PALIO DEL RECIOTO. PINARELLO VINCE SUL COLOMBIANO PESCADOR. GALLERY & VIDEO

DILETTANTI | 02/04/2024 | 17:00

Il tricolore torna a sventolare sul gradino più alto del podio del Palio del Recioto: a riportare i colori della bandiera italiana sul palco della corsa dei sogni è stato Alessandro Pinarello (VF Group Bardiani CSF Faizanè), che questa vittoria la inseguiva da tre anni. L'urlo liberatorio del giovane 20enne trevigiano ha risuonato sulla retta d'arrivo del 61&de g; Gp Palio del Recioto - Trofeo C&F Resinatura Blocchi al termine del lungo sprint a due che lo ha visto avere la meglio sul colombiano Diego Pescador (Gw Erco Shimano). A completare il podio è stato l'austriaco Sebastian Putz (Tirol KTM).


LA CRONACA - Sono stati 166, in rappresentanza di 35 formazione, gli atleti che hanno preso il via dal cuore di Negrar di Valpolicella alle 13.30 in punto. Ad abbracciarli la consueta cornice di pubblico e la festa che il Palio del Recioto porta sempre con sè sulle strade della Valpolicella. La prima parte di gara ha visto il plotone interpretare alla garibaldina il nuovo tracciato allestito dallo staff di Valpolicella B.E.S.T.: la forte andatura tenuta dalla testa del plotone ha frazionato il gruppo in più tronconi prima che a prendere il largo fosse un'azione di sei corridori.


Quando, dopo 60 chilometri di bagarre, Pietro Sterbini (Technipes), Mate Hadden (Ara Skip), Marco Palomba (General Store), Roman Ermakov (CTF), Sebastian Putz e Simen Evertsen (Tirol KTM) riescono a fare la differenza, alle loro spalle il plotone rallenta la marcia e si ricompatta. Per i sei attaccanti si accende così la luce verde e il loro vantaggio raggiunge la punta massima di tre minuti sugli inseguitori; con questa situazione si entra nella fase decisiva della corsa: la lunga ascesa verso Fiamene consente a Giulio Pellizzari (VF Bardiani CSF Faizanè) di guidare la rimonta del gruppo sui fuggitivi di giornata. Il forcing dell'atleta che lo scorso anno aveva conquistato la medaglia d'argento sul traguardo di Negrar fa la selezione e rimangono in una decina a giocarsi il successo targato 2024. Poco prima dello scollinamento l'allungo decisivo, però, è di Alessandro Pinarello (VF Bardiani CSF Faizanè) che porta con sè il colombiano Diego Pescador (GW Erco Shimano). Nel volgere di pochi colpi di pedale, la coppia guadagna 20" sugli ex compagni d'avventura, e si invola verso il traguardo di Negrar dove ad attenderli c'è il pubblico delle grandi occasioni. Alle spalle di Pinarello e Pescador si forma un drappello di sette unità che, però, non riescono più a riprendere le ruote dei battistrada. Pescador imbocca così l'ultima curva in prima posizione e lancia uno sprint lunghissimo: sulla sua scia Pinarello è bravo ad attendere il momento giusto per lanciare la propria volata, un rush che non lascia scampo al colombiano e che conduce il 20enne trevigiano al suo primo successo tra gli Under 23.

LE DICHIARAZIONI - "Sono tre anni che aspettavo questa vittoria e ci tenevo a fare bene oggi dopo il podio dello scorso anno. Questa mattina non mi sentivo benissimo ma nel finale ho capito che poteva essere l'occasione giusta e ci ho provato. In discesa ho visto che Pescador faticava a seguirmi ma ho aspettato il rettifilo d'arrivo perchè sapevo di essere più veloce. Questa vittoria è, prima di tutto, per me. Poi la voglio dedicare alla mia famiglia e alla squadra che sono sempre stati al mio fianco" ha spiegato Alessandro Pinarello.

Secondo posto di prestigio per il colombiano Diego Pescador: "Sono molto felice di essere salito su questo podio così importante. In salita stavo bene e speravo di vincere ma purtroppo Pinarello oggi è stato più forte di me. Comunque sono soddisfatto della mia prova, sono certo di poter migliorare ancora nei prossimi appuntamenti".

Super soddisfatto l'austriaco Sebastian Putz che faceva parte già della fuga iniziale ed è riuscito a salire sul podio: "Non pensavo di poter ottenere oggi questo risultato. Quando sono andato in fuga pensavo che ci avrebbero ripreso di lì a poco e, invece, il nostro vantaggio ha iniziato ad aumentare; nella fase centrale di corsa abbiamo collaborato e abbiamo tenuto sempre un ritmo regolare e questo mi ha facilitato molto. Quando nel finale ho visto arrivare il gruppo sentivo di stare ancora bene, ho cercato di recuperare in discesa e allo sprint è arrivato un terzo posto che mi soddisfa tantissimo. Sono pronto per affrontare tra pochi giorni il Tour of The Alps".

Nel cuore di Negrar di Valpolicella, è stata grande festa per un'intera giornata dedicata alle due ruote, apertasi con il Recioto Sprint riservato ai giovanissimi. Un risultato organizzativo di cui Valpolicella B.E.S.T. può andare fiera: "Anche quest'anno il Palio del Recioto ha tenuto fede alle attese ed è stato all'altezza del blasone che contraddistingue questo evento. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione, gli sponsor che ci hanno sostenuto e gli atleti che hanno saputo essere protagonisti e ai quali auguro di poter avere un grande futuro nel ciclismo così come è accaduto per quanti li hanno preceduti su queste strade" ha commentato a fine giornata il Presidente di Valpolicella B.E.S.T., Alessandro Comin Chiaramonti.

ORDINE D'ARRIVO

1. Alessandro Pinarello (VF Bardiani CSF Faizanè)
che compie i 148,3 km in 3h54'15" alla media dei 37,985 km/h
2. Diego Pescador (GW Erco Shimano)
3. Sebastian Putz (Tirol KTM) a 36"
4. Edoardo Zamperini (Uc Trevigiani Energiapura Marchiol)
5. Florian Samuel Kajamini (MBH Bank Colpack Ballan)
6. Pavel Novak (MBH Bank Colpack Ballan)
7. Matteo Scalco (VF Bardiani CSF Faizanè)
8. Giulio Pellizzari (VF Bardiani CSF Faizanè)
9. Jorgen Nordhagen (Visma Lease a Bike)
10. Marco Schrettl (Tirol KTM) a 1'19"

 
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non sono arrivate medaglie per la nazionale italiana nella seconda giornata di gara della prova di Nation's Cup che si sta disputando a Milton, in Canada.  Il miglior risultato è stato il quarto posto di Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini...


L’Amstel Gold Race è la più importante corsa dei Paesi Bassi ed è anche la prima corsa del famoso Trittico delle Ardenne, che dopo la classica olandese prosegue con Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. per seguire il racconto in diretta dell'intera...


Una famiglia francese nata per correre e destinata a lasciare segni importanti nella storia del ciclismo. L'ultimo rampollo di casa Martinez è Lenny, che a soli 20 anni sta bruciando le tappe e punta a diventare uno fra i più...


La VF Group Bardiani-CSF Faizanè ha scelto i 7 uomini per il Tour of the Alps, in programma dal 15 al 19 aprile. Con i suoi 13, 250 metri di dislivello complessivi per 5 tappe, è la corsa per eccellenza...


Da Maastricht alla periferia di Valkenburg, 157 chilometri, 21 côtes da superare, 140 corridori che promettono spettacolo: ecco a voi l’Amstel Gold Race. La gara della birra, unica classica che si svolge nei Paesi Bassi, festeggia quest’anno la sua decima...


Nell’ultimo decennio il rapporto dei corridori italiani con il Tour of the Alps non è stato particolarmente idilliaco, anzi. L’ultima vittoria risale al 2013, neanche a dirlo con Vincenzo Nibali, quando la corsa si chiamava ancora Giro del Trentino (l’odierna...


Due figli d'arte che sono anche due padri d'arte, due famiglie legate a filo doppio - meglio dire, indissolubile - allo sport del ciclismo. Sulle strade del Giro d'Abruzzo Juniores, corsa a tappe che si concluderà proprio oggi, abbiamo incontrato...


1974-2024: sono passati 50 anni da quando dei baldi quindicenni si cimentavano nella Categoria Esordienti. Quei ragazzi di ieri si sono ritrovati in 16 intorno ad un tavolo nelle sale della trattoria Stefan, grazie al lavoro di Stefano al quale...


Dagli specialisti del settore CST Tires arriva una bella novità che farà gola agli appassionati di DH, infatti, è ora disponibile il nuovo pneumatico Gravateer, il prodotto giusto per sfidare la gravità per proseguire nella lettura vai su tuttobicitech.it  


Un appuntamento da segnare in agenda e, se siete in zona, da non perdere. Sabato 20 aprile a Crescentino, in provincia di Vercelli, la Trattoria “da Ricky“, conosciuta come il ritrovo dei ciclisti, ospiterà due grandi campioni. Alle 18, infatti,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi