I VOTI DI STAGI. JOJET NON SBAGLIA NIENTE, MERLIER DA CARTELLINO ROSSO, LONARDI DA «MIRACOLO»

I VOTI DEL DIRETTORE | 15/05/2024 | 18:05
di Pier Augusto Stagi

Jonathan MILAN. 10 e lode. Via col vento, a favore. Via con la gioia, nel cuore. Via con una tappa lunga più di 200 chilometri (207). Via sul filo dei 50 chilometri, orari (47.171 km/h, la media più alta di sempre per una tappa oltre i 200 km). Via con il rapporto giusto e l’attimo ideale il nostro JoJet, il nostro uomo volante, pilotato alla grandissima da una Lidl Trek ispirata. Volata caotica e nervosa: elettrica. Poi il gruppo si guarda e si allarga e davanti a sé JoJet si trova una porta spalancata. E lui la chiude.


Tim MERLIER. 4. Prende la posizione giusta, meglio ancora di quella scelta dal nostro JoJet, ma il suo colpo di pedale, oggi, è molto meno efficace e letale di quello del velocista friulano. Volata scorbutica e al limite del regolamento, con un netto cambio di direzione, che va ad ostacolare chiaramente la marcia di Molano, che deve mollare. Alla fine il collegio di giuria decide di retrocederlo in 89a posizione, ultimo del gruppo che si è arrivato a disputarsi la volata.


Kaden GROVES. 7. Gli Alpecin si organizzano, si agitano, si muovono e posizionano l’australiano, che però è chiaramente meno esplosivo di JoJet e di Tim: poi però per lui arriva un posto d’onore.

Giovanni LONARDI. 8. Con tutto il rispetto, fa un piccolo grande miracolo. I Polti Kometa lo portano lì, poi lui si arrangia da solo anche se ostacolato, chiuso, rallentato da Groves. Autogestione di alto livello e finisce in alto. Con l’«aiuto» della giuria è 3°

Laurence PITHIE. 6. Il 21enne neozelandese si fa finalmente vedere in questo Giro. Si butta nella mischia e ne esce un po’ frullato, ma non stravolto: tutt’al più vinto.

Juan Sebastian MOLANO. S.V. Fino ad un certo punto lo pilota la maglia rosa, che quando vede rosso si sposta accuratamente (e poco dopo finiscono per le terre). Molano cerca un varco, una via di fuga, ma Merlier lo blocca verso le transenne. Nulla di cattivo, ma per quanto mi riguarda la manovra è da cartellino rosso. Così la pensano anche i giudici.

Danny VAN POPPEL. 5,5. Dovrebbe fare le volate, ma non è semplice nemmeno per un corridore esperto come l’olandese.

Fernando GAVIRIA. 5,5. IL 29enne colombiano è uno dei veterani del gruppo. È anche uno dei corridori più cercati e apprezzati, ascoltati, per la sua simpatia. In quanto a velocità non è più quello di un tempo, ma diamogli tempo: è pur sempre una vecchia volpe.

Phil BAUHAUS. 5. Il 29enne tedesco non trova il varco, lui che generalmente è molto bravo a districarsi anche in situazioni complicate. Oggi era però molto complicato uscire da lì.

Enrico ZANONCELLO. 6. Il 26enne veronese dell’Isola della Scala ci prova e riesce ad entrare nella top ten.

Caleb EWAN. 5. Il piccolo velocista tasmaniano fa una piccola volata, troppo piccola per essere sua.

Edoardo AFFINI. 6,5. Prende e va, fin dai primissimi chilometri, con il suo compagno  Tim Van Dijke nella Team Visma Lease a Bike e Thomas Champion della Cofidis. Prima fuga di giornata: è la fuga.

Tim VAN DIJKE. 6,5. Il 24enne olandese della Visma Lease a Bike si porta in albergo il Gpm di Pietracatella, anticipando Champion e Affini.

Thomas CHAMPION. 6,5. Due volate: il traguardo volante di Casacalenda e quello dell’Intergiro San Salvo Marina.

Romain BARDET. 6. L’esperto corridore Team dsm-firmenich PostNL) dopo la giornata di ieri affronta una tappa priva di problemi, se non quelli con la radiolina. Ieri giornata superconnessa, oggi si sarebbe volentieri sconnesso.

Copyright © TBW
COMMENTI
Voti
15 maggio 2024 20:38 italia
Direttore scusami anche io vorrei mettere dei voti aggiuntivi ( si dice che siamo in democrazia ... anche se si vota con ... la matita).
TADDEO: voto 1 virgola 2 perché per poco ha evitato la caduta ai 400 metri
RAI: voto 10 per il racconto della storia di Jacovitti che pareggia quello dell'anno scorso della storia di Ernestina di Giulianova.

Italia
16 maggio 2024 05:54 kristi
Concordo in pieno con lei per il bel racconto di jacovitti ( le sue tavole le porterò sempre nel cuore ) . Vorrei fare un appunto sull esigenza di inventarsi soprannomi ....jojet non si può sentire , pare il nome di un tiranno vietnamita anni 70 .

Miracolo
16 maggio 2024 07:40 Carbonio67
Il miracolo e' vincere una tappa,non fare terzo dopo un declassamento. In volata,non certo sullo Stelvio. Molano invece, si dimostra un velocista da professional.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Lorena Wiebes (Team SD Worx - Protime) ha letteralmente dominato l'UCI Women's WorldTour 2024 Ford RideLondon Classique vincendo oggi la terza e ultima tappa della corsa a Londra per completare una tripletta di vittorie nell'evento di quest'anno, oltre alla...


Tim Merlier pareggia il conto con Jonathan Milan e vince la sua terza tappa in questo Giro d'Italia 2024. Ma dietro questa volata c'è davvero una storia da raccontare. Perché proprio all'ultimo passaggio sotto il traguardo il friulano in maglia...


Non si è fatto male nessuno e questa è la buona notizia. Perché quanto accaduto a 115 km dalla conclusione della Rund um Köln avrebbe potuto avere conseguenze molto serie. Perché nessuno dei corridori in fuga poteva mai immaginarsi che...


Sembra incredibile ma anche un uomo di sport navigato ed esperto può lasciarsi trascinare dalla passione per Pogacar e il Giro d'Italia e commettere un errore. Quello che per tutti i telespettatori era solo un signore dai capelli bianchi che...


Sprint superbo di Francesco Della Lunga nel Trofeo città di Castelfidardo seconda prova della internazionale Due Giorni Marchigiana per elite e under 23. Il toscano della Hopplà Petroli Firenze Don Camillo vince bene superando nettamente Attilio Viviani della Corratec Vini...


Alberto Bettiol (EF Education EasyPost) ha vinto la 49sima edizione della Boucles de la Mayenne-Crédit Mutuel che oggi si è conclusa con il successo del francese Valentin Retailleau (Decathlon AG2R La Mondiale) nella terza tappa di Laval dove ha preceduto...


Nel quarto Memorial Maurizio Bresci gara denominata anche “Piccola Liegi” per l’amore e la passione che aveva questo giovane pratese prematuramente scomparso, appassionato di ciclismo per le classiche monumento che si corrono in primavera nel nord-Europa, ha vinto il più...


Volata vincente di Juan David Sierra nella terza e ultima tappa del Tour de la Mirabelle in Francia. Il giovane milanese della Tudor Pro Cycling U23 allo sprint ha regolato il gruppo compatto a Damelevières dove si è conclusa la...


Parla olandese la Rund um Köln grazie alla volata dominata da Casper Van Uden del Team dsm-firmenich PostNL che ha pèreceduto nell'ordine l'eritreo Biniam Girmay (Intermarché-Wanty) e il belga Louis Blouwe (Bingoal WB). Per Van Uden si tratta del secondo...


Una maglia con le maniche rosa per i corridori, per lo staff, per tutta la grande famiglia della UAE Team Emirates. I compagni di squadra di Tadej Pogacar si sono presentati al via della tappa conclusiva della corsa con una...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi