MASNADA. «FELICITA' AI MASSIMI LIVELLI»

GIRO D'ITALIA | 16/05/2019 | 17:12

Tre settimane fa aveva rotto il ghiaccio nelle corse importanti cogliendo al Tour of the Alps due splendide tappe (in precedenza aveva vinto una tappa e la classifica generale del Tour de Hainan, in Cina, sul finire della scorsa stagione). E oggi Fausto Masnada si è ripetuto alla sua maniera, entrando nella fuga giusta e coronando il sogno di una vita: «È una felicità ai massimi livelli: sapevo di avere una buona condizione, ma vincere al Giro è davvero difficile. Le dita al cielo sul traguardo? Una dedica a mio zio, che è scomparso appena prima del Giro: ho fatto in tempo a salutarlo, gli avevo promesso una vittoria tappa e ce l’ho fatta. Sapevamo che oggi poteva arrivare la fuga, sono entrato già nel primo attacco che poi non è andato a buon fine, ci ho riprovato e alla fine ho preso la fuga giusta».

E ancora: «Ho iniziato a pedalare a sei anni, convinto da un mio compagno di classe. Dopo due settimane l'ho battuto e ha smesso, io invece sono arrivato fino a qui. Nelle categorie giovanili ho corso con il Pedale Brembillese, che mi ha fatto crescere senza pressioni. Da juniores ho vinto parecchio, poi da dilettante una mononucleosi mi ha bloccato per sei mesi e ci sono voluti due o tre anni per ritornare ad alto livello».

«Devo ringraziare la squadra perché mi ha insegnato a stare in gruppo, a non sprecare le energie come facevo n passato. Il futuro? Sono in trattativa con un paio di squadre ma non c'è ancora nulla di definito».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È chiaro che mi devo dichiarare, senza se e senza ma: adoro da sempre Vasco Rossi. Sono tra quelli che ancora ragazzo, ancora corridore, lo incontra con “Non siamo mica gli americani”, nel 1979. Amore al primo ascolto. Un genio...


Tempo di ripartneza anche in terra svizzera e subito brillanti risultati per i ragazzi dell Vc Mendrisio diretti da Dario Nicolett. Nella corsa in salita Grono - Rossa, che ha difatto segnato la ripresa agonistica, infatti, si è imposto il...


E’ il 12 lugIio 1990, al Tour de France si corre la cronometro Fontaine-Villard de Lans, 33 chilometri con tratto finale in salita. La tappa se l’aggiudica lo specialista Erik Breukink, e Claudio Chiappucci, ventisettenne lombardo di Uboldo, diventa leader...


È un libro da sorseggiare, gustare e assaporare in tutte le sue declinazioni, che sono perlomeno tre, visto che Davide Cassani e Giacomo Pellizzari in sella alle loro biciclette ci indicano percorsi, ma ci suggeriscono anche cosa vedere o mangiare....


Va in scena oggi la quarta tappa  del Tour de France virtuale, lungo un percorso di 45, 8 chilometri disegnato nel sud ovest della Francia: sulla carta un’altra frazione piuttosto semplice, destinata a corridori potenti e alle ruote veloci. Ricordiamo...


Sarebbe il momento migliore dell’anno per fare il Col du Telegraphe, il Col d’Aubisque, l’izoard, il Col de Tourmalet o la gloriosa Alpe d’Huez visto che le giornate estive sono il periodo migliore per frequentare questi iconici passi in bicicletta....


Finalmente si alza il sipario sulla III edizione di Italian Bike Festival. Dopo mesi di incertezze, la più grande manifestazione italiana dedicata al mondo della bike industry, agli appassionati di ciclismo e cicloturismo è pronta a confermare le date già...


  Dopo le due riunioni su pista al Velodromo di Firenze, il ciclismo toscano propone in questo mese di luglio due cronoscalate, ricordando personaggi storici del pedale. Martedì 14 luglio alle ore 21  infatti, al circolo Fosco Bessi a Settimello...


L’ultracycler ticinese Valentina Tanzi (damaceleste.com), dopo aver percorso l'anno scorso i deserti americani in sella alla sua bici da corsa - 3a donna assoluta nella durissima Race Across The West - quest'anno, con il suo progetto "Yes, I can!", voleva...


“Sono felice di aver visto questi atleti delle 8 squadre Continental Italiane arrivare fino a Vo’. Voglio fin da ora dire che ci impegneremo per far diventare questo itinerario Codogno - Vo’ una classica del ciclismo giovanile italiano”. Con queste...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155