APPENNINO. L'ITALIA VARA UNA NAZIONALE MISTA

PROFESSIONISTI | 04/04/2017 | 15:47

Sarà una corsa molto dura la 78^edizione del Giro dell’Appennino in programma domenica 9 aprile: pochissima pianura e tanta salita con arrivo confermato a Chiavari dopo 199 km di sfida.

Per dare continuità all’attività azzurra, il coordinatore delle Nazionali, Davide Cassani su indicazione del CT di categoria, Marino Amadori, hanno convocato questi atleti per la corsa che rientra nel nuovo circuito “Ciclismo Cup 2017”:

Leonardo Basso General Store bottoli Zardini

Damiano Cima Viris-Maserati-Sisal Matchpoint-L&L

Filippo Fiorelli Beltrami Tsa Argon 18 Tre Colli

Lorenzo Fortunato Hopplà Petroli Firenze

Umberto Orsini Team Colpack

Francesco Romano Team Pala Fenice A.S. D.

Manuel Senni Bmc Racing Team

Giacomo Zilio Zalf Euromobil Désirée Fior

La Nazionale così composta: quattro uomini élite-dilettanti (Basso, Cima, Fiorelli e Orsini) che avranno la possibilità di mettersi in luce in una gara come il Giro dell’Appennino, tre giovani U23 per poter fare esperienza ed un atleta professionista, Manuel Senni che sarà il punto di riferimento in gara per tutta la Nazionale.

Percorso 2017 - Partenza da Serravalle con arrivo a Chiavari dopo 199km. Per la prima volta nel percorso non ci sarà il Passo della Bocchetta, né dal versante ligure né da quello piemontese. Il tracciato, più impegnativo di quello del 2016, presenta pochissima pianura, anche all’inizio. Dopo un primo passaggio da Chiavari con già un buon numero di salite e strappi sulle gambe, la corsa affronterà due nuove salite: a circa 30 chilometri dall’arrivo ci sarà il Monte Domenico, salita di 6 km al 6.2% con gli ultimi 2000 metri al 9.5% medio, poi ci sarà l’ascesa di Leivi che si concluderà da soli 9 km dall’arrivo, quasi tutti in discesa. Complessivamente la corsa misura 199 chilometri.

Le squadre iscritte sono 18 di cui cinque Professional, undici Continental e due rappresentative Nazionali: Italia e Russia, quest’ultima con un team U23.

Copyright © TBW
COMMENTI
Preveggenza?
5 aprile 2017 08:39 piuomeno
Lorenzo Fortunato è un ragazzo che, nelle categorie giovanili, ha primeggiato con autorevolezza. Qualcuno del ciclismo "che conta" ha puntato gli occhi su di lui ed alcuni, con malizia, hanno pronosticato una sorta di "assicurazione sul futuro" per lui. Ora, sebbene nelle categorie a seguire le prestazioni non siano state all'altezza delle spettative, queste convocazioni in azzurro hanno dimostrato buona preveggenza.
Maurizio

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tempo di ripartneza anche in terra svizzera e subito brillanti risultati per i ragazzi dell Vc Mendrisio diretti da Dario Nicolett. Nella corsa in salita Grono - Rossa, che ha difatto segnato la ripresa agonistica, infatti, si è imposto il...


E’ il 12 lugIio 1990, al Tour de France si corre la cronometro Fontaine-Villard de Lans, 33 chilometri con tratto finale in salita. La tappa se l’aggiudica lo specialista Erik Breukink, e Claudio Chiappucci, ventisettenne lombardo di Uboldo, diventa leader...


È un libro da sorseggiare, gustare e assaporare in tutte le sue declinazioni, che sono perlomeno tre, visto che Davide Cassani e Giacomo Pellizzari in sella alle loro biciclette ci indicano percorsi, ma ci suggeriscono anche cosa vedere o mangiare....


Va in scena oggi la quarta tappa  del Tour de France virtuale, lungo un percorso di 45, 8 chilometri disegnato nel sud ovest della Francia: sulla carta un’altra frazione piuttosto semplice, destinata a corridori potenti e alle ruote veloci. Ricordiamo...


Sarebbe il momento migliore dell’anno per fare il Col du Telegraphe, il Col d’Aubisque, l’izoard, il Col de Tourmalet o la gloriosa Alpe d’Huez visto che le giornate estive sono il periodo migliore per frequentare questi iconici passi in bicicletta....


Finalmente si alza il sipario sulla III edizione di Italian Bike Festival. Dopo mesi di incertezze, la più grande manifestazione italiana dedicata al mondo della bike industry, agli appassionati di ciclismo e cicloturismo è pronta a confermare le date già...


  Dopo le due riunioni su pista al Velodromo di Firenze, il ciclismo toscano propone in questo mese di luglio due cronoscalate, ricordando personaggi storici del pedale. Martedì 14 luglio alle ore 21  infatti, al circolo Fosco Bessi a Settimello...


L’ultracycler ticinese Valentina Tanzi (damaceleste.com), dopo aver percorso l'anno scorso i deserti americani in sella alla sua bici da corsa - 3a donna assoluta nella durissima Race Across The West - quest'anno, con il suo progetto "Yes, I can!", voleva...


“Sono felice di aver visto questi atleti delle 8 squadre Continental Italiane arrivare fino a Vo’. Voglio fin da ora dire che ci impegneremo per far diventare questo itinerario Codogno - Vo’ una classica del ciclismo giovanile italiano”. Con queste...


Diceva il vecchio adagio «anno bisesto, anno funesto...». Beh, diciamo che finora il 2020 non ci ha fatto mancare davvero nulla, nemmeno oggi nel giorno della ripartenza delle corse. La crono di Roveredo di Guà, infatti, è stata sospesa a...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155