Gaerne trasforma i ciclisti in creatori di moda

| 30/04/2009 | 12:02
La strada, la grande ispiratrice. E' a questo tema che Gaerne dedica 11 interpretazioni originali della Carbon G-MYST, così come l'hanno pensata e voluta i suoi artisti della corsa, accordandola al proprio stile, gusto e personalità. Una sfida vinta anche attraverso la tappa della fantasia che azienda e atleti hanno condiviso, nel nome della passione che da sempre li accomuna.
Undici atleti sponsorizzati da Gaerne hanno dato libero sfogo artistico alla propria fantasia, curando la grafica delle proprie calzature, nel modello top di gamma della collezione Gaerne 2009: carbon g. myst.
Per il giovane campione belga Jurgen Roelandts è stato disegnato un motore bicilindrico che esprime la potenza di questo atleta e l’hobby di guidare una Harley Davidson che il papà tiene in garage, non poteva mancare il fumo con i colori del Belgio che esce dal motore della Sua moto, e,  le sue iniziali JR poste sugli ingranaggi del motore, il vero cuore della moto..
Per Cadel Evans, Gaerne ha elaborato nel modello top di gamma “G. Kangaroo Limited Edition”: dedicate all’Australia, la terra d’origine di Cadel Evans.
Lo stile utilizzato per la grafica della tomaia, è quello noto come “dot art” o come “arte a punti”, la forma più nota e riconoscibile di pittura utilizzata dagli aborigeni australiani, composta da complessi pattern geometrici realizzati con numerosi punti, di diversi colori.
Le opere della “dot art” si avvalgono di un complesso simbolismo in cui a diverse forme geometriche sono assegnati significati ben precisi e, i concetti che possono essere espressi sono quelli fondamentali della cultura e della mitologia aborigena.
Nella parte posteriore della tomaia sono riportati i colori della bandiera australiana mentre nella parte laterale, sono stampati i “wallaby Kangaroos”. A completare quest’opera, nella parte anteriore della tomaia, la firma autentica di Cadel Evans.
La scarpa del campione austriaco Christian Pfannberger è stata disegnata dal Suo procuratore e amico Marcuzzo Roberto della Maroitalia.com che ha scelto di rappresentare alcuni dei simboli più rinomati dello stato austriaco ossia, la ruota panoramica “il Prater” ed il profilo della città di Vienna dove è raffigurata la Cattedrale di S. Stefano.
ermetti_giairo.jpg
La scarpetta di Giairo Ermeti
Giairo Ermeti ciclista di classe ha personalizzato le scarpe utilizzando lo stesso verde della sua maglia di squadra, e ponendo il suo cognome  sulla scarpa sinistra e quello della fidanzata Valentina sulla destra, a simbolo dei Suoi due grandi amori.
Dario Cataldo è l’artista della sue calzature che sono state interamente da lui disegnate. Infatti tra i suoi hobby c’è proprio quello del disegno.
.. “Per la scelta della grafica della scarpa mi sono orientato sullo stile graffiti, sia per il fatto che è il genere che mi ha fatto appassionare ed avvicinare al disegno, sia perchè nella simbologia tipica di questo stile "street" (che non a caso è anche il nostro ambiente quotidiano di lavoro) sono sempre ricorrenti frecce che poi ho portato sempre con me con il significato che da sempre gli ho attribuito: obiettivo! Una direzione da seguire per puntare un bersaglio, la vita è fatta di tanti piccoli e grandi obiettivi da raggiungere, guardando sempre e comunque avanti. Si guarda indietro solo per fare tesoro delle esperienze che abbiamo nel nostro bagaglio.Da questo deriva il fiume di obiettivi che scorre sulla scarpa, sempre in avanti, tutti nella stessa direzione, e quando le indosserò punteranno verso il mio bersaglio del giorno, quello striscione rosso con la scritta "ARRIVO". Spero solo mi portino fortuna nel realizzare questi piccoli, grandi obbiettivi/sogni...”
La scarpa di Tosatto (nella foto in testata) rappresenta il giorno e la notte…. perché Matteo ama viverle entrambe. Gaerne ha disegnato per lui due scarpe diverse, la destra rappresenta la notte, con il castello di Castelfranco i pipestrelli e la vita notturna….la sinistra rappresenta invece il giorno, con il sole che ha tatuato sulla schiena e le montagne, in particolare le dolomiti con le tre cime di Lavaredo,  non poteva mancare inoltre il suo nome in Corsa “TOSO” stilizzato.
WW special sta per Wouter Weylandt Special….per un personaggio così abbiamo pensato ad un film di foto…per rendere subito l‘idea oltre che del ciclista anche del personaggio ...
wegelius_charly.jpg
La scarpetta di Charlie Wegelius
La calzatura di Charlie Wegelius è stata disegnata da Federico Damiani. Il disegno decorativo principale è costituito dal ferro di prua di una gondola e da una Torre Eiffel stilizzata. Il primo simbolo di Venezia, città dove inizierà il Giro d’Italia, la seconda simbolo di Parigi, dove si concluderà il Tour De France. Sono queste infatti le gare a cui prenderà parte Charlie per rivestire un ruolo di assoluto protagonista e ottenere ottimi risultatinella stagione 2009 per la Squadra Silence-Lotto.
6895 sono i km di totali che porteranno gli atleti da Venezia a Parigi: una lunga strada,rappresentata anche sulla calzatura in maniera evidente sia nella parte interna che in quella esterna. I due anelli simboleggiano il matrimonio di Charlie e Camilla che avverrà il primo agosto in Finlandia. non potevano mancare le bandiere delle due nazionalità dell'atleta: quella finlandese e quella Inglese e, un ideogramma cinese che significa “cavallo”, una delle più  grandi passioni di Charlie. Al termine del Tour de France, Charlie metterà all’asta le sue scarpe, nel sito www.childliverdisease.org, e il ricavato andrà in beneficienza a favore dei bambini.
grabsch_bert.jpg
La scarpetta di Bert Grabsch
La scarpa di Bert  Grabsch, campione del mondo a cronometro a Varese 2008 non poteva non avere l’iride, a simboleggiare la Sua vittoria più importante!
Tony Colom ha fortemente voluto che la sua scarpa fosse per metà nera e per metà Bianca (nella foto si vede solo quest’ultima parte) perchè secondo lui la vita non è mai tutta di un colore e ci sono sempre delle alternative.
Infine, Kevin De Weert ha voluto disegnare la bandiera con I colori della Sua nazione, per non dimenticare mai le proprie origini.
Il modello Carbon G.Myst che è attualmente in vendita, dal punto di vista tecnico è identico per specifiche e caratteristiche a quelle utilizzate dagli atleti Gaerne, a cambiare, ovviamente, sono le grafiche: veramente particolari!

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La pioggia improvvisa, l’umidità che cresce e la nebbia che ci circonda sono i nemici dei ciclisti che pedalano in autunno. Per non farsi cogliere impreparati, è importante scegliere capi che proteggano dalla acqua e che mantengano il corpo asciutto....


Rohan Dennis è già al lavoro sulle strade imolesi per preparare la difesa del suo titolo mondiale. L'australiano, che alla prima stagione con la Ineos Grenadier non ha ottenuto finora grandi risultati, ha dimostrato in carriera di essere molto bravoa...


Alexander Vinokourov non ha esitato a comunicarlo: «Il budget del team non ci consente di continuare a lavorare insieme. Sono sicuro che López non avrà difficoltà a trovare una nuova squadra»;  «Probabilmente il Giro sarà l'ultima gara di López con l'Astana». E...


Bianchi si conferma sul podio finale del Tour de France: dopo il terzo posto raccolto da Steven Kruijswijk lo scorso anno,  Primoz Roglic ha concluso in seconda posizione la 107a edizione della Grande Boucle,  domenica 20 settembre 2020, dietro al vincitore Tadej Pogacar con Richie Porte in...


È stata ancora una volta un’Androni Giocattoli Sidermec protagonista quella che ha disputato le ultime corse prima del grande appuntamento del Giro d’Italia che partirà il 3 ottobre prossimo. La squadra in questi ultimi giorni si è divisa con la...


Il colombiano dell’Arkea-Samsik Nairo Quintana, attraverso i social network, ha confermato di essere indagato dalle autorità francesi per sospetto uso doping e ma difende dalle accuse. Quintana assicura di essere pulito e spiega che nella sua stanza sono stati rinvenuti...


La nuova puntata di BlaBlaBike si occupa di due grandi appuntamenti: il primo appena terminato, e ci riferiamo al Tour de France, ed il secondo ormai all'orizzonte, e si tratta chiaramente del campionato mondiale. È Marco Marcato, gregario di fiducia...


Caro Direttore, quando si sostiene che il Ciclismo è uno Sport non si dice tutta verità. È molto di più di una forma di atletismo fisico, che già di suo ha i crismi della disciplina, ovvero di regole alle quali...


Direzione Veneto e Toscana per la formazione della Delio Gallina Colosio Eurofeed di Cesare Turchetti. Archiviata la trasferta in Polonia (Tour Malopolska), e l'internazionale Trofeo città di San Vendemiano in cui Luca Paladin ha raccolto una significativa nona posizione, la...


Finalmente i tifosi possono tornare a incitare i propri campioni dal vivo. Rispettando la distanza di sicurezza e indossando la mascherina, gli appassionati di ciclismo potranno assistere al Campionato del mondo UCI 2020 a Imola, in Emilia-Romagna. Da oggi sul sito ticketone sono in vendita gli ambiti...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155