DILETTANTI. La prima volta di Stefano Perego al Valle Scrivia

| 30/08/2011 | 17:36

Le forze in campo sono sempre più livellate e, a differenza della scorsa stagione, ad ogni gara del Bassa Valle Scrivia, si applaude un nome nuovo come oggi con Stefano Perego, bergamasco di Dalmine in livrea Team Colpack che conquista il suo primo successo stagionale, (decimo per il suo Team, la Colpack), battendo allo sprint un talento come Eugenio Alafaci, (Lucchini) ed un emergente come Flavio Valsecchi, (Carmiooro), uno dei corridori più costanti in questo challange tanto che oggi balza al secondo posto della classifica generale a 3 prove dalla conclusione.

Stefano Perego, nato il 21 agosto 1991, dedica questo importante successo alla squadra, ai genitori Ileana e Carlo e alla sua ragazza, Paola, oggi presente al traguardo.

Alafaci (Team Lucchini), invece riconosce la vittoria di Perego e si dichiara contento del proprio rendimento ricordando che è stato fermo per circa due mesi e che è quasi vicino alla riconquista della sua riconosciuta brillantezza agonistica.

Anche Valsecchi è molto soddisfatto della sua corsa ed è consapevole che bisogna avere la gamba per staccare gli avversari e fare la differenza. Oggi sono riuscito ad andare in fuga e rimanere in testa per conquistare i punti necessari per la vittoria finale in questo challange.

La cronaca,

E’ il neo sindaco di Castelnuovo Scrivia, Pierangelo Luise a fare da mossiere ai 95 corridori che hanno preso il via alla gara subito movimentata da un attacco di Bocchiola (Colpack) al quale si sono subito aggiunti il suo compagno Mossali, Karimov, Corna e Iannello del Team Idea; Berta e Canziani (Carmiooro), Richeze (Viris) e Colicino (Garlaschese), 12 chilometri di fuga per loro prima di venire raggiunti dal gruppo.

E’ un continuo susseguirsi di tentativi infatti ora sono Vilella (Carmiooro), Santimaria (Viris) Falco (gerbi), Del Marco (Garlaschese), Fonzi e, ancora l’irriducibile Bocchiola, (Colpack) con Bonusi (Team Idea) ad andare all’attacco mentre Vilella (Carmiooro) si aggiudica il primo dei quattro TV.

Il secondo traguardo volante, tracciato alla fine del quarto giro va a Pacchiardo (Brunero) davanti al gruppo sfilato in lunga fila.

In questa fase sono moltissimi i tentativi di fuga che costringono alla resa molti concorrenti; tra i più attivi ancora Federico Vilella (Carmiooro) che si aggiudica il terzo TV e tutti i ragazzi del Team Colpack.

Si forma al comando un plotone di 30 unità che chilometro dopo chilometro perde pezzi e al passaggio dell’ottavo giro, sono 10 i fuggitivi che transitano sotto il quarto traguardo volante vinto da Matteo Azzolini (Viris Vigevano) mentre i 10 fuggitivi concluderanno la corsa assieme ad eccezione di Federico Vilella (Carmiooro) che si rialza durante l’ultimo giro.

Poi la volata finale quasi senza storia con Stefano Perego ben lanciato dal suo compagno Giacomo Mossali, parte un po’ lungo e riesce a contenere la brillante rimonta di Alafaci che però riesce solamente a contenere il distacco dal bravissimo Stefano Perego e per Eugenio Alafaci, una ulteriore conferma del suo valore agonistico e della sua completa ripresa fisica poi, a 2’20” da questo drappello, Vincenzo Bernardelli (Team Lucchini) conquista la decima piazza davanti al suo compagno di squadra Massimiliano Coccoli e gli altri 17 corridori che hanno portato a termine la gara.

Infine la cerimonia protocollare per le premiazioni dei corridori alla presenza del neosindaco di Castelnuovo Scrivia, Luise Pierangelo mentre le note dell’Inno di Mameli, come da bellissima consuetudine per il Basso Valle Scrivia, si diffondono soavi tra gli applausi del folto pubblico presente.

Ordine d’arrivo,

1.       Stefano Perego (Team Colpack) km. 117 in 2h43’23” media kmh. 42,966;

2.       Eugenio Alafaci (Lucchini-Maniva Ski-Tre Colli);

3.       Flavio Valsecchi (Carmiooro-Pool Cantù);

4.       Davide Pacchiardo (Brunero Camel-Pedalando in Langa);

5.       Matteo Azzolini (Viris Vigevano);

6.       Manuel Sanchez Cuevas (GC Garlaschese);

7.       Francesco Sedaboni (Lucchini Maniva Ski-Tre Colli);

8.       Giacomo Mossali (Team Colpack);

9.       Walter Devecchi (GC Garlaschese);

10.   Vincenzo Bernardelli (Team Lucchini Maniva Ski-Tre Colli)

Seguono altri 17 corridori classificati.

                                           Vito Bernardi

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se si pensa a lui in noi affiora un sorriso. Dino Zandegù è chiaramente un uomo di compagnia, una personalità forte e garbata, porta gioia in ogni luogo, casa o piazza. È l’uomo della festa e suona strano sapere che...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la ventunesima tappa: Toni Bailetti ci racconta quella del 1963. “I giochi al Giro...


Conosce tutti gli sport ma ama soprattutto la bicicletta, che utilizza quotidianamente anche in città. «Ne ho tre, l’ultima me la sono regalata due anni fa: un’e-bike , una bellissima MTB customizzata di cui sono molto orgogliosa e che uso...


Il periodo della quarantena è stata un’inconsapevole occasione che ha dato un’importante accelerata all’innovazione e alla diffusione degli strumenti digitali nella so­cietà. Gli studenti ed i lavoratori fruiscono in modo massiccio dei software che han­no consentito loro di lavorare e...


Il Giro delle Fiandre ha perso il suo decano: si è spento a 93 anni Roger Decock, vincitore dell’edizione 1952 della Ronde, un’edizione memorabile a causa di vento, pioggia e freddo. Decock aveva scoperto la bicicletta durante la seconda guerra...


Tra qualche anno, il mondo guarderà al 2020 e al Covid-19 come ad uno snodo decisivo per la nostra generazione. Con la fase di progressiva ripartenza che sta coinvolgendo tutte le nazioni, è sempre più evidente come questo momento sia destinato a...


il grande ciclismo sta provando a rimettersi in moto con i corridori che hanno ripreso ad allenarsi e i calendari che forniscono finalmente degli obiettivi a cui mirare, anche se ancora distanti, ma anche il ciclismo di base ha bisogno...


Siamo molto dispiaciuti, sia come associazione A.C.O.F.I. che come addetti ai lavori facenti parte del fuoristrada, che il nostro Presidente Federale non abbia ancora dato una risposta alla nostra presentazione, questo ci fa pensare che il fuoristrada non sia proprio di suo...


Al lungo elenco delle giovani promesse del Bresciano che vanno in bici si aggiunge Gabriele Raccagni, in sella da quando aveva 7 anni: «Il merito è dei miei nonni Bruno e Francesco che correvano tra i cicloamatori. Grazie a loro...


Diciamoci la verità, è molto difficile ricevere regali da parte delle aziende, soprattutto in un periodo di vacche magre come questo . Quando ci viene detto che possiamo ricevere un omaggio, anche al supermercato, siamo sempre sul chi va là...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155