Fanini: c'è già una nuova epo in gruppo

| 30/07/2009 | 17:41
Nessun positivo (finora) al Tour 2009. Cosa vuol dire? Finalmente il ciclismo ha imboccato la strada giusta per voltare pagina? Difficile pensarlo se solo si considera che gli uomini del plotone e in molti casi anche gli atleti sono gli stessi che solo qualche stagione fa avevano solo una cosa in testa: l’imbroglio e il doping.
Del resto la corsa al doping va avanti freneticamente. Non si fa in tempo a individuare un test per il Cera (vedi i casi Riccò & C, lo scorso anno) che già sembra sia arrivato sul “mercato” un nuovo prodotto. Si chiama “Hematide” e, a quanto mi dice il tam-tam del plotone, sta già circolando in gruppo, specie ad alto livello. Coloro, cioè che riescono a procurarsi questo prodotto ancora in fase sperimentale e non ancora ufficialmente commerciato. E’ un’epo che va oltre il Cera, che, secondo quanto si sa, sarebbe inserita nei prodotti vietati della lista Wada, ma non esiste ancora un test in grado di rilevarla.
Dunque, se vale ancora la regola del passato, tanto cara a certi medici dopatori: “Tutto quello che non si becca, si prende”, è da presumere che anche il Tour non sia sfuggito a questo rischio.
Mi domando e chiedo a chi veramente vuole bene al ciclismo se non sia il caso di rifare anche i test del Giro 2008 e della Vuelta. Almeno per i primi dieci della classifica o almeno per i primi tre. Sono convinto che ci sarebbero dei risultati clamorosi.
In questo quadro non si può non  rilevare l’ennesima tragica vicenda, come la morte in corsa del giovane dilettante di appena 23 anni militante nella più forte squadra toscana. Sono nel ciclismo da tutta la vita e per tanti anni l’unico riferimento di una morte in gara per me era il povero Simpson sul mont Venotux. Adesso i morti nel ciclismo si contano a decine solo negli ultimi anni. Sono straconvinto che certa farmacia ha le sue responsabilità in merito. Oppure c’è da concludere che il ciclismo fa male alla salute, se fa morire giovani ventenni che dovrebbero avere un fisico robusto per aver superato tutti i test medici previsti per la pratica agonistica.
Le notizie di questi giorni confermano che la Toscana è terra di grandi campioni ma anche purtroppo la patria dei più grandi maneggioni. Sono sempre più convinto che tutto il ciclismo, dagli esordienti ai professionisti, debba essere fermato almeno per un anno. Va messo tutto sul pulito e ripartire con regole nuove che non guardino in faccia a nessuno e radiare chi viene pescato in frode, altrimenti i morti non si fermeranno qui.

Copyright © TBW
COMMENTI
Troppo solo.....
30 luglio 2009 17:59 roger
Fanini è una voce sola in un deserto...ma prima o poi succederà quello che dice da tempo se le cose non cambiano. Possibile che tutto questo mondo è così ottuso da non voler sentire le sue grida di allarme? Chi pensa solo al business non capisce che ignorando le sue parole non fa altro che distruggere il mondo in cui ha vissuto e guadagnato?
Allora, toglietevi i paraocchi e appoggiate le posizioni di Fanini. Vai così, finchè ci sarà la tua voce, il ciclismo ha ancora qualche speranza di salvarsi.

mi mancava
30 luglio 2009 18:03 claudino
mi mancava tanto...leggere fanini perche lui viene fuori quando ce una dissgrazia che fenomeno..

30 luglio 2009 18:07 froome
Se il tam-tam del plotone dice al Sig. Fanini che gira un prodotto che si chiama Hematide, il Sig. Fanini non potrebbe mettere al tam-tam nome e cognome?
Il Sig. Fanini quando parla di doping credo abbia un orgasmo.

Per chiarezza
30 luglio 2009 19:05 Fausto62
In risposta a chi crede che sia solo un tam-tam senza nome posto il link del prodotto.
http://www.affymax.com/view.cfm/23/Hematide-Overview
Come da dichiarazione della ditta farmaceutica il prodotto è sperimentale in test su 2600 pazienti in 400 ospedali del mondo. Ovviamente questo non vuole dire nulla, come un arma è solo un pezzo di ferro, ma se viene usata per scopi criminali diventa un pericolo mortale.
Fausto Piccinini

per froome
30 luglio 2009 19:55 serbis69
Prima di parlare di Fanini sarebbe meglio tu guardassi quello che ha fatto nella sua vita. basta cliccare il suo nome su google o wikipedia per rendersi conto delle cose. Sicuramente non ha nessun orgasmo quando si parla di doping, anzi. Cerca di criticare chi vuole mantenere il sistema marcio attuale e non chi cerca di combatterlo

Lavorare con le autorità competenti no?
30 luglio 2009 21:18 GRIMPEUR82
Questo tizio sa sparare a zero solo a mezzo stampa, parla sempre a sproposito, continua a far bene al ciclismo...
Non se ne può più di queste affermazioni sensazionalistiche mai corroborate da fatti tangibili, non potrebbe espatriare in Francia dove forse le ghigliottine, anche se quest' anno in compiacente sciopero, potrebbero dargli credito?

Non sono con Fanini ma contro il doping
30 luglio 2009 23:18 lgtoscano
Io non sono con Fanini, ma signori gli va riconosciuto che affronta la sue battaglie personalmente, senza paure, parla di fatti che nessuno ha il coraggio di parlarne in quel mondo ipocrita e senza moralità.
Ancora esiste gente che cerca di barare a discapito di altri, e qualcuno che parli è importante e Fanini non si tira indietro.
E guarda caso dopo ogni sua denuncia vengono avviate indagini che risultano sempre importante nella lotta al doping, si è un personaggio scomodo ma per il bene del ciclismo.

Tutti puliti?Non mi fate ridere....
31 luglio 2009 00:45 pickett
é evidente che quest'anno era stato deciso in alto loco che al Tour di doping non si doveva parlare,come dimostrato dall'accordo tra l'UCI e Valverde:tu per quest'anno non corri il Tour,non fai ricorso,non pianti casini,e in cambio noi non ti romperemo + le scatole,i tuoi debiti ti sono rimessi.

Bravi frome e grimpeur82........
31 luglio 2009 07:22 trentiguido
Condivido i pensieri di frome e grimpeur82, xchè oltre a non confermare mai le proprie notizie, il Sig. Fanini sceglie sempre il momento meno opportuno per intervenire, e stranamente trova sempre qualche giornalista compiacente!!!! Ma mi chiedo il tam tam del gruppo al quale fà riferimento è lo stesso dove fanno parte anche i suoi corridori?...... O si intende il tam tam degli esponenti dell’ UCI di alti livelli? Visto che anche, alcuni di questi ultimi, si divertono a fare nomi di corridori presunti sospettati di doping? Che poi guarda caso, alle volte indovinano pure ancora prima che vengano fatte le analisi? Magari il Sig. Fanini sà dirci anche questo?.....www.guidotrenti.it

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ventidue biciclette rubate, due dovranno presentarsi venerdì prossimo al Tribunale penale di Lilla. «Marcq-en-Baroeul disterà una decina di chilometri scarsi – racconta oggi Ciro Scognamiglio sulla Gazzetta dello Sport - : è lì che nella notte tra il 22 e...


Sarà stato fortunato, ma sicuramente bravo. Lorenzo Fortunato riparte da dove in pratica è partito e si è palesato al mondo: dallo Zoncolan, dove sabato scorso si è ripresentato per l’inaugurazione della nuova seggiovia dedicata al Giro d’Italia. Oggi La...


Una vita interamente dedicata alla bicicletta, un dinamismo, una lucidità e un entusiasmo mostrati ad ogni uscita pubblica, fino a un paio di mesi fa. Giovanni Meazzo, morto domenica a 93 anni, era la memoria storica del ciclismo alessandrino. Era...


Faè di Oderzo sta per diventare, per la 19^ volta, la capitale del ciclocross italiano. I rinomati vitigni di Prosecco di Borgo Barattin, nel cuore della pianura trevigiana, faranno come sempre da cornice al Ciclocross Internazionale del Ponte, 4^...


La Federazione Ciclistica Italiana ha tagliato ieir il traguardo dei 136 anni di storia. Nel bel libro di Roberto Livraghi “Pista! Alessandria capitale ciclistica della Belle Epoque” si ricorda nel dettaglio la prima corsa di velocipedi...


Immaginate la scena: è la sera del 22 ottobre, Ashton Lambie ha appena realizzato il suo sogno di vincere il titolo mondiale dell'inseguimento su pista e rientra nel suo albergo a Roubaix. Ha ancora addosso la maglia iridata, deve ancora...


A Vermiglio i cannoni non serviranno e ieri, dopo abbondanti nevicate, è stato ultimato il tracciato della tappa di Coppa del Mondo in Val di Sole che sabato e domenica accoglierà i big del ciclocross. Sarà un circuito di 3...


Prosegue il dibattito sullo stato del ciclismo giovanile. Dopo l’appello e le argomentazioni di Daniele Di Batte relativamente alla categoria Giovanissimi in provincia di Livorno, tuttobiciweb raccoglie ora l’intervento di Roberta Santini, vicepresidente provinciale della Federciclismo labronica che si fa...


Il copertoncino tubeless CST Tirent è l’ideale per il Gravel ed è nato per affrontare i  più svariati terreni tipici della specialità. Grazie alla larghezza di 42mm e alla mescola Dual sorprende per trazione comfort. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Nova Eroica Prosecco Hills è la nuova manifestazione ciclistica in provincia di Treviso. Tre percorsi di 50, 93 e 110 chilometri tra le colline del Prosecco e le colline dell’Unesco che si svolgeranno il 30 aprile e il primo maggio...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI