IL TOUR OF THE ALPS FESTEGGIA LA PROMOZIONE ALLA PROSERIES

PROFESSIONISTI | 10/10/2019 | 07:32

Non sono passati nemmeno sei mesi dal finale del 43° Tour of the Alps, che consacrava agli occhi del mondo il talento di Pavel Sivakov, eppure la corsa verso l’edizione 2020 della gara a tappe euroregionale organizzata dal GS Alto Garda è già iniziata da tempo, e un primo importante traguardo è stato centrato oggi, 9 Ottobre, in occasione della pubblicazione dei calendari UCI 2020.

Il Tour of the Alps entra infatti a far parte delle UCI Pro Series, la nuova categoria del ciclismo mondiale che si colloca appena alle spalle delle gare World Tour, comprendente le prove di maggiore storia e prestigio a livello internazionale al di fuori delle grandi classiche del ciclismo – a tappe e in linea.

Un riconoscimento importantissimo per la storia ed il lavoro del GS Alto Garda, già all’opera da mesi per la 44a edizione della corsa a tappe euroregionale, che si svolgerà dal 20 al 24 Aprile 2020, con il 19 Aprile come consueta giornata di vigilia dedicata ad operazioni preliminari e presentazione delle squadre. Il percorso e le novità dell’edizione 2020 saranno presentati nell’ormai classico vernissage alla Sala Buzzati a Milano, sede di rappresentanza di RCS Sport, il prossimo martedì 29 Ottobre alle ore 11,30.

“Siamo grati all’Unione Ciclistica Internazionale e alla Federazione Ciclistica Italiana, che hanno sostenuto la nostra candidatura alle UCI Pro Series,” commenta il Presidente del GS Alto Garda Giacomo Santini, “un risultato che premia non solo il successo del progetto Tour of the Alps, ma l’importante storia di 40 anni di Giro del Trentino sulla quale il nuovo corso ha posto le basi.

Solo pochi anni fa la storia della nostra corsa rischiava di interrompersi: la nuova partnership territoriale fra Tirolo, Alto Adige e Trentino, sotto l’egida dell’Euregio, ci ha restituito nuovo slancio e la possibilità di pensare sempre più in grande. A loro e a tutti i nostri partner, oltre che al nostro grande team organizzativo, dobbiamo dire grazie per questo traguardo, che ci lancia verso un futuro ancora più ambizioso.”

Anche nel 2020, il Tour of the Alps punterà a consolidare il trend di forte crescita delle ultime stagioni, fotografato dai lusinghieri numeri di esposizione della 43a edizione, che ha visto protagonisti – fra gli altri – anche Vincenzo Nibali e Chris Froome.

La valutazione media dell’evento svoltosi dal 22 al 26 Aprile scorso ha infatti sfiorato i 15 milioni di Euro, quasi 50 milioni di telespettatori fra distribuzione televisiva e streaming, oltre 60 milioni di visualizzazioni media stimate e una crescita del 50% delle visite sul sito ufficiale www.tourofthealps.eu rispetto all’edizione precedente.

Risultati di assoluto rilievo che premiano l’attenzione e l’impegno dedicato dal Tour of the Alps alle attività di marketing, comunicazione e promozione, ed un trend ascendente che l’organizzazione punta ad alimentare con nuovi progetti e iniziative, alcuni dei quali saranno svelati già in occasione della presentazione di Martedì 29 Ottobre.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Franco Costantino che, svestiti i panni ufficiali di presidente dell' A.O.C.C. e indossati quelli di semplice appassionato e comunque qualificato addetto ai lavori, ci propone una riflessione sui calendari e sulla ripresa. Caro direttore,...


Frattura scomposta dell'olecrano e del capitello radiale del gomito sinistro: è questo il verdetto degli esami radiologici a cui è stato sottoposto ieri sera Andrea Violato dopo essere rimasto vittima di un incidente stradale nei pressi di Conselve (Pd) mentre si trovava...


Chiunque domani pedalerà con una rosa sulla bicicletta o parteciperà al presidio in Duomo, sarà promotore di un messaggio chiaro: chiedere a gran voce una Milano a misura di bicicletta. Una necessità sentita da molti e in particolare dalle 70...


Andare a segno con una fuga vincente in in circuito breve e veloce come quello di Buon Me Thuot - 17 giri da 3, 1 km per un totale di 52 km - non è cosa da poco e quindi...


«Nel 2017 ho vinto il Giro d'Italia e sono diventato campione del mondo di cronometro. Nel 2018 ho vissuto un’altra grande stagione con il secondo posto al Giro e al Tour, ma le cose sono andate male nel 2019. La...


L’Operazione Aderlass torna d’attualità nel mondo del ciclismo. Ed è un ritorno che rischia di far rumore… La CADF - Fondazione Antidoping indipendente voluta dall’UCI - sta riesaminando infatti i campioni raccolti durante il Tour de France 2016 e, soprattutto,...


C’è bisogno di ripartire, gareggiare di nuovo. È necessario riannodare quel filo strappato dal coronavirus a marzo e completare l’anno sportivo. È questo uno dei messaggi forti che tuttobiciweb sta raccogliendo con l’inchiesta condotta in queste settimane tra i dirigenti...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la ventesima tappa: Imerio Massignan ci racconta quella del 1960. Massignan Imerio da Valmarana...


Se già il Decreto Legge 18/2020 “Cura Italia” aveva previsto una sospensione nel versamento dei canoni di locazione relativa ad impianti sportivi di proprietà pubblica, il nuovo D.L. 34/2020 “Rilancio Italia” all’art. 216 introduce una misura fortemente attesa e richiesta...


A maggio del 2020 di una vita mortale, non ab­bia­mo altre certezze del­le incertezze. Abbiamo le rose sul terrazzo, in questa esistenza che il Coronaviurus ci ha obbligato indoor, ma non abbiamo uno sguardo, un sorriso che filtri nitido attraverso...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155