L'ORA DEL PASTO. PIERO MARCHESI, IL LEONE IN GABBIA

NEWS | 01/12/2021 | 08:03
di Marco Pastonesi

Non è stato lui a scegliere la bici, ma la bici a volere lui. Come una dea che s’impadronisce di un guerriero fino a renderlo eroico, leggendario, mitico. E Piero Marchesi, a suo modo, eroico, mitico, leggendario lo è. Anche se non è famoso come Nibali, vincente come Pogacar, iridato come Alaphilippe. Non è un eroismo, un mito, una leggenda aver percorso un milione di chilometri a forza di pedali?


Novantadue anni e mezzo, emiliano di San Lazzaro Parmense, dal 1937 – cioè da quando aveva otto anni - Marchesi ha vissuto in bicicletta attraversando l’epoca di Bartali e Coppi, poi di Adorni e Anquetil, Gimondi e Merckx, Moser e Saronni, Pantani e Armstrong, fino a Van Aert e Van der Poel. Dilettante nel senso che a suon di pedali si è sempre dilettato, professionista nel senso che a forza di pedali è riuscito a stabilire record personali (e quasi professionali) di 260 km in un giorno, 3210 in un mese e 26800 in un anno, amatore nel senso che lui ha amato la bici quanto la bici ha amato lui, tanto che l’amore a prima vista si è allungato in un amore a chilometraggio illimitato, perfino scalatore nel senso che si è arrampicato a due ruote su Stelvio e Nivolet, le Tre Cime di Lavaredo e il Muro di Sormano, lo sterrato del Manghen e i tornanti del Bondone, e ambientalista nel senso che non ha mai dimenticato come la bici sia sinonimo di silenzio e pulizia, rispetto e – sempre - passione.


Chi lo conosce bene, come il suo amico Gianfranco Di Pretoro, ne ricorda prodezze e imprese. Come quando, d’inverno, nuotava nel Tevere contro corrente. Come quella volta che, a 86 anni, Marchesi “ha superato con fluide pedalate la salita al 15 per cento di via Edmondo De Amicis, il muro di Roma detto K2”. Senza alcun segreto: “La sua longevità è dovuta all’ereditarietà genetica, all’alimentazione onnivora accompagnata da un’efficace masticazione, allo stretching, alla ‘lubrificazione’ giornaliera del ‘motore’ pedalando nelle strade del Lazio”. E con grandi riconoscimenti: “A Roma, dove abita da ottobre a marzo, e a Sabaudia, dove sta da marzo a ottobre, è un monumento in bicicletta. Lo chiamano l’Invincibile, l’unico ciclista che pedala con vento forte, pioggia battente e sole rovente”.

Sposato con Giovanna, tre figli e vari nipoti, diplomato all’artistico e poi funzionario di banca, Marchesi si racconta con leggerezza: “Ho cominciato da una bici artigianale (Zanardi, di Parma) e adesso mi faccio in quattro (con due bici di acciaio e due di carbonio). Fra gare e vacanze, strada facendo ho conosciuto Ercole Gualazzini e Marcello Osler, Francesco Moser e Beppe Martinelli, ho addirittura pedalato con Marco Pantani. Dietro, a dire la verità. Dietro per rispetto e prudenza. Succedeva quando la Mercatone Uno andava in ritiro a San Felice Circeo. Io seguivo il gruppo dei corridori finché non affrontava le salite, lì giravo la bici e tornavo a casa”.

In questi giorni Marchesi è incredibilmente fermo: “Colpa di una banale caduta. Non dalla bici, ma nella doccia. Quattro costole incrinate. Però il riposo forzato sta finalmente esaurendosi. Non vedo l’ora di ricominciare. Mi sento come un leone in gabbia”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è appena alzato il sipario - l'esordio è avvenuto mercoledì al Trofeo Calvia, oggi è al via del Trofeo Serra de Tramuntana - sulla decima stagione da professionista di Diego Rosa, la prima del corridore classe 1989 con la...


Era una prova... di prova e ora rischia di diventare un "unicum": parliamo della "staffetta test" in programma oggi come prova di apertura del weekend mondiale a Fayetteville, negli Stati Uniti. A causa della pandemia, infatti, l'Uci ha deciso di...


Nel GP Cycliste la Marseillaise la squadra sarà diretta da Fabrizio Guidi (Ita), il quale sarà affiancato da Aart Vierhouten nell’Etoile de Bessèges. Ulissi: “Siamo tutti entusiasti per l’inizio della stagione agonistica. Veniamo da un ritiro in Spagna rivelatosi molto...


Ciclo Promo Components Spa e la Bardiani CSF Faizanè confermano la loro partnership anche per la stagione 2022. L’azienda veneta distribuisce in Italia marchi famosi di aziende leader nel settore ciclismo. Dall’ampio catalogo a disposizione la Bardiani CSF Faizanè ha scelto di affidarsi a...


Matteo Badilatti, 29enne svizzero della Groupama FDJ abita a Poschiavo, nel Canton Grigione.  Parla italiano francese, inglese e tedesco. "Noi svizzeri ne parliamo tante di lingue, ma nessuna bene. E' un'abilità comunque utile per potersi inserire in vari contesti grazie...


La campionessa irlandese Imogen Cotter, ciclista che fa base in Belgio e milita nel Continental Team Ciclotel, è stata investita in allenamento e ora è ricoverata in ospedale. È lei stessa a raccontare la sua disavventura: «Mercoledì, mentre ero...


Alla guida del settore femminile strada è stato chiamato Paolo Sangalli che seguirà le ragazze della nazionale fino alle Olimpiadi di Pa­rigi. Non si tratta di un volto nuovo perché dal 2009 è stato il braccio destro di Dino Salvoldi....


La lana Merino, che splendido questo dono fatto dalla natura! Nelle ultime due stagioni si sono letteralmente moltiplicati i capi e gli accessori realizzati in lana Merino, una risorsa naturale che ha davvero molto da dire anche in ambito sportivo. I...


Quella 2022, la ventunesima, sarà un edizione #rostistyle del circuito Coppa Piemonte Drali. L'azienda di Brembate (Bergamo) che produce le divise delle due formazioni professionistiche Ag2r Citroën Team e Drone Hopper – Androni Giocattoli, realizzerà le maglie di leader del circuito. per leggere l'intero articolo vai su...


La Challenge Mallorca 2022 propone oggi il terzo appuntamento, il Trofeo Serra de Tramuntana. In programma ci sono 158, 9 chilometri dal tracciato mosso e soprattutto con il Coll Puig Major a fare da spartiacque. Salita di prima categoria, propone...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI