GIRO LIVE. Prima tappa rosa per Domenico Pozzovivo

| 13/05/2012 | 10:43
Buongiorno amici, tutto è pronto per l'ottava tappa del Giro d'Italia, la Sulmona-Lago Laceno di 229 chilometri. Giusto il tempo di gustare uno dei buonissimi confetti di Sulmona ed è tempo di partire.

ore 10.45. Il gruppo si incolonna, anche oggi tanta gente a far festa attorno alla carovana rosa. Oggi si toccano Abruzzo, Molise e Campania.

ore 10.55. Il plotone pedala verso il km 0, c'è sole su Sulmona. Ryder Hesjedal. lo ricordiamo, è il primo canadese della storia ad indossare la maglia rosa.

ore 10.59. Si abbassa la bandierina per il via ufficiale della tappa.

ore 11.06. Qualche nuvola comincia a coprire il cielo lungo la strada che aspetta il Giro d'Italia. Come avevamo annunciato, non è partito Daniele Bennati. Sono in 192 i corridori ancora in corsa.

ore 11.10. Gruppo compatto al km 8. Radiocorsa informa che... non c'è nulla da segnalare.

ore 11.20. Stiamo pedalando verso il Piano delle Cinque Miglia in un paesaggio che ricorda da vicino quello del Carso.

ore 11.30. Quella di oggi è la quarta tappa consecutiva che supera i 200 chilometri e questa è una difficoltà in più per i corridori.

ore 11.33. Ricordiamo che la tappa di oggi è dedicata a Marco Pantani che a Lago Laceno fu protagonista nel 1998, anche se fu battuto dallo svizzero Zuelle. Nel ricordo di Marco, leggete il bell'articolo di Gian Paolo Porreca che abbiamo postato stamane su tuttobiciweb.

ore 11.35. Si ritira l'olandese Dennis Van Winden. Sofferente al ginocchio - ieri aveva tagliato il traguardo per ultimo - il corridore della Rabobank ha provato a ripartire ma si è arreso al dolore.

ore 11.40. Sulla salita verso Roccaraso comincia la bagarre. Al km 10 evadono Berard (Ag2r), Minguez (Euskaltel), Amador (Movistar) e Marczynski (Vacansoleil). In breve il loro vantaggio sale a 2'16 su un terzetto composto da Clement (Rabobank), Barta (NetApp) e Keizer (Vacansoleil) e a 2'30" su un altro terzetto composto da Frank (BMC), Rabottini (Farnese Selle Italia) e Carrara (Vacansoleil). Il gruppo pedala a 2'40".

ore 11.58. Superata Roccaraso, al km 35 i quattro fuggitivi hanno 2'30" sul gruppo. I contrattaccanti sono stati tutti ripresi dal gruppo. Rircodiamo che i fuggitivi sono Berard (Ag2r), Minguez (Euskaltel), Amador (Movistar) e Marczynski (Vacansoleil).

Ore 12.00 Dopo un'ora di corsa la velocità media è di 35, 600 km/h.

ore 12.07. La bagarre è finita, i fuggitivi se ne vanno ed il loro vantaggio è ormai dell'ordine dei 5 minuti.

Ore 12.15 Emanuele Sella (Androni) chiede l'intervento del dottor Tredici, medico di gara. A quanto pare sta soffrendo un forte mal di pancia.

Ore 12.20 Al km 46 il quartetto al comando procede con 7'40" sul gruppo.

Ore 12.46 Al km 58 la fuga ha un vantaggio di 9'36", il gruppo continua a lasciar fare.

Ore 13.00 Al primo gpm di giornata passa per primo Marczynski (Vacansoleil) davanti a Minguez (Euskaltel) e Berard (Ag2r).

Ore 13.17 A Isernia (km 71) i quattro al comando fanno registrare un vantaggio di 11'00. Amador, essendo il migliore in classifica tra i fuggitivi, è maglia rosa virtuale.

Ore 13.35 La fuga di Berard (Ag2r), Minguez (Euskaltel), Amador (Movistar) e Marczynski (Vacansoleil) prosegue pacifica, almeno quanto il gruppo che per ora non sembra per niente intenzionato a lanciarsi seriamente all'inseguimento.

Ore 13.48 Il vantaggio dei fuggitivi cala leggermente. Al km 106 è di 10'20".

Ore 14.10 Passano i chilometri, ma la situazione rimane invariata. Il ritardo del gruppo dalla fuga si è assestato sui 10'.

Ore 14.15 In località Morcone, al km 124, il vantaggio dei quattro di testa è di 10'50". La media dopo la terza ora di corsa è di 37, 300 km/h.

Ore 14.33 Mancano una novantina di chilomteri al traguardo e finalmente qualcosa dal gruppo inizia a muoversi. Cala a 9'30" il vantaggio dei quattro di testa.

Ore 14.38 I fuggitivi continuano a perdere secondi (8'). Guidano il gruppo le squadre degli uomini che puntano alla classifica: la Garmin di Hesjedal, la BMC di Pinotti e la Liquigas di Basso.

Ore 14.45 La media di corsa finora è di 38, 664 km/h, da ora in poi non  farà che crescere. Il cielo è grigio (24°) e i corridori stanno incontrando un leggero vento contrario.

Ore 14.46 Mentre la crosa prosegue, ci arrivano notizie su chi in corsa non c'è più. Il medico della Radioshack Nino Daniele spiega che Daniele Bennati è stato colpito da una bronchite che gli ha provocato febbre alta. Per questo il velocista aretino oggi non ha preso il via e si è diretto verso casa dove si curerà per riprendersi il prima possibile.

Ore 14.50 Il gruppo ha proprio iniziato a darci dentro e sta continuando a recuperare terreno sui quattro al comando, che conservano 7'.

Ore 14.55 Al lavoro in testa al gruppo ora maglie Astana e Katusha. Tiralongo tenterà il bis? Purito Rodriguez cercherà di impedirglielo?

Ore 15.00 A 75 km dal traguardo il gap scende sotto i 6'00". Sull'ammiraglia della Movistar che segue Amador scoviamo Chente Garcia Acosta, grande gregario spagnolo, che ha appeso la bici al chiodo l'anno scorso ed è alla sua prima esperienza in ammiraglia.

Ore 15.02 Ci segnalano che sul traguardo di Lago Laceno soffia un forte vento. In corsa invece cresce l'andatura (la media dopo 4h di gara sfiora i 40 km/h) ma anche la temperatura, ora di 28°.

Ore 15.09 A Benevento l'alfiere della Vacansoleil Marczynski si aggiudica l'unico traguardo volante di giornata. Mark Cavendish è passato primo del gruppo al tv conquistando due punti per la classifica a punti.

Ore 15.11 Quando i fuggitivi sono a San Giorgio del Sannio (con 3'50"), ne approfittiamo per mandare i nostri saluti a Paolo Serino, appassionato organizzatore della Coppa Papà Espedito, corsa per dilettanti di ottimo livello.

Ore 15.20 Sul traguardo ad attendere i corridori è presente Gian Paolo Porreca, firma de Il Mattino e di tuttoBICI, cardiochirurgo e professore universitario che da sempre ama il ciclismo e che sta lavorando con passione per portare il Giro d'Italia a Napoli il prossimo anno.

Ore 15.25 Continua la fuga, ma senza più l'accordo delle prime ore di gara. Tra scatti e controattacchi si staccano Berard e Minguez. Al comando restano Amador (Movistar) e Marczynski (Vacansoleil) con all'incirca 3' sul gruppo.

Ore 15.35 Mancano 50 km al traguardo, siamo in Irpinia, angolo di Campania famoso per la produzione di castagne igp.

Ore 15.37 La strada è occupata dal presidio dei lavoratori della Iris Bus di Montemileto. Grazie alle forze dell'ordine i manifestanti non riescono a ostacolare il passaggio della corsa.

Ore 15.40 Nonostante le proteste la tappa prosegue. I due di testa guadagnano qualcosa, ora hanno 4'33" sul gruppo che ha ripreso Berard.
Amador è sempre maglia rosa virtuale.

Ore 15.50 Risale a 5' il vantaggio dei due fuggitivi rimasti in avanscoperta.

Ore 15.52 Giornata storica per il Venezuela con la vittoria di Pastor Maldonado nel GP di Spagna nella Formula 1. Assisteremo a una replica in campo ciclistico con Rujano e compagni?

Ore 15.55 Mancano 40 km a Lago Laceno. I due battistrada conservano 3'20" su Minguez (Euskaltel) e 4'17" sul gruppo.

Ore 15.57 Ripreso Minguez dal gruppo, che insegue i due di testa a 4'00" di ritardo.

Ore 16.10 Caduta di Meier (GreenEdge) senza conseguenze.
Quando mancano poco più di 30 km al traguardo i due al comando conservano 2'40".

Ore 16.17 Dopo una breve ascesa, i corridori sono lanciati in discesa all'inseguimento del polacco e dello spagnolo al comando (1'42").

Ore 16.20 Foratura e scivolone per la maglia bianca Peter Stetina, che sta provando a rientrare in gruppo. Nessun compagno di squadra si è fermato ad aiutarlo. Per sua fortuna può sfruttare la scia delle ammiraglie.

Ore 16.26 Il leader della classifica dei giovani si è riagganciato alla coda del gruppo, ora sta cercando di risalire posizioni. Meno di un minuto invece il vantaggio dei due ancora in fuga.

Ore 16.32 Ripresi Marczynski (Vacansoleil) e Amador (Movistar) a -17 km dal traguardo. Caduta, senza conseguenze, di Schorn (NetApp). Stetina rientra in gruppo aiutato dal compagno di squadra Bauer.

Ore 16.35 Ai piedi della salita il gruppo è guidato dall'Astana. Il team kazako punterà su capitan Kreuziger o tenterà il bis con Tiralongo?

Ore 16.40 Iniziata la salita. A dettare il ritmo in prima posizione Enrico Gasparotto. In tanti perdono le ruote del gruppo dei migliori. Si stacca anche la maglia azzurra Miguel Angel Rubiano Chavez (Androni).

Ore 16.45 Caduta e foratura per Valerio Agnoli (Liquigas), che rientra senza troppe difficoltà sul gruppo principale.

Ore 16.47 Dopo un breve tratto pianeggiante inizia la salita vera e propria. Sempre grande lavoro degli Astana sul Colle Molella.

Ore 16.50 Il gruppo dei big ora si trova nei chilometri più impegnativi della salita, che in questo momento tocca una pendenza del 10 %. Ora al comando Szmyd con a ruota Capecchi e Ivan Basso.

Ore 16.50 Nelle prime posizioni tutti gli uomini di classifica.
Mancano 3 km al gpm, 7 km all'arrivo.

Ore 16.52 In coda tiene duro la maglia rosa Ryder Hesjedal, che cerca di limitare i danni salendo del proprio passo.

Ore 16.53 Scatta Domenico Pozzovivo nel punto più impegnativo della salita (12%). L'atleta della Colnago Csf esalta i tifosi lucani accorsi per lui a bordo strada.

Ore 16.55 Nessuna reazione dal gruppo tirato sempre dalla Liquigas. Dom Dom ha già 30" di vantaggio sui diretti avversari.

Ore 16.56 Scatta Intxausti della Movistar. Pozzovivo è a 1 km dal gpm.
Tra gli altri perdono contatto Pinotti, Cunego e Visconti.

Ore 16.58 Pozzovivo è primo al gpm di Colle Molella con 28" sullo spagnolo e 44" sul gruppo. Ora il campioncino lucano deve affrontare gli ultimi 4 km tra pianura e discesa.

Ore 17.00 Pozzovivo pedala bene con un rapportone molto duro, ancora 3 km al traguardo di Lago Laceno e 22" su Intxausti.

Ore 17.02 Triangolo rosso: Pozzovivo è sempre solo e sogna la sua prima vittoria al Giro d'Italia.

Ore 17.03 Domenico, incitato dall'ammiraglia da Roberto Reverberi,  ha ancora un buon margine sullo spagnolo (22") e sul gruppo (40").

Ore 17.05 Bellissima vittoria per Domenico Pozzovivo, che aveva nel mirino questa tappa, quella di casa, da tanto e la vince alla grande.
In 2a piazza arriva Intxausti (Movistar), Joaquin Rodriguez regola il gruppo giungendo 3°. La maglia rosa resta sulle spalle di Hesjedal.
Damiano Caruso (Liquigas) indossa quella bianca di miglior giovane.

dal Giro d'Italia, Giulia De Maio e Pier Augusto Stagi
Copyright © TBW
COMMENTI
Salvatore Caruso ????? Incompetenti....
13 maggio 2012 19:46 VDBZ
Ma chi è Salvatore Caruso ? Forse Damiano !!!!
Dovreste sapere tutto di ciclismo si Tuttobiciweb!!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Un nuovo incarico attende il presidente della Lega del Ciclismo Professionistico Enzo Ghigo. La Giunta Regionale del Piemonte gli ha affidato questa mattina l'incarico di presidente del Museo del Cinema. Dopo le dimissioni di Sergio Toffetti per la querelle sulla...


La carriera professionistica dei giovani ciclisti italiani più promettenti non poteva iniziare sotto una migliore stella. L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani, in collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana e la Lega Ciclismo Professionistico ha radunato i 23 neoprofessionisti che...


’Quando salgo in bici, ritorno bambino’, confessa Davide Cassani mentre l’affollata sala di Campagnola Emilia in cui si celebrano i vent’anni del Team Sculazzo sprofonda in uno di quei silenzi ricchi di significati che soltanto il grande Martini sapeva generare....


Corsa spettacolo in Martinica con un gruppo di professionisti francesi che ha preso parte alla 17sima edizione della "La Belle Martinique-La Belle Créole" svoltasi a Lamentin. Ad imporsi è stata la stellina transalpina David Gaudu (Groupama FDJ) che ha portato...


Domenica 17 novembre presso l'Auditorium Don Milani-Scuole Medie di Turbigo, con inizio alle ore 10, si terranno le premiazioni annuali del Comitato Provinciale di Milano presieduto da Walter Cozzaglio. Tra i numerosi riconoscimenti "Una vita per il Ciclismo" al presidente...


È ormai diventata un’abitudine: chi partecipa ai criterium asiatici firmati da Aso vive una vigilia particolare, caratterizzata dall’incontro con i tifosi e da quello con le abitudini e le tradizoni locali. Non sono sfuggiti alla regola nemmeno i protagonisti del...


La BORA - hansgrohe completa il proprio organico per la stagione 2020 con l'ingaggio del ventiduenne austriaco Patrick Gamper, che si prepara così a debuttare nel WorldTour.«Confesso che il passaggio al WorldTour è stata una sorpresa fantastica per me, resa...


Tutto cambiato, in testa alla graduatoria della Sei Giorni di Gand e lotta che si fa serratissima con un solo punti a premiare i nuovi leader Ghys e De Ketele rispetto agli olandesi Van Schip e Havik, con i sorprendenti...


  Perché non parlare del ciclismo del futuro? I problemi non mancano ed allora un gruppo di società toscane su imput del dirigente valdarnese Luca Luman ha deciso di costituire su Facebook un gruppo denominato “Idee per il Ciclismo” al...


Il Team Colpack annuncia l’ingaggio del 19enne ceco Karel Vacek che torna a correre in Italia dopo un’anno di esperienza con la Continental americana Axeon guidata da Axel Merckx, ex professionista belga, figlio del Cannibale. Karel è ciclisticamente maturato in...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy