I VOTI DI STAGI. SBAGLIA IL SINDACATO, SBAGLIA L'ORGANIZZAZIONE: TUTTI GRIDANO AL LUPO, MA IL LUPO NON C'E'

I VOTI DEL DIRETTORE | 19/05/2023 | 18:29
di Pier Augusto Stagi

Crans MONTANA. S.V. È un Giro tormentato e inquieto, sofferente e tagliato, bagnato da giorni ma anche mortificato da abbandoni eccellenti: oggi anche ridotto nel chilometraggio che riduce un tappone alpino di 199 km in una tappetta di 74 km. Una frazione d’allenamento che non dice niente, difatti tutto resta uguale. Rimane solo l’amaro in bocca per l’ennesima occasione persa. Dopo la passeggiata sul Gran Sasso per via del vento, ecco la tappetta alpina per le condizioni meteo al limite che non avevano nulla di limitante. Sbaglia il sindacato mondiale a gridare al lupo quando il lupo non c’è. Sbagliano gli organizzatori di Rcs Sport che credono al lupo e nuovamente cedono ai corridori. Non un bello spettacolo. Meglio voltare pagina, ma qui le pagine iniziano a mancare. Speriamo che prima o poi cominci il racconto.


Einer RUBIO. 5. Tra i due litiganti il terzo gode. A festeggiare è il 25enne colombiano d’Italia della Movistar, il ragazzo cresciuto da noi, che sognava di vincere una tappa al Giro a vincere oggi e per la prima volta in carriera trionfa sulle strade della “corsa rosa”. Vince con la calma dei forti, lasciando che gli altri due sprecassero energie per contrastarsi senza che nessuno si occupasse di lui. Poi Einer ad occuparsi di loro e li sistema per le feste. Per la festa. Perché gli ho dato 5 in pagella? Tappa dimezzata: voto a metà per tutti.


Thibaut PINOT. 2. È un galletto e oggi capiamo perfettamente il perché. Scattante e rampante come pochi, finisce per perdere lucidità e calma e perde la tappa. Fumantino.

Jefferson CEPEDA. 2. È lui a dare vita alla fuga di giornata: dopo soli 2 km prende e va. Fa tutto bene, poi però finisce per litigare con il transalpino e “affondano” assieme.

Derek GEE. 4. Fa una corsa di alta classifica per mirare alle vette più alte.

Valentin PARET-PENTRE. 3,5. Cerca una giornata di gloria, fa giornata ma per la gloria deve portare pazienza. Ci riprovi.

Hugh CARTHY. 3,5. Il 28enne corridore britannico più che alla tappa pensa alla generale: guadagna qualcosa, per incominciare la risalita.

Joao ALMEIDA. 3,5. Il portoghese sembra un portoghese, nel senso di imbucato. Nessuno lo considera, ma vedrete che saranno costretti a considerarlo.

Eddie DUNBAR. 3,5. L’irlandese della Jayco AlUla è pronto per la sfida: alla fine è lì.

Geraint THOMAS. 2,5. È chiaro che a lui va bene anche così, ma non è bello. Partire e aspettare che l’organizzazione verificasse in tempo reale le condizioni meteo al di là dei confini era così impossibile? Precipitosi.

Primoz ROGLIC. 3. Sta lì, sornione e silenzioso. Aspetta tempi migliori, soprattutto attende una tappa vera, perlomeno intera.

Arturo GRAVALOS. 10 e lode. La Eolo Kometa lo ricorda con il lutto al braccio, il gruppo avrebbe dovuto ricordarlo e onorarlo con una gara vera, che lui avrebbe corso se solo avesse potuto. Ciao Arturo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Quest'anno
19 maggio 2023 18:45 SephoraAA
Non se ne imbocca uno al Giro
Il percorso tempo fiore all'occhiello del giro italiano sembra non bastare più
La gara è bloccata perché la Jumbo lascia con piacere l'onere e l'onore della Rosa a Thomas ancora
Non ci sono nuovi forti emergenti e finiscono per vincere le tappe mezze carneadi

Organizzazione
19 maggio 2023 18:48 paree
Caro Staginqui cinstava un bel voto 0 a Vegni ma tu sei troppo ruffiano

Vegni 0
19 maggio 2023 19:04 alerossi
Vegni è allo sbando totale, rcs salvi il giro vendendolo ad aso. Se i corridori chiedono di non fare una parte della discesa perchè pericolosa (stando al meteo di ieri sera, facile parlare dopo) perchè il compromesso è tagliare la prima parte (che stava bene a tutti) e lasciare il tratto pericoloso (che in effetti lo era)? #vegniout

Ma quelli che dicono che il Giro deve recuperare sul Tour
19 maggio 2023 20:34 Logan1
Vedendo questa edizione (oggi, Campo imperatore, Evenepoel eccetera) pensate che stiamo recuperando oppure ci allontaniamo sempre di più?

IL MAGRO
19 maggio 2023 20:55 maxlrose
siccome noi appassionati non valiamo un cazzo,è giusto che i "cosidetti" Big si facciano una tranquilla sgambata (l'ennesima ) sgambata in montagna senza un minimo sussulto,senza un attacco..i soli da salvare sono stati Pinot e Cepeda.
Posso dare un voto anch'io?
2 a Magrini . Fotunato prova un attacco ,il collega gli passa il microfono e lui cambia discorso ,manco fosse un corridore Sloveno della AG2.
Complimenti Magrini e sempre W l'Italia.
Non abbiamo corridori,voce in capitolo e nemmeno commentatori

x maxlrose
19 maggio 2023 21:43 piuomeno
"Cane vecchio la sa..". Magrini aveva capito che per quell'attacco era meglio tacere. Fortunato sarebbe il nostro futuro? Quanto rimpiango il buon "vecchio" Pirazzi!
Maurizio

Sennò di poi
19 maggio 2023 22:27 Ias
Dopo la guarigione son tutti dottori.

Che Giro!!
19 maggio 2023 22:57 italia
Mai vista una sciaccuatura di giro come questo!! Basta!! Vendete i diritti a organizzazioni e nazioni capaci e levatevi dalle scatole!!
I

italia
20 maggio 2023 06:13 kristi
noooo =) da te non me lo aspettavo.....ehmmm ...acqua e sue desinenze si scrive con la Q .....Q di quore e di squola ...ehhe...dai ridiamoci su , che la tappa è incommentabile

Giro a Giugno
20 maggio 2023 08:43 MarcoF11
Bisogna far tornare il Giro a giugno, tanto nessuno dei big vuol fare la doppietta Giro Tour..basta con questa pioggia. Che pubblicità fa vedere l Italia così per tutte quelle cittadine che hanno investito tanto tempo per agevolare il passaggio del Giro?

Fortunato
20 maggio 2023 08:47 Robtrav
Definirlo attacco ci vuole fantasia

X kristi
20 maggio 2023 09:48 italia
Dalle mie parti nel linguaggio volgare il mio termine è esatto

X kristi
20 maggio 2023 09:53 italia
Tecnicamente trattandosi di espressione dialettale avrei dovuto virgolettato ma nella foga del commento ho tralasciato

Primoz
20 maggio 2023 10:40 bendibike
Troppo poco 3 a Roglic, lui pensa a vincere il Giro, no a dare spettacolo, ancora tante salite devono fare, presto lo vedremo in azione, per me vincerà lui

Avete
20 maggio 2023 13:39 Albertone
Solo 1 settimana fa, tutti a tessere le lodi dell'evento. Ora, tutto male. Ed e' passata solo 1 settimana . Una. Incredibile. Poi si vuole fare paragoni con il Tour. Da ridere

roglic
20 maggio 2023 15:37 fransoli
ieri ha fatto benissimo (per lui) a non muoversi, la salita di crans montana era ideale per un Thomas in forma, e la Ineos aveva gli uomini per fare ritmo.... lui deve recuperare pochi secondi, basta un attacco nel momento giusto, non deve sprecare energie quando non serve

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
na maglia importante in una prestigiosa vetrina internazionale per Under 23. Il Team Biesse Carrera brilla al Giro della Val d'Aosta, terminato oggi e dove il toscano Tommaso Dati (classe 2002) si è aggiudicato la classifica finale dei Traguardi volanti,...


Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi