MASNADA A BLABLABIKE: «A MORBEGNO ABBIAMO SBAGLIATO»

TUTTOBICI | 28/10/2020 | 07:50
di Paolo Broggi

Ruota tutta attorno al Giro d'Italia la nuova puntata - la trentatreesima della serie - di BlaBlaBike. Vi proponiamo l'intervista a Fausto Masnada, il bergamasco della Deceuninck Quick Step che ha chiuso la corsa rosa al nono posto dopo aver lavorato con grande impegno per la maglia rosa Joao Almeida. E con lui abbiamo parlato anche dello sciopero di Morbegno: «Tutti siamo saliti sul bus, la responsabilità è divisa tra tutti i corridori. È stato un errore, ce ne siamo accorti in gruppo. Abbiamo sbagliato, soprattutto i tempi dell'azione».


Ad aiutarci nell'analisi della corsa rosa ci sono poi le interviste a Matteo Tosatto e Rohan Dennis del Team Ineos Grenadiers, che ha chiuso al nono posto della generale dopo aver fiancheggiato alla grande il compagno di squadra Joao Almeida, e Davide Cimolai, che ribadisce la sua opinione su un'ultima settimana che ha giudicato troppo dura. Ci sono poi l'intervento di Claudio Cozzi, diesse della Israel Start Up Nation che guarda già al futuro con l'arrivo di Chris Froome e quello di Ruben Guerreiro, incredula maglia azzurra che racconta le sue emozioni sul podio di Milano e le sue ambizioni per il futuro.


Per ascoltare l’intervista a Fausto Masnada nella trentatreesima puntata di BlaBlaBike CLICCA QUI o corri sul nostro canale Spotify.

 

 










Copyright © TBW
COMMENTI
Masnada dichiarazioni che gli fanno onore.
28 ottobre 2020 09:26 59LUIGIB
Onore al merito Fausto Masnada ha colto nel segno modi e tempi sbagliati per rivendicare sicurezza e rispetto che i corridori meritano ma non in quel modo non rispettando il lavoro altrui, i tifosi e l'organizzazione della corsa.

.....
28 ottobre 2020 10:50 berto
I corridori purtroppo non hanno mai capito niente. Inutile pretendere più di tanto.

Masnada
28 ottobre 2020 11:47 GianEnri
E' facile giudicare il comportamento degli altri, ci sono momenti in cui le situazioni precipitano e non si colgono in tempo le conseguenze. Ormai è andata così e ogni parte deve prendere coscienza degli errori.

sondaggio procyclingstats
28 ottobre 2020 13:05 alerossi
chissà perchè un pubblico tutto italiano come quello di tuttobici ha dato ragione a vegni al 99% (tutti tranne me) e invece un pubblico internazionale come quello di procyclingstats ha dato torto a vegni a più del 50%. bisogna smettere di essere nazionalisti e aprire di più la mente oltre il proprio orto

sondaggio procyclingstats
28 ottobre 2020 13:05 alerossi
chissà perchè un pubblico tutto italiano come quello di tuttobici ha dato ragione a vegni al 99% (tutti tranne me) e invece un pubblico internazionale come quello di procyclingstats ha dato torto a vegni a più del 50%. bisogna smettere di essere nazionalisti e aprire di più la mente oltre il proprio orto

Ciclismo disonorato
28 ottobre 2020 23:09 ildema
Condanno fermamente sia la decisione presa dai ciclisti che si sono rifiutati di prendere il via nella tappa di Morbegno motivando tale decisione con le cattive condizioni climatiche che erano invece assolutamente normali con 16 gradi di temperatura e una leggera pioggerellina. e sia la loro associazione che li ha supportati in tale dissennata decisione. Queste sono le cose che fanno male al ciclismo. Pensate a cosa succederebbe se adottassero queste decisioni nelle classiche del nord.......

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La bomba è di Beppe Conti, che nell'ultima puntata di Radio Corsa, rotocalco settimanale in ognda su Rai Sport: «Vincenzo Nibali nel 2022 correrà con la maglia della Ineos Grenadiers. Dal team britannico il fuoriclasse siciliano avrebbe ricevuto una sontuosa...


«Oggi compio 109 anni. Attorniato da tanti amici e in particolare da Gérard Mistler che è il presidente del più grande raduno di ciclisti al mondo, l’Ardéchoise, che richiama ogni anno 15mila ciclisti. Io ho sempre il dorsale numero 1,...


Tre nuovi arrivi per il Team Qhubeka Assos che accoglie Lukasz Wisniowski, Sean Bennett e Karel Vacek. Il 28enne polacco Wisniowski arriva dalla CCC e sarà un elemento importante per il treno del campione europeo e italiano Giacomo Nizzolo. Il...


Fabio Jakobsen è tornato in bici ma la riabilitazione per lui sarà ancora molto lunga. A dirlo è il dottor Yvan Vanmol, medico della Deceuninck - Quick-Step, che ha smorzato l’ottimismo dei giorni scorsi, nato quando Jakobsen ha pubblicato una...


Teneva il piede in due scarpe. Anzi, teneva i due piedi in quattro scarpe. Quelle da corridore e quelle da artigiano. Quelle da corridore erano passione, fatica, salita, quelle da artigiano erano professione, ricerca, precisione. Quelle da corridore, personali, e...


Anche il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio ricorda Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì a 60 anni. «Ho avuto l'onore di conoscere quello che ho sempre considerato il più grande giocatore di tutti i tempi, un genio del...


A trovarsi a parlare con Fabio Canova, il signor Named tanto per esser chiaro, è come ritrovarsi fra amici, perchè gentilezza e semplicità sono nel Dna di questo personaggio che da oltre vent'anni spazia con i suoi marchi nel mondo...


Gli organizzatori de La Vuelta a Andalucia - Ruta del Sol sono al lavoro per organizzare un'edizione importante della loro corsa, anche se non sarà facile a causa della crisi sanitaria legata al coronavirus. Alcune gare sono già state annullate...


Quello di quest’anno è un off-season diverso per tutti e Davide Ballerini lo passa tra le faccende domestiche, le uscite in mountain bike con il suo amico Jacopo Cerutti, pilota motociclistico del team Husqvarna, qualche camminata insieme a Yuma, il...


È l’uomo copertina, difatti ab­biamo deciso di dedicargliela. Non ce ne voglia Tao Geo­ghe­gan Hart, degnissimo vincitore del Giro, ma avevamo almeno due ragioni per fare questo omaggio al granatiere di Vi­gno­ne. Prima, il mondiale di Imola; ora un Giro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155