IL BELGIO HA VOGLIA DI RIAPRIRE LE SUE GRANDI CLASSICHE AI TIFOSI

PROFESSIONISTI | 22/01/2022 | 08:20
di Francesca Monzone

Nonostante l’aumento dei casi positivi al Covid-19, in Belgio sono ottimisti e dopo due anni senza pubblico sarà possibile rivedere i tifosi in festa sulle strade del Giro delle Fiandre. A dirlo è il noto virologo dell’università di Lovanio Marc Van Ranst che, con dati alla mano, è certo che già da fine febbraio sarà possibile tornare sulle strade del ciclismo fiammingo.


Così, a distanza di due anni, il caro Oude Kwaremont tornerà ad essere chiassoso e colorato e a Oudenarde la festa sarà assicurata. Nonostante l’ottimismo, i dati non sono ancora confortanti e i positivi in alcune zone delle Fiandre, hanno avuto un aumento del 70%. Il comune di Brakel ha registrato addirittura un aumento del 187 per cento, mentre De Pinte, comune alle porte di Gent, attualmente ha il record di contagi nella regione.


Malgrado i numeri alti, il Belgio spera di riavere una stagione ciclistica con i tifosi e l'Omloop Het Nieuwsblad, a fine febbraio, potrebbe essere la prima gara con la presenza di pubblico.

Sempre Marc Van Ranst ha spiegato che, nonostante i positivi ancora in aumento, i ricoveri in ospedale stanno diminuendo, così come il numero delle persone in terapia intensiva.

La primavera ciclistica fiamminga, dopo due anni molto difficili e tante corse senza pubblico, potrebbe tornare al vecchio splendore, quello delle bandiere gialle con il leone rampante.

«Penso che il pubblico potrà sicuramente tornare a vedere le corse dal vivo - ha detto Van Ranst -. Se poi venisse effettuato un buon ricambio d’aria, allora potremmo riavere anche le zone Vip al coperto e penso che questo potrebbe arrivare già a fine febbraio».

L’esperto virologo è ottimista sostenendo che tutto tornerà alla normalità, quando non sarà più un problema curare un malato di Covid. Sicuramente è tanta la voglia di tornare alla vita prima del Covid e, ricorda il ricercatore belga, da sempre gli uomini hanno avuto a che fare con malattie contagiose. «Ci saranno ancora infezioni, da secoli ci infettiamo a vicenda con varie forme di virus. Se il servizio sanitario non è sovraccarico, dobbiamo restituire la libertà alle persone».

In Belgio la campagna vaccinale è a buon punto e sono già molte le persone che hanno effettuato la terza dose, che sembra eseere una barriera ancora più forte nei confronti della malattia.

«I vaccini stanno funzionando e la terza dosa ha dimostrato la sua efficacia – ha continuato il medico dell’università di Lovanio -. Se non emergerà una nuova variante, penso che la libertà sia veramente vicina. Sono fiducioso e penso che un Giro delle Fiandre con molto pubblico sulle strade quest’anno sarà veramente possibile».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Arnaud DEMARE. 10. Alé! Non è solo il logo del produttore di maglie, ma è l’ennesimo grido di battaglia del velocista transalpino, prima dell’urlo finale: olé! Terzo squillo di tromba del ragazzo in maglia ciclamino, terzo acuto rossiniano di uno...


Non capisco ma mi adeguo, dicevano una volta in casa Arbore. Qui al Giro 2022 si va avanti così. Bisogna andare avanti così per forza, alternative non ce ne sono. Dicono tutti, sempre, in continuazione, che bisogna aspettare la terza...


Disagi per l’ingorgo stradale provocato dal Giro E, che ha bloccato buona parte del seguito autorizzato: è la conferma che in questo Giro il principale problema resta il tappo. Sta bene il tecnico che ha oscurato la Rai in sala...


Tris di Arnaud Demare al Giro 2022. Il francese maglia ciclamino,   già vincitore a Messina e Scalea, si è imposto a   Cuneo al temine di una tappa (150 km)  che ha tenuto col fiato sospeso perché il gruppo ha...


Da qualche settimana Egan Bernal è tornato in Europa, per allenarsi e proseguire il suo lento cammino di recupero dop il bruttissimo incidente del quale è stato vittima nello scorso mese di gennaio. Ieri sera era a Cuneo, dove ha...


Lo straordinario 2022 del ciclismo femminile italiano continua e soprattutto porta alla ribalta nuovi nomi. Oggi gli applausi sono per Matilde Vitillo, portacolori della Bepink; che ha vinto la seconda tappa Vuelta a Burgos, la Sasamón - Aguilar de Campoo...


Dopo 35 km il colpo di scena: Romain Bardet scende di bicicletta, si accascia, poi si siede sul marciapiede. Pochi minuti e arriva la notizia clamorosa del ritiro del francese, capitano della DSM. Marco Saligari, motocronaca di RaiDue, era al...


Domani col Gran Premio Santa Rita scatta la Due Giorni Marchigiana 2022. Le due competizioni unite da una challenge a punti si svolgeranno con partenza e arrivo nel territorio comunale di Castelfidardo, attiva cittadina adagiata sulle colline dell’entroterra di Ancona....


La puntata di Velò andata in onda ieri sera su TvSei è stata particolarmente interessante, si è parlato di Giro d'Italia con Luciano Rabottini, Riccardo Magrini e Valentino Sciotto: sotto riflettori la seconda settimana della corsa rosa. Se la volete vedere o rivedere, potete...


Imprenditori e amministratori pubblici uniti per collaborare attivamente con gli organizzatori della tappa del Giro Donne in programma il 7 luglio con partenza da Prevalle e arrivo al Maniva dopo 112 chilometri abbondanti. Prima, durante e dopo la presentazione svolta...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach