DILETTANTI. La prima volta di Stefano Perego al Valle Scrivia

| 30/08/2011 | 17:36

Le forze in campo sono sempre più livellate e, a differenza della scorsa stagione, ad ogni gara del Bassa Valle Scrivia, si applaude un nome nuovo come oggi con Stefano Perego, bergamasco di Dalmine in livrea Team Colpack che conquista il suo primo successo stagionale, (decimo per il suo Team, la Colpack), battendo allo sprint un talento come Eugenio Alafaci, (Lucchini) ed un emergente come Flavio Valsecchi, (Carmiooro), uno dei corridori più costanti in questo challange tanto che oggi balza al secondo posto della classifica generale a 3 prove dalla conclusione.

Stefano Perego, nato il 21 agosto 1991, dedica questo importante successo alla squadra, ai genitori Ileana e Carlo e alla sua ragazza, Paola, oggi presente al traguardo.

Alafaci (Team Lucchini), invece riconosce la vittoria di Perego e si dichiara contento del proprio rendimento ricordando che è stato fermo per circa due mesi e che è quasi vicino alla riconquista della sua riconosciuta brillantezza agonistica.

Anche Valsecchi è molto soddisfatto della sua corsa ed è consapevole che bisogna avere la gamba per staccare gli avversari e fare la differenza. Oggi sono riuscito ad andare in fuga e rimanere in testa per conquistare i punti necessari per la vittoria finale in questo challange.

La cronaca,

E’ il neo sindaco di Castelnuovo Scrivia, Pierangelo Luise a fare da mossiere ai 95 corridori che hanno preso il via alla gara subito movimentata da un attacco di Bocchiola (Colpack) al quale si sono subito aggiunti il suo compagno Mossali, Karimov, Corna e Iannello del Team Idea; Berta e Canziani (Carmiooro), Richeze (Viris) e Colicino (Garlaschese), 12 chilometri di fuga per loro prima di venire raggiunti dal gruppo.

E’ un continuo susseguirsi di tentativi infatti ora sono Vilella (Carmiooro), Santimaria (Viris) Falco (gerbi), Del Marco (Garlaschese), Fonzi e, ancora l’irriducibile Bocchiola, (Colpack) con Bonusi (Team Idea) ad andare all’attacco mentre Vilella (Carmiooro) si aggiudica il primo dei quattro TV.

Il secondo traguardo volante, tracciato alla fine del quarto giro va a Pacchiardo (Brunero) davanti al gruppo sfilato in lunga fila.

In questa fase sono moltissimi i tentativi di fuga che costringono alla resa molti concorrenti; tra i più attivi ancora Federico Vilella (Carmiooro) che si aggiudica il terzo TV e tutti i ragazzi del Team Colpack.

Si forma al comando un plotone di 30 unità che chilometro dopo chilometro perde pezzi e al passaggio dell’ottavo giro, sono 10 i fuggitivi che transitano sotto il quarto traguardo volante vinto da Matteo Azzolini (Viris Vigevano) mentre i 10 fuggitivi concluderanno la corsa assieme ad eccezione di Federico Vilella (Carmiooro) che si rialza durante l’ultimo giro.

Poi la volata finale quasi senza storia con Stefano Perego ben lanciato dal suo compagno Giacomo Mossali, parte un po’ lungo e riesce a contenere la brillante rimonta di Alafaci che però riesce solamente a contenere il distacco dal bravissimo Stefano Perego e per Eugenio Alafaci, una ulteriore conferma del suo valore agonistico e della sua completa ripresa fisica poi, a 2’20” da questo drappello, Vincenzo Bernardelli (Team Lucchini) conquista la decima piazza davanti al suo compagno di squadra Massimiliano Coccoli e gli altri 17 corridori che hanno portato a termine la gara.

Infine la cerimonia protocollare per le premiazioni dei corridori alla presenza del neosindaco di Castelnuovo Scrivia, Luise Pierangelo mentre le note dell’Inno di Mameli, come da bellissima consuetudine per il Basso Valle Scrivia, si diffondono soavi tra gli applausi del folto pubblico presente.

Ordine d’arrivo,

1.       Stefano Perego (Team Colpack) km. 117 in 2h43’23” media kmh. 42,966;

2.       Eugenio Alafaci (Lucchini-Maniva Ski-Tre Colli);

3.       Flavio Valsecchi (Carmiooro-Pool Cantù);

4.       Davide Pacchiardo (Brunero Camel-Pedalando in Langa);

5.       Matteo Azzolini (Viris Vigevano);

6.       Manuel Sanchez Cuevas (GC Garlaschese);

7.       Francesco Sedaboni (Lucchini Maniva Ski-Tre Colli);

8.       Giacomo Mossali (Team Colpack);

9.       Walter Devecchi (GC Garlaschese);

10.   Vincenzo Bernardelli (Team Lucchini Maniva Ski-Tre Colli)

Seguono altri 17 corridori classificati.

                                           Vito Bernardi

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'UCI ha ufficializzato oggi la squalifica per quattro anni di Kristijan Đurasek per infrazione al regolamento antidoping tra il 2016 e il 2019. Il nome del 32enne ciclista croato è emerso nel corso dell'Operazione Aderlass: nelle carte emerge che Đurasek...


Eddy Merckx, cinque volte vincitore del Tour de France, ha dato l'addio a Raymond Poulidor, morto oggi all'età di 83 anni, parlando di "un grande amico che se ne va", in una dichiarazione ad AFP. "È una grande tristezza. Durante...


Il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha ricordato Raymond Poulidor, leggenda del ciclismo transalpino, morto oggi a 83 anni, che rimarrà "per sempre maglia gialla nel cuore dei francesi" per "i suoi exploit, il suo brio, il suo coraggio"....


Un altro lutto, un altro atleta investito e ucciso mentre pedalava. È accaduto in Australia dove ha perso la vita Kieran Modra, pluricampione mondiale e olimpico del paraciclismo. Modra, 47 anni, è deceduto dopo una collisione con un'auto, mentre si...


Un cambio di rotta netto, una decisione forte, una novità assoluta: Romain Bardet ha annunciato ufficialmente i suoi programmi per il 2020 e sceglierà il Giro d’Italia rinunciando al Tour de France.Dopo essere stato protagonista della Grande Boucle negli ultimi...


Nasce oggi una nuova rubrica di tuttobiciweb: Linea Verde. Uno spazio che ci permetterà di presentarvi giovani atleti e giovane atlete, di scoprire i loro pensieri e - più in generale - di farci una fotografia del ciclismo che verrà...


Raymond Poulidor non ce l'ha fatta e questa notte ha concluso la sua corsa terrena. Aveva 83 anni ed era ricoverato dallo scorso 8 ottobre all'ospedale di Saint Leonard de Noblat. Sul finire dell'estate aveva accusato problemi di affaticamento, ma...


  Dopo venticinque anni in bicicletta, quattordici dei quali nel professionismo, Ivan Santaromita ha annunciato il suo addio al ciclismo agonistico: “Lascio senza rimpianti. Non ho più gli stimoli per continuare a gareggiare a grandi livelli. La formazione con la...


Una figlia d'arte si appresta a salire per la prima volta in carriera sul palco degli Oscar tuttoBICI nella serat di gaal ache si svolgerà all'Hotel Principe di Savoia di Milano venerdì 22 novembre: si tratta di Sofia Collinelli, figlia...


Dario Cataldo arriva da una delle sue stagioni più belle e sta ricaricando le batterie in vista di una nuova avventura: dopo cinque stagioni, infatti, l’abruzzese lascerà la Astana per accasarsi alla Movistar per le prossime due stagioni. Abruzzese, classe...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy