GUERCILENA. «GIULIO DEVE CRESCERE ANCORA TANTISSIMO»

TOUR DE FRANCE | 12/07/2019 | 11:30
di Guido La Marca

È tornato in Francia ieri dopo qualche giorno al Giro Rosa, ma non è riuscito a salire al traguardo de La Planchedes Belles Filles. Luca Guercilena, team manager della Trek Segafredo, ha seguito il finale di tappa nell’hotel di Belfort che ha ospitato il suo team.

«Mi è spiaciuto non essere al traguardo, visto come sono andate le cose - ha raccontato il manager milanese a tuttobiciweb - ma ho provato ugualmente una grande emozione. La maglia gialla a noi di Trek Segafredo mancava dal 2015, quando l’aveva indossata Fabian Cancellara che, però, l’indomani sulle strade del Belgio è stato costretto al ritiro a causa di una caduta. Ho aspettato Giulio Ciccone in albergo, l’ho abbracciato e ho condiviso la sua gioia con tutto il team».

E adesso cosa cambia?
«La maglia gialla è un onere e un onore, lavorereremo per difenderla come è giusto che sia, ma dobbiamo restare con i piedi per terra, tanto noi quanto lui. Il nostro dovere è quello di pensare al bene di Giulio e in questo ci vogliamo impegnare».

Spiegaci.
«Ho sentito parlare di nascita del nuovo Nibali, per esempio... Ripeto, restiamo con i piedi per terra: Giulio deve crescere ancora tantissimo, deve lavorare e migliorare nelle cronometro, nella gestione della corsa, anche nel frenare almeno in parte la sua esuberanza, ovviamente senza cancellarla perché è parte del suo Dna. La realtà è che siamo consapevoli di avere un bello scalatore che ieri, in un finale durissimo, ha ceduto di fronte ad un ottimo cacciatore di classiche come Teuns, frenato anche dll’inevitabile mancanza di brillantezza che accusa un corridore come lui, che arriva da un Giro d’Italia dispendisoso nel quale è andato spesso all’attacco cercando il risultato e la maglia azzurra, obiettivi peraltro entrambi centrati. Noi e lui abbiamo la consapevolezza di partire da un’ottima base e siamo pronti a lavorare sodo per crescere insieme».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'eritreo Mulu Hailemichael ha vinto a Huye la seconda tappa del Tour du Rwanda. Il portacolori della Nippo Delko Provence, classe 1999, ha preceduto allo sprint il colombiano Restrepo della Androni Giocattoli - Sidermec e l'eritreo Biniam Girmay Hailu, anche...


Un altro podio in stagione e una vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec che nella seconda tappa del Tour du Rwanda ha visto chiudere al secondo posto Jhonatan Restrepo. Il colombiano dei campioni d’Italia conferma così il suo brillante inizio...


Sotto il sole degli Emirati, Mauro Vegni divide i suoi pensieri fra la corsa - della quale è direttore - e l'Italia. Stamane, prima della partenza della seconda tappa del Tour, il dirigente del RCS Sport ha spiegato: «La situazione...


Un cambio netto per lasciarsi alle spalle un 2019 avaro di soddisfazioni. Romain Bardet, dopo sette anni in cui si è concentrato esclusivamente sul Tour de France, ha deciso di puntare per la prima volta sul Giro d’Italia. Ecco perché il Tour...


Operazione antidoping dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria: fatta luce su una morte sospetta e smantellato un ingente traffico di anabolizzanti in palestre e nelle competizioni sportive; nove le misure cautelari personali, tra cui un forestale, e 20...


«Non è sempre facile essere me, ma i ciclisti... so­no masochisti». La bici è sofferenza, anche se sei un fenomeno. An­che se sei passato professionista a 18 anni e pronti-via hai sorpreso il mondo e te stesso vincendo fior di...


Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155