GIRO D'ITALIA U23 2021. COLPACCIO DEL FRANCESE CHARRIN GALLERY

DILETTANTI | 08/06/2021 | 16:15
di Carlo Malvestio

San Pellegrino Terme incorona il francese Alois Charrin al termine di una tappa, la sesta del Giro d'Italia Under 23, disputata a ritmi altissimi. Secondo posto per Tobias Johannessen (Uno-X) che ha vinto la volata del plotone dei migliori vanamente lanciato al suo inseguimento; terza piazza per Filippo Baroncini (Colpack Ballan).


Due ore a velocità folle, 51,5 km/h di media, prima che partisse finalmente la fuga promossa da Ben Turner (Trinity Racing), Aaron Van der Beken (Lotto Soudal), Alessandro Verre (Colpack Ballan), Gabriele Petrelli (CT Friuli), Marijn Van den Berg (Groupama-FDJ), Emanuele Ansaloni, Andrea Cantoni (#inEmiliaRomagna), Jesus Peña (Colombia Tierra de Atletas), Marco Frigo (SEG Racing Academy), Jarrad Drizners (Hagens Berman Axeon), Eric Paties (Work Service Dynatek Vega), Manuel Belloni (Gallina Colosio Ecotek) e Anthon Charmig (Uno-X).


L'ultimo ad arrendersi, ben oltre metà della salita al Selvino, è stato Ansaloni che ha visto sfrecciare accanto a sé il danese Asbjorn Hellemose del Velo Club Mendrisio. Il pupillo di Dario Nicoletti ha scollinato al GPM con 18 secondi di vantaggio sui più immediati inseguitori ma nella lunga discesa verso San Pellegrino Terme il gruppo dei migliori - forte di una trentina corridori - si è ricompattato.

Discesa affrontata velocemente ma con la giusta cautela, visto che le strade erano bagnate a causa di un temporale che si è abbattuto su San Pellegrino Terme, e poi via a tutta per un finale ancora ad altissima andatura con Charrin (Swiss Racing) che è scattato all'ultimo chilometro e ha guadagnato un vantaggio sufficiente per permettergli di conquistare un prestigioso successo.

Naturalmente Ayuso, brillante anche oggi in salita ed efficace in discesa, resta al comando della classifica generale.

Charrin, classe 2000, è nato a Lione e vive a Valence: «Era una tappa che avevo cerchiato di rosso, perché si adattava particolarmente alle mie caratteristiche - spiega Charrin a tuttobiciweb -. Poi ovviamente vincere è un'altra cosa, ma l'arrivo in discesa mi ha favorito e quando sono riuscito a prendere qualche metro dopo una curva ho tirato dritto fino al traguardo. Sono un corridore adatto alle salite brevi, abbastanza esplosivo, mentre fatico di più nei tapponi di montagna. Il mio Giro è già un successo, ma nelle prossime tappe non staremo certo a guardare».

ORDINE D'ARRIVO

1. Aloïs Charrin (Swiss Racing Academy) 3h49'50"
2. Tobias Halland Johannessen (Uno-X) +01"
3. Filippo Baroncini (Colpack Ballan) s.t.
4. Henri Vandenabeele (Team DSM) s.t.
5. Nicolò Buratti (CT Friuli) s.t.
6. Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Fior) s.t.
7. Gianmarco Garofoli (Team DSM) s.t.
8. Juan Ayuso (Colpack Ballan) +03"
9. Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal) s.t.
10. Unai Iribar (Laboral Kutxa) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1. Juan Ayuso (Colpack Ballan) 17h49'30"
2. Tobias Halland Johannessen (Uno-X) +1'27"
3. Henri Vandenabeele (Team DSM) +2'20"
4. Tom Gloag (Trinity Racing) +2'23"
5. Alessandro Verre (Colpack Ballan) +2'31"
6. Filippo Baroncini (Colpack Ballan) +2'42"
7. Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal) +2'43"
8. Ben Healy (Trinity Racing) +2'44"
9. Asbjorn Hellemose (VC Mendrisio) +2'47"
10. Anders Hallan Johannessen (Uno-X) +2'52"

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Elia Viviani c'è! Il veronese si aggiudica la prima tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 con una volata dominata dal primo all'ultimo metro, rifilando quasi tre biciclette di distacco a tutti gli avversari. Dopo un Giro d'Italia avaro di soddisfazioni, il...


Nonostante sia un classe 2001 e di apparizioni coi professionisti non ne abbia poi molte, Davide Persico ha chiuso con uno splendido secondo posto la prima tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021. Solo Elia Viviani gli è arrivato davanti. «Arrivare dietro...


Pian piano Luca Pacioni comincia a trovare la quadra in questa stagione 2021. La prima tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 ha rappresentato per lui solamente l'ottavo giorno di corsa, motivo per cui il terzo posto in volata alle spalle di...


Tra Dorian Godon e la Paris-Camembert c'è un rapporto speciale: già a segno lo scorso anno, infatti, il portacolori dell'AG2R Citroën Team ha concesso il bis vincendo anche oggi, nella sesta prova della Coppa di Francia. Sul traguardo di Livarot,...


Non c'è niente da fare, quando indossa la maglia azzurra Elia Viviani si traforma. Il veronese, che gareggia appunto per la Nazionale, ha vinto allo sprint la prima tappa della Adriatica Ionica Race 2021, da Trieste ad Aviano. Una corsa...


É in assoluto tra le più giovani del gruppo. Classe 2001, nata a Bisceglie il 30 luglio, Federica Damiana Piergiovanni è attualmente anche l’unica alfiere Pugliese nell’èlite del ciclismo femminile su strada e difenderà i colori della regione del sole...


Lo avevamo anticipiato nei giorni scorsi e oggi la Israel Start-Up Nation ha sciolto i dubbi: il quattro volte vincitore del Tour de France Chris Froome si schiererà al via del Tour  de France. «Chris sarà il nostro leader...


Il primo sprint lo vince la Bora Hansgrohe: quella tedesca è infatti la prima formazione ad ufficializzare il proprio schieramento per il Tour de France. I capitani saranno Wilco Kelderman per la classifica generale e Peter Sagan per la caccia...


  Da alcuni giorni Bacchereto è pavesato a festa con drappi e bandiere tricolori che sventolano a finestre e balconi e terrazze. Una doppia coincidenza sia per l’impegno della Nazionale Italiana di calcio ai Campionati Europei che per il Campionato...


Gli High Road SL sono stati presentati nel 2020 in una veste migliorata e rivisitata, questo è quello che ha comunicato MAXXIS, ma quello che vi posso dire io è che questi copertoncini sono letteralmente superlativi! Leggerissimi e scorrevoli, mi hanno conquistato in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155