospitato alla Stazione Leopolda, dal 26 al 28 giugno, l'evento si chiamerà Be Cycle e Colnago esibirà le proprie...


La puntata di Velò andata in onda ieri sera su TvSei è stata particolarmente interessante, si è parlato di classiche, di Giro d'Abruzzo professionisti e juniores e di tanto altro ancora con Luciano Rabottini, Riccardo Magrini e il presidente della Regione Abriuzzo Marco...


Ciclismo e arte convivono nei ritratti di Karl Kopinski, pittore inglese appassionatissimo di bici che a suo modo parteciperà al Giro d’Italia: in occasione dell’arrivo della quinta tappa, Lucca ospiterà una mostra dell’artista dedicata ai campioni del pedale. La rassegna,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi