GAZPROM COLNAGO. Festa grande per Firsanov

PROFESSIONISTI | 28/03/2016 | 15:38

Grande soddisfazione per la Gazprom-Rusvelo, che conquista la vittoria finale alla Settimana Coppi&Bartali grazie a Sergei Firsanov. Sull’arrivo di Pavullo, che consegna il successo di tappa a Stefano Pirazzi della Bardiani Csf, Firsanov è sesto. E mette al sicuro la maglia di leader, precedendo nella classifica generale Mauro Finetto della UniEuro Wilier e lo stesso Pirazzi. Nella tappa conclusiva della Settimana Coppi&Bartali, Firsanov è infatti riuscito a difendere il suo primo posto in classifica sia dagli attacchi di Pirazzi che da quelli del Team Sky, particolarmente attivo in questi giorni di gara.


Dopo il successo nella cronosquadre per quartetti nella tappa di Gatteo e la vittoria di Firsanov l’indomani a Sogliano sul Rubicone, per la Gazprom-Rusvelo arriva così il primo grande successo stagionale. 


«Siamo molto contenti», spiega il direttore generale del team, Renat Khamidulin. «La tappa conclusiva è stata molto difficile, anche perché il Team Sky ha manutenuto un ritmo altissimo. Ma tutta la squadra ha lavorato bene e sono contento per Firsanov, che dopo l’arrivo era molto emozionato. È uno scalatore con grandi qualità, che troppo spesso in carriera è stato condizionato dalla sfortuna. Questa volta è andato tutto bene e voglio ringraziare gli organizzatori di questa splendida gara, Adriano Amici e tutto il suo staff, a cui partecipiamo da diversi anni». 


Per la Gazprom-Rusvelo, il successo alla Settimana Coppi&Bartali è una nuova importante tappa del processo di crescita, che conferma le qualità di un team giovane e ambizioso, determinato a dimostrare il proprio valore anche nel prossimo Giro d’Italia. 

«Il successo alla Settimana Coppi&Bartali», prosegue Renat Khamidulin, «ci dice che stiamo lavorando nel modo efficace. Ora avremo un altro importante banco di prova, al prossimo Giro del Trentino. Sappiamo di avere imboccato la strada giusta e dovremo continuare in questa direzione».

english_version.jpg 


 

Great satisfaction for the Gazprom-RusVelo, which obtains the final victory in the Settimana Coppi&Bartali with Sergei Firsanov. On the arrival of Pavullo, where Stefano Pirazzi of Bardiani Csf wins, Firsanov is sixth. With this result he secures the leader's jersey, ahead in the overall standings of Mauro Finetto of UniEuro Wilier and the same Pirazzi. In the concluding stage of the Settimana Coppi&Bartali, Firsanov has managed to defend its first place in the standings from Pirazzi’s attacks and from those of Team Sky, particularly active in these days of competition.

After the success in the team time trial for quartets in the stage of Gatteo and the victory of Firsanov in Sogliano sul Rubicone, the Gazprom-RusVelo comes to the first great victory of the season. «We are very happy», general manager of the team, Renat Khamidulin, says. «The last stage was very difficult, because the Team Sky has maintained a high pace. But the whole team worked well and I'm happy for Firsanov: after the arrival he was very excited. He is a climber with great qualities, but in his career he was too often affected by bad luck. This time everything went well and I want to thank Adriano Amici and all his staff, the organizers of this great race, in which we participate for several years».

For the Gazprom-RusVelo, the success in Settimana Coppi&Bartali is a new and important stage of the growth process, which confirms the quality of the young and ambitious team, determined to prove its value even in the next Giro d’Italia. «The success of the Settimana Coppi&Bartali», Renat Khamidulin continues, «tells us that we are working efficiently. Now we will have another important test, the next Giro del Trentino. We know we have chosen the right path and we must continue in this direction».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il Giro della Valle d'Aosta, chiuso in terza posizione, gli ha dato la perfetta condizione di forma e subito Mattia Petrucci l'ha sfruttata a dovere. Colpo vincente del veronese della Colpack Ballan nella Coppa città di Ovada per dilettanti che...


Sul traguardo di Quaregnon, Fabio Jakobsen mette a segno la sua doppietta personale e chiude tra gli applausi il Tour de Wallonie. L'olandese della Deceuninck Quick Step, che aveva vinto a Zolder nella seconda tappa, si è ripetuto nella frazione...


Richard Carapaz è al settimo cielo quando si presenta in sala stampa con l'oro olimpico al collo: «È stata una giornata un po' pazza, una corsa molto dura, io ho avuto pazienza e aspettato il mio momento, poi ho avuto...


Wout van Aert rende onore al suo avversario e nasconde la sua delusione dietro ad una splendida medaglia d'argento: «Corro sempre per vincere ma oggi sono molto più felice che ai mondiali di Imola 2020, ho sempre un argento al...


Tadej Pogacar sorride al traguardo, sorride sul podio e sorride anche incontrando i giornalisti in conferenza stampa: «Sono felicissimo per il terzo posto, ho dato il massimo, sono super super contento di essere riuscito a salire sul podio dei Giochi...


Richard CARAPAZ. 10 e lode. È cambiato il mondo, è cambiato da un po’ e anche questo ragazzo ha contribuito a farlo. Un tempo nazioni come l’Ecuador davano vita alle fughe di giornata: i primi scatti erano i loro. Adesso...


Il CT Davide Cassani analizza la gara dei suoi ragazzi in questa prova olimpica: „Peccato per i crampi di Alberto Bettiol: non sappiamo per quale motivo siano venuti, soprattutto in un tratto di strada facile, era discesa ed è stato...


Con la solita disponibilità Vincenzo Nibali si ferma dopo il traguardo per analizzare la sua prestazione ai Giochi Olimpici: «Ci è mancato il risultato finale ma abbiamo corso davvero bene, abbiamo giocato le nostre carte nel modo giusto. Abbiamo cercato...


Sessantasette atlete per 39 nazioni: sarà questo il quadro della prova in linea femminile che si disputerà domani, con partenza alle ore 6 italiane. Sarà una gara atipica, formazioni ridotte all'osso - le nazionali migliori possono schierare solo 4 atlete...


Gianni Moscon è il primo degli azzurri che si fermano ai microfoni dei cronisti al termine della prova olimpica in linea di Tokyo2020 e spiega: «È stata una corsa durissima, nella quale il caldo ha fatto la differenza. Noi abbiamo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI