BOUWMAN & DUMOULIN, FESTA GRANDE PER DUE. VIDEO

GIRO D'ITALIA | 13/05/2022 | 17:18
di Francesca Monzone

Koen Bouwman ha vissuto la giornata più bella della sua carriera: quella conquistata a Potenza è la seconda vittoria personale ottenuta, che va a fare il paio con quella conquistata al Delfinato nel 2017. E al successo di tappa, il ventottenne olandese ha conquistato anche la maglia azzurra di leader della classifica dei GPM: «Non so cosa dire, sono davvero felicissimo. Io e Tom siamo entrati in fuga, lui stava molto bene e sono veramente contenti: ho avuto un momento difficile sulla penultima salita, ma Dumoulin ha fatto un lavoro straordinario e mi ha permesso di rientrare. In salita verso il Gpm di Montagna Grande di Viggiano ero davvero al limite, ma quando sono riuscito a rientrare sapevo di essere il più veloce del quartetto. Tom? È un grande del ciclismo, vederlo così felice per la mia vittoria è davvero il massimo».


SORRISO DUMOULIN. Quando la ruota gira bene bisogna farla andare e questo quello che oggi hanno pensato in casa Jumbo-Visma, quando Tom Dumoulin e Koen Bouwman sono entrati nella fuga che è arrivata al traguardo. Dumoulin da capitano ha lavorato per il suo compagno di squadra e nel finale lo ha pilotato verso la vittoria. «È stata una grande tappa per noi oggi – ha detto Dumoulin dopo il traguardo - Non era nei miei piani essere in fuga, ma all'improvviso ero lì e ho dato tutto per arrivare nel migliore dei modi».


Il finale della corsa ha visto Dumoulin con  Bouwman, Mollema e Formolo correre per la vittoria e proprio Tom si è portato in testa per lanciare il compagno nello sprint. «Sono così felice per Koen. È uno dei corridori del gruppo che merita di più. Sapevo che sarebbe stato il più veloce, ma portarlo all'ultimo rettilineo per lo sprint è stato un grande successo per tutti noi. Ha funzionato, quello che abbiamo fatto e per questo sono molto felice».

Dumoulin nella tappa sull’Etna aveva perso molto, portando il suo ritardo a 8 minuti dal leader Lopez. Oggi l’olandese ha iniziato a recuperare, anche se il ritardo è ancora importante: 5’39”.

«Sentivo che le mie forze stavano leggermente diminuendo nel finale, normale visti gli sforzi che abbiamo fatto, ma Koen si sentiva ancora molto bene. La fiducia ora è tornata? Per il momento posso dire che sono molto contento».

E ancora: «Per me è stata una buona giornata. Ho pensato, che avrei avuto bisogno di qualche altro giorno, per ritrovare le gambe.  Sono entrato nella fuga un po' per caso, perché ho cercato di proteggere Koen. Poi all'improvviso abbiamo avuto un gap e io mi sono trovato dentro in fuga. E’ stato fantastico che Koen sia venuto fuori così, non c'è corridore che meriti più di lui una vittoria come questa». Anche se oggi Dumoulin ha corso molto bene, vuole a spettare per dire cosa si aspetta da questo Giro.

«Senza dubbio oggi è andata molto meglio della tappa dell'Etna. Ma anche con le gambe di oggi non potrei essere tra i primi tre in classifica. Sto migliorando e spero di avere ancora due grandi settimane davanti a me. Penso di non essere all'altezza della classifica generale. Vedremo e per ora l'intenzione è quella di scegliere qualche altro giorno buono per me».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Arnaud DEMARE. 10. Alé! Non è solo il logo del produttore di maglie, ma è l’ennesimo grido di battaglia del velocista transalpino, prima dell’urlo finale: olé! Terzo squillo di tromba del ragazzo in maglia ciclamino, terzo acuto rossiniano di uno...


Non capisco ma mi adeguo, dicevano una volta in casa Arbore. Qui al Giro 2022 si va avanti così. Bisogna andare avanti così per forza, alternative non ce ne sono. Dicono tutti, sempre, in continuazione, che bisogna aspettare la terza...


Disagi per l’ingorgo stradale provocato dal Giro E, che ha bloccato buona parte del seguito autorizzato: è la conferma che in questo Giro il principale problema resta il tappo. Sta bene il tecnico che ha oscurato la Rai in sala...


Tris di Arnaud Demare al Giro 2022. Il francese maglia ciclamino,   già vincitore a Messina e Scalea, si è imposto a   Cuneo al temine di una tappa (150 km)  che ha tenuto col fiato sospeso perché il gruppo ha...


Da qualche settimana Egan Bernal è tornato in Europa, per allenarsi e proseguire il suo lento cammino di recupero dop il bruttissimo incidente del quale è stato vittima nello scorso mese di gennaio. Ieri sera era a Cuneo, dove ha...


Lo straordinario 2022 del ciclismo femminile italiano continua e soprattutto porta alla ribalta nuovi nomi. Oggi gli applausi sono per Matilde Vitillo, portacolori della Bepink; che ha vinto la seconda tappa Vuelta a Burgos, la Sasamón - Aguilar de Campoo...


Dopo 35 km il colpo di scena: Romain Bardet scende di bicicletta, si accascia, poi si siede sul marciapiede. Pochi minuti e arriva la notizia clamorosa del ritiro del francese, capitano della DSM. Marco Saligari, motocronaca di RaiDue, era al...


Domani col Gran Premio Santa Rita scatta la Due Giorni Marchigiana 2022. Le due competizioni unite da una challenge a punti si svolgeranno con partenza e arrivo nel territorio comunale di Castelfidardo, attiva cittadina adagiata sulle colline dell’entroterra di Ancona....


La puntata di Velò andata in onda ieri sera su TvSei è stata particolarmente interessante, si è parlato di Giro d'Italia con Luciano Rabottini, Riccardo Magrini e Valentino Sciotto: sotto riflettori la seconda settimana della corsa rosa. Se la volete vedere o rivedere, potete...


Imprenditori e amministratori pubblici uniti per collaborare attivamente con gli organizzatori della tappa del Giro Donne in programma il 7 luglio con partenza da Prevalle e arrivo al Maniva dopo 112 chilometri abbondanti. Prima, durante e dopo la presentazione svolta...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach