GIRO D'ITALIA U23 2021, SUL COLLE PASSERINO AYUSO PIÙ VELOCE DI BERNAL

DILETTANTI | 08/06/2021 | 09:48
di Carlo Malvestio

Se ancora ci fossero dei dubbi sul talento di Juan Ayuso, sono arrivati i dati dei tempi d’ascesa della salita di ieri a diradarli in toto. Il talento spagnolo, classe 2002, ha infatti scalato il Colle Passerino (4,2 km al 9,9%) verso l’arrivo di Sestola in 13’41”, come è possibile constatare dalle immagini Rai.


Meno di un mese fa, al Giro sulla stessa salita e sullo stesso arrivo, Egan Bernal aveva chiuso in 14’01”, ben 20” peggio del corridore della Colpack Ballan, promesso sposo alla UAE Team Emirates a partire da agosto. Le differenze ovviamente ci sono: Ayuso ha attaccato fin dai piedi dell’ascesa, percorrendola tutta al limite delle sue potenzialità, mentre Bernal aveva accelerato solo nella parte finale, portandosi dietro Mikel Landa, Giulio Ciccone e Hugh Carthy, che avevano chiuso col suo stesso tempo.


I professionisti, inoltre, arrivavano da una tappa di 187 km contro i 142 degli U23, ma non ci siano dubbi sul dire che ci troviamo di fronte ad un nuovo fenomeno. Ayuso ha già tutte le carte in regola per lottare coi migliori professionisti.

Copyright © TBW
COMMENTI
Nasa
8 giugno 2021 11:17 Finisseur
Qualcuno ha colonizzato marte e non ce l’ha detto.

.
8 giugno 2021 11:22 Rallenta
Che dire, qui ci si trova davvero davanti ad un nuovo fenomeno! E da appassionati bisogna solo essere contenti! Poco importa se a 30 anni poi smettera’ di fare il ciclista. Conta quello che potrà fare nei prossimi 10 anni. Peccato solo che non sia italiano.

giro d'italia
8 giugno 2021 11:51 alerossi
questo dimostra quanto scadente era il livello al giro d'italia, compreso bernal. 5''/Km non sono pochi

Wam
8 giugno 2021 12:56 italia
Bernal ha scalato con u a wam di circa 1780, che definirla scadente mi pare improrio

Alerossi
8 giugno 2021 13:48 VERGOGNA
ma quante caxxate dici... il problema è che ci credi pure

italia
8 giugno 2021 13:59 alerossi
come dice belli, la vam diventa un numero significante su salite oltre i 30 min, quindi non mi interessa. se vogliamo aggiungere bernal lo ha scalato alla quarta dopo 2 tappe per velocisti prima e una mini crono di 8Km, ayuso alla 5° tappa dopo una crono di 25Km e altre 2 tappe impegnative

Giro d'Italia
8 giugno 2021 14:18 italia
Secondo me il livello al Giro era eccellente ; piu' forte di Bernal per me c'e' soltanto Pogacar; Roglic potrebbe fare la fine di Cancellara Hesjedal ... che dopo che furono sollevati sospetti o filmati con ruote che giravano da sole non e' che abbiamo vinto molto.Per quanto concerne la wam si puo' dire he Ayuso e Bernal sono stati più o meno sullo stesso livello

Alerossi. Bha?
8 giugno 2021 14:54 Paino Inclinato 90
innanzitutto Bernal veniva proprio da una condizione preparata per fare le 3 settimane di giro, aveva ancora da carburare, avevano preso pioggia battente dalla mattina e faceva veramente molto freddo(io ero li) la salita del passerino fatta in bici ti garantisco che è selettiva e la VAM è un buon indicatore. Se Bernal è cosi scarso e tra i 200 corridori che hanno fatto il giro un DS non ha portato uno meno scarso di lui allora vedrai che i prossimi anni daranno una risposta secca a questa tua domanda. (per ora Bernal 1 Tour, 1 Giro. 3° al Lombardia)

Domanda
8 giugno 2021 15:02 pickett
Ma il nostro fenomeno,Piccolo,che Beppe Conti 2 anni fa definì "l'Evenepoel italiano"si può sapere che fine ha mai fatto?

italia
8 giugno 2021 18:40 alerossi
dici pistolate su roglic e un problema meccanico, mentre a bernal che da un momento all'altro ha mal di schiena e poi all'improvviso scompare dai 100% credibilità. almeno cerca di scrivere cose coerenti tra loro

Roglic
8 giugno 2021 21:20 italia
Ho detto la mia opinione su Roglic;può darsi che mi sbaglio; vedremo i risultati nel futuro.Mi fido di Bernal perche' va forte in salita e si difende a cronometro rispettando la fisiologia; di corridori che volano in salita e vanno fortissimi a cronometro non mi danno una bella sensazione; ovviamente e' una mia opinione personale.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se non l'avessi vissuta dal vivo, stenterei a crederci. È successo davvero: l'Italia del ciclismo è nell'Olimpo. Il quartetto azzurro si è tramutato d'oro firmando un nuovo record del mondo: 3'42”032. La Danimarca, che tanto ci ha fatto innervosire negli...


Doppio colpo per la Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux che annuncia l'ingaggio dei norvegesi Alexander Kristoff, vincitore di 79 gare tra i prof, e di Sven Erik Bystrøm, ex campione del mondo U23. L'esperto duo di Stravanger sta attualmente gareggiando per l'UAE Team...


Sventola la bandiera colombiana sul traguardo della seconda tappa della Vuelta Burgos 2021. Juan Sebastian Molano, velocista 26enne della UAE Team Emirates, ha ottenuto la prima affermazione stagionale anticipando sulla linea bianca il veneto Alberto Dainese (Team DSM).Terzo gradino del podio...


Anche in Romania sventola il tricolore. Andrea Guardini si è aggiudicato la prima tappa del Tour of Szeklerland, da Târgu Mureș a Odorheiu Secuiesc di 124 chilometri. Lo sprinter del team Giotti Victoria Deu Savini ha regolato l'austriaco Daniel Auer...


Cambia decisamente volto la Bora Hansgrohe per le prossime stagioni e lo fa annunciano i contrati triennali firmati con Jai Hindley, Sergio Higuita e Marco Haller. «La firma di Jai, Sergio e Marco è un passo importante verso un'ulteriore mutamento...


Doppio annuncio per la Groupama FDJ che ingaggia per le prossime due stagioni Quentin Pacher e Michael Storer. Il 29enne francese e il 24enne australiano, recente vincitore del Tour de l'Ain, rafforzeranno il gruppo degli scalatori del team francese. ...


Grandissima emozione in casa Biesse Arvedi Premac! Il nostro Francesco Lamon, con Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna regala un oro storico all'Itala nel quartetto e il record del mondo. Francesco ha sposato il progetto Arvedi Cycling, fortemente voluto...


Ivano Fanini nella sua carriera di scopritore di talenti, ne ha lanciati davvero tanti e tra questi c'è anche Marco Villa, attuale tecnico della nazionale italiana e responsabile della pista. Con Fanini, Villa ha vinto un mondiale, quindi è naturale...


L’avventura olimpica della nazionale italiana al velodromo di Izu continua domani con l’omnium che vedrà impegnato a Elia Viviani.Il veronese è campione olimpico uscente anche se la specialità da Rio 2016 è completamente cambiata: allora erano sei specialità in due...


Il primo vagone, colui che apre le danze, che fa carburare i motori e lancia i compagni. Francesco Lamon verrà ricordato come il grande apripista di questo quartetto azzurro che ha fatto la storia: «La partenza è delicata perché non devo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI