TIM COOK, UCI E IL CICLISMO A DUE VELOCITA'

TOUR DE FRANCE | 17/07/2019 | 10:55
di Paolo Broggi

Un sondaggio da Aigle, un tweet da Copertino, un’inchiesta dalla Gran Bretagna. Sono i tre elementi della svolta tecnologica del ciclismo e del solco sempre più profondo che si va scavando tra le istituzioni e la realtà.

Cominciamo dal tweet. Sul Corriere della Sera di questa mattina Marco Bonarrigo racconta del “cinguettio” di Tim Cook, il guru di Apple,  che dopo la tappa di lunedì ha scritto: «Congratulazioni @WoutvanAert e @JumboVismaRoad per l’incredibile vittoria! Godetevi il meritato riposo! #TDF2019».

Cook appassionato di ciclismo? Non v’è certezza, come scriveva il poeta, ma di sicuro si dimostra attento a chi utilizza gli strumenti della sua azienda per creare qualcosa di innovativo. Di cosa si tratti lo racconta molto bene Andrew Griffin sulle pagine dell’Indipendent. La Jumbo Visma - ma il sistema è adottato in forma più o meno simile anche da altre squadre - ha creato una rete di app e raccolta notizie che permette di tenere monitorati i corridori lungo l’intera giornata. Si va dall’app che gestisce e calcola il cibo (per esempio, puoi avere una fetta di torta ma devi rinunciare a qualcos’altro), le calorie, le proteine e via dicendo, alla triangolazione dei dati stradali di Google Maps e Street View con le informazioni che lo staff che precede la corsa invia direttamente alla centrale operativa, elaborati grazie all'app VeloViewer. Dati ai quali si possono aggiungere anche i valori dei corridori per arrivare a disegnare la strategia di gara chilometro per chilometro. Quest’ultima parte, riferita a watt, consumi energetici e via dicendo analizzati in tempo reale (la sera invece vengono raccolti scaricando i ciclocomputer di ogni atleta e ovviamente analizzati), non viene utilizzata al Tour de France perché i dati arrivano in maniera ancora troppo imprecisa, ma si tratta di una mera questione di tempo.

Il genio che manovra ipad, iphone, app e tutte le strumentazioni Apple - da cui l’evidente interesse di Tim Cook - è l’ex professionista Grischa Niermann che ha creato l’intera struttura e fa confluire in maniera organica questa miniera di dati sull’ipad che viene posizionato sulla prima ammiraglia della squadra e permette ai tecnici di “pilotare” nel migliore dei modi Van Aert, Kruijswijk e compagni.

E il sondaggio? Beh, è quello che l’Uci ha lanciato qualche giorno fa chiedendo agli appassionati suggerimenti per migliorare il ciclismo su strada. Tra le domande, quelle sul divieto di utilizzo dei ciclocomputer in corsa. Una domanda che, è evidente, nasce già vecchia, superata, inutile. Possono anche toglierli ma immaginiamo che fra poco tempo basterà un sensore applicato sulla pelle del corridore per raccogliere tutti i dati necessari e trasmetterli in tempo reale. È la tecnologia, bellezza, e tu non puoi farci nulla. Ma non siamo certi che all’Uci l’abbiano capito.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Poteva l’Italia chiudere la prova del Coppa del Mondo di Cambridge, in Nuova Zelanda, senza una medaglia? Naturalmente no ed ecco che arriva il bronzo nel madison maschile grazie a Michele Scartezzini e Francesco Lamon che hanno chiuso al terzo...


Sergio Pozzani ha radunato tutti i protagonisti bresciani della stagione 2019 alla tradizionale festa di premiazioni di fine anno. Un tributo ai giovani e non per dare lustro alle imprese sportive che hanno caratterizzato l'annata agonista appena conclusa. Una grande...


Un momento per ringraziare ed omaggiare le società e gli atleti che hanno portato lustro durante la stagione al movimento ciclistico bergamasco. E sul palco del Palaspirà di Spirano (BG) sono sfilati atleti e società che hanno dato lustro al...


  Una gara in meno nel 2020 in Toscana, rispetto a quelle svoltesi quest’anno per la categoria juniores, ma le 26 inserite in calendario sabato in occasione della riunione di Firenze, possono aumentare nel corso della stagione. Il Campionato Toscano...


Torna a Porto Sant’Elpidio l’evento di riferimento di fine anno con il Gala Ciclistico “In Fuga verso il 2020” a cura di Marche Ciclando e con il coinvolgimento dell’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio.  Venerdì 13 dicembre, a partire dalle 20:30...


Per affrontare i rigori e le insidie dell'inverno, Alé propone la soluzione ideale: Speedfondo Bibtights è un capo essenziale per il voatro guardaroba. Il tessuto in Thermoroubaix ha una struttura a fibra cava che garantisce isolamento termico e leggerezza allo...


I nuovi pneumatici Eleven Bibip Raceel 700x30 si presentano così, oversize e veloci. Questa pare essere la nuova frontiera per le bici da strada, montate oggi con pneumatici di sezione decisamente più abbonati rispetto il passato. Studi approfonditi spingono davvero...


  È arrivato il momento del grande raduno invernale anche per il Team UAE Emirates che sta per mettersi in viaggio alla vlta di Benidorm. Il raduno sarà ospitato dall’Hotel Melia e rappresenterà il secondo collegiale prestagionale, venendo infatto dopo...


Sorridente e in maniche corte con la divisa della squadra di calcio del Nizza, sponsorizzata INEOS. Così ieri sera Chriss Froome che si è concesso un po' di relax andando allo stadio. Dal sorriso del britannico pare che tutto proceda...


Caro Direttore, avendo ormai doppiato la boa degli... anta, non foss’altro perché mi sovviene che al capello bianco sono riservati rispetto e benevolenza, esprimo senza peli sulla lingua ciò che penso di una abominevole “creatura” proposta in queste ore dal...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy