Camaiore, una vigilia con il Premio Sport

PROFESSIONISTI | 27/02/2013 | 18:45
Il G.P. Camaiore ha vissuto il suo consueto preludio nella consegna del “Premio Sport”, che ha visto la Scuola Media Rosso di San Secondo di Capezzano Pianore quale inedita location dell’evento.
Un riconoscimento istituito nell’ormai remoto 1966, voluto e portato avanti fino ai giorni nostri dall’Amministrazione Comunale di Camaiore che quest’anno ha inteso premiare la Squadra Nazionale Paralimpica di Ciclismo, rappresentata nell’occasione dal tecnico Mario Valentini e dall’atleta Giorgio Farroni. Accompagnati da Alfredo Martini, figura nobile dello sport delle due ruote, gli ospiti si sono sottoposti alla raffica di domande che gli studenti, fortemente coinvolti, hanno loro avanzato.
Mario Valentini, sollecitato da Fabrizio Diolaiuti – conduttore del vernissage – ha mostrato una profonda umanità, perfettamente coniugata a una indiscutibile competenza tecnica. Doti che nel corso della sua lunga carriera, gli hanno permesso di confezionare un ineguagliabile palmares di successi.
«È la prima volta che la nostra Nazionale riceve un riconoscimento che intende premiare il concetto di collettivo. Siamo onoratissimi di questo, perchè è soprattutto attraverso questa filosofia che si realizzano poi le nostre imprese. La logica di gruppo e la voglia di creare qualcosa tutti insieme» - ha spiegato l’esperto cittì agli studenti e a tutti i presenti nell’aula magna, aggiungendo poi come «valutando il loro impegno e la loro straordinaria abnegazione, mi chiedo se il disabile non sia piuttosto io, assolutamente deficitario nei loro confronti, in moltissimi contesti».
Apprezzamenti poi ribaditi da Alfredo Martini che rivolgendosi agli studenti, ha voluto lanciare un messaggio improntato all’ottimismo: «Non lasciatevi influenzare da chi dice che le cose vanno male. Buttatevi verso la vita. Voi rappresentate il domani che tutti auguriamo possa essere migliore di oggi. Non c’è niente di più brutto che togliere la speranza alla gente» aggiungendo, sempre rivolgendosi alla schiera di adolescenti presenti, che «lo studio può conciliarsi ottimamente con lo sport. Guai a ritenere che essi non possano essere compatibili. Anzi, l’uno può essere propedeutico per l’altro». Infine, il Presidente onorario della nostra Federciclismo ha voluto lanciare un’ultima esortazione prendendo spunto proprio dagli atleti diversamente abili: «Dovete essere fedeli alle scelte che farete nella vita. Ponderarle bene e poi crederci fino in fondo. Non vi lasciate andare, non perdetevi d’animo. L’uomo possiede un’incredibile forza interiore e questi atleti sono la massima espressione di tale concetto».
È stata poi la volta di Giorgio Farroni - medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra nella corsa in linea mixed T1-T2 del 2012, pluridecorato come campione italiano su strada, in pista e a cronometro – che si è sottoposto alle domande e alle curiosità degli studenti. «Perché hai scelto il ciclismo? Sei stato condizionato in questa scelta? Hai mai vissuto momenti meno belli nel corso della carriera?». Reattivo e diretto, non si è fatto attendere l’atleta nelle risposte. «Non mi sono lasciato condizionare da nessuno. Soltanto la mia testardaggine e la propensione all’agonismo hanno determinato la mia scelta. Mi piace l’agonismo e confrontarmi in gara con l’avversario e il cronometro…….I momenti peggiori? Ogni sconfitta è uno stimolo a rimediare. Ogni vittoria, uno stimolo in più per fare meglio».
Nel momento della premiazione era presente l’Amministrazione Comunale in larga scala: il Sindaco Alessandro Del Dotto, l’Assessore alla Cultura e lo Sport Veronica Cortopassi,  l’Assessore all’Istruzione Sandra Galeotti, concludendo con il rappresentante dell’Assessorato che ha la titolarità della corsa: Carlo Alberto Carrai, Assessore al Turismo.
L’opera, realizzata dall’artista Enrico Morelli, rappresenta la sfera, simbolo primordiale della circolarità della vita.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI