I VOTI DI STAGI. PIPPO FA GRANDE L'ITALIA, CATTANEO, SOBRERO E TIBERI SONO I SUOI “FRATELLI”

I VOTI DEL DIRETTORE | 05/09/2023 | 18:07
di Pier Augusto Stagi

Filippo GANNA. 10. Prestazione di livello assoluto, per un atleta planetario, che ci ha ormai abituato a prestazioni sontuose sempre e comunque. Utilizza un 62x11 (oltre 12 metri a pedalata) e fila via sul filo dei 56 chilometri orari! Primo al primo intertempo, primo al secondo, primo alla fine. Corre veloce SuperPippo, che bellezza vederlo, che bellezza avercelo. Per Filippo è la quinta vittoria stagionale, la numero 27 in carriera. Tra i big del pedale, credo che non ci siano più dubbi: c’è anche lui.


Remco EVENEPOEL. 9. Parte con un 60x11 (11,6 metri a pedalata), ma la sua partenza è meno rabbiosa di altre volte. Un conto è la testa, poi occorrono le gambe e dopo dieci giorni di corsa e di battaglia, le polveri sono per lui leggermente bagnate, ma questo è un fuoriclasse. Al primo intermedio è terzo a 11”. Al secondo è solo dietro a Ganna, ma in vantaggio di 9” su Roglic. Alla fine è secondo, alle spalle del granatiere di Vignone, ma porta a casa 19” sullo sloveno. Sperava di recuperare una trentina di secondi, non ce la fa, ma va bene anche così. Nella generale è terzo, con 27” di vantaggio su Roglic e solo 1’09” dalla rossa di Kuss.


Primoz ROGLIC. 8. Non a caso è il campione olimpico della crono e anche in questa crono fa valere le proprie doti. Al primo rilevamento, lo sloveno della Jumbo Visma è dietro a Ganna per soli 10”. Partito cattivo, cattivo prosegue e chiude la sua fatica con un tempone: certo, davanti all’olimpionico un altro olimpionico e un campione del mondo. Insomma, tre titani.

Joao ALMEIDA. 8. Zitto zitto c’è lui. Parla poco, lo vedi poco, ma fa tanto. È un metronomo. Lui ha quel passo lì e quel passo tiene: in salita, in pianura, in discesa a cronometro. Per certi versi è un fenomeno, perché lo si dà sempre lì attaccato con il Vinavil, ma poi lì resta sempre e comunque. Crono di assoluto livello, per un corridore che ha sempre e comunque un livello altissimo.

Aleksandr VLASOV. 7,5. L’uomo senza bandiera vola nel primo intertempo, pagando a Ganna solo 23”. Molto bene anche al secondo intermedio, dietro solo di 37”, sei secondi meglio di Cattaneo. Poi chiude col suo passo, che è buono, buonissimo: non è un caso che sia il primo della giornata a chiudere a meno di un minuto (52”) da Pippo. Resta con il ristretto numero dei fenomeni, e questo è un grande risultato.

Mattia CATTANEO. 7,5. Il 32enne bergamasco della Soudal Quick-Step firma ancora una volta una prova di assoluto livello in questa stagione che l’ha visto più volte protagonista e in ogni caso grande interprete nelle cronometro e non solo. Corridore maturato con il tempo, oggi mette in mostra il proprio talento e il suo gran bagaglio di esperienza. Uno dei più sontuosi corridori del gruppo? Sì, assolutamente.

Juan AYUSO. 6. Tra i big è uno di quelli che paga un po’. È giovane, ha talento, questa è una piccola battuta d’arresto, ma ora arriva il suo terreno.

Marc SOLER. 7. Arriva appena dietro al giovane compagno di squadra. Ottiene un buonissimo 8° posto, che lo mantiene al secondo posto in classifica a soli 26” dalla maglia rossa.

Nelson OLIVEIRA. 7. Ottima la prestazione messa in scena dal portoghese della Movistar. Parte bene, ma nella parte centrale e finale va ancora meglio. Chiude in crescendo.

Jonas VINGEGAARD. 5,5. Il trionfatore del Tour a crono sa andare come una ventola, anche se il percorso di oggi non è chiaramente disegnato per un passista-scalatore come lui. Fa una discreta prova, ma anche rispetto a Roglic va più lento, di 42”. Da sempre si dice che il cronometro non mente: se è davvero così, al danese si è chiaramente accesa la riserva.

Stefan BISSEGGER. 5. Il 24enne svizzero ex campione d’Europa della crono 2022 e argento mondiale under’23 nel’19, fa registrare per un bel po’ il miglior tempo, perché lui è uno dei migliori specialisti della specialità. Poi arrivano tutti i migliori e lui esce dalla top ten.

Sepp KUSS. 6. Si difende come può, in una prova che non lo vede molto a suo agio, ma porta a termine una crono in ogni caso più che dignitosa: 13° a 1’29”. Tiene la maglia rossa e questo è già un grande risultato.

Matteo SOBRERO. 6. Fa una buonissima prova e la cosa che più ci fa piacere è che ne piazziamo quattro nei primi sedici. Ragazzi, ridateci la centochilometri!

Antonio TIBERI. 6,5. Ventidue anni appena compiuti e un talento che c’è ma va mostrato senza esitazione e con continuità. Oggi fa una crono degna del proprio nome. Ex campione del mondo della crono junior, il ragazzo deve solo lasciarsi alle spalle storie e storielle e pensare solo a far vedere quello che vale. E vale, anche tanto.

Enric MAS. 5. Voleva chiudere la crono nella top cinque, ma nel primo intertempo paga subito 55”. Alla fine non è nemmeno nei dieci.

Geraint THOMAS. 5. Il SignorG fora ed è costretto anche ad un cambio di bici velocissimo. Lui, però, va un po’ pianino e paga 2’ giusti giusti.

Lenny MARTINEZ. 5. Il figlio d’arte va un po’ troppo pianino e perde davvero un’eternità (2’29”). Nella generale è 5° con la possibilità di poter difendere la propria posizione nella top ten.

Cian UIJTDEBROEKS. 5. Ha soli 20anni, pedala forte, ma a cronometro va pianino.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
voti
5 settembre 2023 18:50 fransoli
sfido chiunque a dire che Soler e Kuss si sarebbero difesi così in una crono da specialisti (Soler nei dieci), meritano voti più altri ambedue, 8 e 7,5. A Remco e Roglic darei lo stesso voto 8,5, Remco ha guadagnato si ma come ha scritto non è stato stratosferico, mentre Roglic ha tenuto alla grande. Concordo col resto

Ganna super, benissimo Remco
5 settembre 2023 19:20 Bahamontes
Ganna grandissima prova. Remco ha perso qualcosa nelle curve iniziali. Non trascurerei il fatto che Remco abbia dovuto lottare ogni giorno mentre Ganna ha potuto risparmiarsi. Ganna grande vincitore, Remco degno avversario.

Mas
5 settembre 2023 19:24 alerossi
Se kuss ha registrato 14 secondi sul podio post vittoria, mas per dire una simili castroneria avrà bevuto almeno 30 secondi nel giorno di riposo.

Occhio a dare per disperso Vingegaard
5 settembre 2023 19:28 Angliru
In salita c'e' , e questa crono non era su misura per lui. Attenzione che ci sono ancora valanghe di salite

Ganna bella vittoria ma non ne parla nessuno
5 settembre 2023 20:02 marco1970
Grande prestazione di Ganna di fronte ai big della specialità. Lui e Ciccone sono gli italiani più qualificati.Oggi Tiberi non è andato male ma negli arrivi in salita ha deluso.Vediamo nelle prossime tappe.Purtroppo per avere notizie della vittoria di Ganna bisogna seguire i siti specializzati perchè la grande (si fa per dire) informazione non ne fa cenno,buio assoluto.

Kuss
5 settembre 2023 20:35 Ale1960
Dare 6 a Kuss è inspiegabile. Si è difeso ogni più ottimistica previsione. Merita 8.

Kuss
5 settembre 2023 20:55 Cicorececconi
Si è difeso benissimo. Come non tifare per questo ragazzo ? Forza Sepp, io voglio sperare che tu possa farcela

Super Pippo sontuoso
5 settembre 2023 20:59 apprendista passista
Basta il titolo...e bravo anche Cattaneo. Certo un...metronomo vero Almeida, zitto zitto nei grandi Giri fa sempre cose egregie.

AYUSO. 6..........?
5 settembre 2023 21:03 canepari
questo voto è molto basso. Cosa deve fare un ventenne, arrivato a pochi secondi dai big, per prendere un bel voto?

Kuss
5 settembre 2023 21:45 Buzz66
Miglior crono della sua carriera.
Onestamente 8 era ancora poco…

Kass
5 settembre 2023 22:03 alfiobluesman
Almeno un 7 lo merita. Si è difeso molto bene

La differenza tra una vittoria vera e una di cartone
6 settembre 2023 00:00 pickett
Questa vittoria di tappa vale 10 volte la maglia a pois di Ciccone.Queste sono le vittorie da celebrare e apprezzare,e i veri appassionati sanno distinguere,non si lasciano ingannare da giornalisti e telecronisti.

@ puckett
6 settembre 2023 00:40 Arrivo1991
Brutta bestia l'invidia

Concordo
6 settembre 2023 05:25 kristi
Con quasi tutti i commenti , kuss adesso vero aspirante alla vittoria finale , crono pazzesca per come ci aveva abituato , viggo credo vorrà fare una bella tappa , è un uomo molto umile , non ha problemi a defilarsi se i suoi compagni stanno meglio . Riguardo ai voti , che dire se non che siamo alle solite : incomprensibili e faziosi ... Cattaneo 7,5 e ayuso 6 ??? Spero il direttore non cominci a palesare forme arteriosclerotiche eheheh

Ganna
6 settembre 2023 06:23 Panassa
Bravo ganna ma si sa queste sono le sue gare le sue specialità ma non è nessuna rivincita mondiale con evenepoel. Un titolo mondiale è un titolo mondiale!! E come ha scritto giustamente qualcuno evenepoel corre per vincere la vuelta ganna una cronometro. Kuss grande gregario al giro, al tour e ora è qui maglia rossa grande protagonista. Voto 100!!!

Abuso 8 altro che 6!
6 settembre 2023 06:45 seankelly
Il talento cristallino dell'iberico si è espresso benissimo. Sciolto, potente, disteso perfettamente sulla bici (ottimo stile a cronometro, nonostante sia uno scalatore). Alla fine, settimo in un percorso per specialisti del tic-tac. Bravo!

pickett
6 settembre 2023 14:30 VERGOGNA
va be te non stai bene

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


Campionati italiani di velocità professionisti, quelli del 1964, il 24 luglio, al Vigorelli. Antonio Maspes contro Sante Gaiardoni. Maspes li aveva già conquistati 11 volte in 14 anni (più due secondi e un terzo posto), Gaiardoni una volta (più tre...


Una caduta sabato durante la Omloop Het Nieuwsblad, un colpo alla schiena, l prime analisi che parlando di una contusione. Poi il dolore che non passa, la necesità di esami più approfonditi e una diagnosi che mette a rischio un'intera...


La natura autentica e selvaggia di Malta, Gozo e Comino rappresenta un’attrattiva di grande fascino per gli amanti degli sport outdoor. Panorami verdeggianti, che si affacciano con viste struggenti sul Mar Mediterraneo, sono attraversati da sentieri percorribili a piedi e...


Si è appena disputato il “Le SAMYN”, in Belgio, una semiclassica nata nel 1968, nella zona dell’Hainaut, provincia della Vallonia che confina con le Fiandre Occidentali e Orientali, del Brabante Fiammingo e di quello Vallone e con la Francia. Regione...


E’ dai tempi di Jukka Vastaranta (prof dal 2003 al 2006) che la Finlandia non sforna giovani interessanti. Una lacuna che Kasper Borremans vorrebbe colmare con la squadra belga Cannibal B Victorious U19 Development Team. Secondo anno da juniores, classe...


Con il mese di marzo la stagione del grande ciclismo su strada entra nel vivo e Northwavenon poteva mancare all’appuntamento con la gara che in pochi anni è riuscita ad affermarsi, secondo molti, come la sesta classica monumento: la Strade Bianche....


Si chiude con la partecipazione al 30esimo Memorial Polese la settimana della formazione Continental del Team Biesse Carrera, che dopo l'ottimo esordio di sabato scorso (doppio podio alla Coppa San Geo e alla Firenze-Empoli) ha vissuto la prestigiosa esperienza al...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi