CLASSICHE, I BELGI SI PREPARANO A CONQUISTARE L'ITALIA

PROFESSIONISTI | 18/07/2020 | 16:14
di Francesca Monzone

L’Italia lancia la sfida alle classiche e il Belgio risponde. Sarà il Bel Paese ad aprire la nuova stagione world tour post lockdown, con le classiche, che regaleranno emozioni e sfide all’ultimo pedale. Sono tutti pronti a partire e in prima fila troveremo i team del Belgio, che non vogliono lasciarsi sfuggire una vittoria in casa nostra. Uno dei corridori più agguerriti sarà Philippe Gilbert, che  vuole entrare nella storia del ciclismo e rimanerci, ma per farlo come vuole lui, deve vincere la Milano-Sanremo. La vittoria per il trentasettenne belga che corre con la Lotto-Soudal non sarà scontata, perché la Sanremo è una corsa che vogliono in molti, con chilometri di sguardi, tattiche e attacchi. 

“Non sarà facile conquistare  la Milano-Sanremo, lo so. Ma è anche vero che questa corsa non deve diventare la mia ossessione e se non dovessi vincerla la mia stagione andrà comunque avanti”. Gilbert, nella sua carriera ha già vinto tanto, tra cui 4 Classiche Monumento su cinque e un Mondiale. L’uomo della Lotto Soudal vuole diventare come Van Looy, Merckx e De Vlaeminck, gli unici corridori al mondo ad aver messo la loro firma su tutte e 5 le Monumento. “Non sarà facile gareggiare in questa stagione. I più fortunati hanno corso fino alla Parigi-Nizza e quindi è impossibile fare qualunque previsione”. Il campione belga farà tre corse in Italia, debutterà a Strade Bianche, per poi continuare alla Milano-Torino e arrivare così alla Sanremo. Per Gilbert i veri favoriti saranno i giovani che hanno un motore più reattivo, lui ha esperienza ma adesso si definisce meno brillante. I corridori e le squadre del Belgio sgomiteranno per giocarsi la vittoria in una delle nostre corse, ma non sarà facile per nessuno. “Per essere veramente competitivo avrei bisogno di più gare, mentre arriverò alla Sanremo con solo due corse sulle gambe. Veramente poco per essere al top, ma penso che la maggior parte dei corridori sarà nella mia condizione”.  
La Lotto Soudal con Gilbert schiererà anche De Buyst, Ewan, Frison, Hansen, Maes, Van der Sande. Per Gilbert un possibile vincitore potrebbe essere proprio il compagno di squadra Caleb Ewan.
Per quanto riguarda invece Strade Bianche Troveremo De Buyst, Goossens, Hansen, Van der Sande, Vermeersch e il nostro giovane Oldani, presente anche al Lombardia con Cras, Goossens, Holmes, Marczynski, Van der Sande e Wellens. 
Tra i campioni del Belgio ci sarà l’oro olimpico di Rio, Greg Van Avermaet. Il portacolori della CCC riprenderà la sua stagione con la classica Toscana, per proseguire con il Trittico Lombardo e la Milano-Sanremo. “Nonostante il Coronavirus i miei obiettivi non sono cambiati e punterò ancora sulle classiche e sul Tour. Partirò subito con Strade Bianche, una corsa che mi piace molto e  che spero di vincere immediatamente”. 
Per quanto riguarda la Deceuninck Quick Step, mancano ancora molte ufficializzazioni, il francese Julian Alaphilippe, sarà sia a Strade Bianche che alla Sanremo e per Gilbert, il grande favorito è proprio lui. Per il momento il Wolfpack non ha sciolto le riserve e per farlo vuole aspettare la fine del ritiro in quota in Italia. Per certo si sa che Remco Evenpoel farà il suo esordio in Italia al Lombardia, per concentrarsi poi sul Giro d’Italia. "Proverò ad essere in ottime condizioni - ha detto il campione europeo della cronometro -Il Lombardia  è una corsa bellissima e prestigiosa. Ne abbiamo già parlato in squadra. Ci andremo con una formazione forte perché non sarà facile portare a casa la vittoria. Se devo confrontarlo con una gara che ho già fatto, penso subito a la Classica San Sebastian. Ma penso che il Lombardia sia ancora più pesante. Il clima sarà cruciale quest'anno, potremo facilmente superare i 30 gradi. Questo non mi scoraggia, posso sopportare quel caldo, ma è una Monumento, qualcosa di grande. Difficile  da sopportare, sarà la combinazione di calore, perdita di umidità, discese tecniche e un percorso difficile che rendono questa corsa veramente complicata”.  
Dall’Italia ripartirà anche la stagione di Wout van Aert, il venticinquenne della Jumbo-Visma, che sarà al via di Strade Bianche e Milano-Torino.
Sarà interessante, quindi, vedere Van Aert gareggiare contro Van der Poel. La loro è una sfida nata nel ciclocross e che poi è passata alla strada e la classica senese, sarà la corsa che in molti aspettano, per vedere questo duello.
Ma se i Belgi sono disposti ad attaccare subito, gli altri Paesi non resteranno a guardare e ancora una volta, saranno le nostre corse ad appassionare il pubblico e a premiare grandi campioni.
L’Italia anche sarà in prima fila e se il Belgio cercherà una vittoria, i nostri corridori certamente non regaleranno nulla.
 
da Il Messaggero a firma di Francesca Monzone
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Davide Fomolo è finalmente raggiante dopo la fuga solitaria di 70 km che gli ha permesso di conquistare il successo nella terza tappa del Giro del Delfinato: «Questa vittoria giunge dopo settimane di allenamento in altura con la squadra e...


La seconda Classica Monumento della stagione,  ultima corsa di agosto targata RCS Sport,  si prospetta come uno scontro generazionale tra corridori di esperienza pluriennale e giovani emergenti.  Tra i nomi di spicco il vincitore dell'edizione 2019 Bauke Mollema, il trionfatore del Giro d'Italia 2019 Richard Carapaz,...


Davide Formolo firma una vera e propria impresa tricolore. Il campione italiano è stato protagonista di una bellissima azione solitaria (70 km di azione individuale per il veronese), staccando i compagni di fuga sul Col de la Madeleine e andando...


Dopo il titolo dell'Inseguimento e il  secondo posto ottenuto ieri nel campionato italiano della corsa a punti, oggi Manlio Moro brinda al titolo tricolore dell'Ominium. Il friulano classe 2002 che difende i colori della Borgo Molino Rinascita Ormelle ha concluso...


La quinta ed ultima prova della Transmaurienne Vanoise, gara internazionale di mountain bike, ha ribadito l’egemonia delle ragazze del Trinx Factory Team che hanno letteralmente sbriciolato la resistenza delle avversarie nelle classifiche Donne Elite con Eva Lechner, e Donne Juniores...


Fabio Felline ritrova finalmente il sorriso dopo aver trascorso alcuni giorni difficili a causa dei postumi di una caduta che lo ha costretto a fare i conti con un'infrazione alla sesta costa. «Dopo qualche giorno di riposo ho ripreso a...


«Mancanza di sicurezza, distanziamento sociale non garantito e viabilità stradale fuori controllo»: questo il motivo che ha unito maggioranze e opposizioni di alcuni Comuni del Lago di Como che hanno fatto giungere la loro voce attraverso il sindaco di Oliveto...


4 gare in 4 giorni per i ragazzi del Team Colpack Ballan. Si comincia la DOMENICA con un doppio impegno, a Camerata Picena, in provincia di Ancona, con Antonio Tiberi e Andrea Piccolo in una prova contro il tempo con...


Per un Lombardia che non ha orecedenti nella storia, la Trek Segafredo mette in campo due corridori che questa classica momumento l’hanno già vinta: Bauke Mollema (2019) e Vincenzo Nibali (2015 e 2017, oltre al secondo posto nel 2018). Bauke...


Daniel Martin è stato coinvolto ieri nella caduta che si è verificata prorpio ai piedi del Col de Porte. L’irlandese della Israel Start Up Nation è finito a terra con Higuita e Latour tra gli altri e, dopo essere rimasto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155