LTDL 2017. MARONESE: «Il mio idolo è Hinault». AUDIO

PROFESSIONISTI | 27/02/2017 | 03:48
Abbiamo incontrato Marco Maronese (Bardiani CSF) alla partenza della sesta tappa del LTdL 2017 da Senawang ed è stata una buona occasione per fare il punto della situazione su questa corsa e sull’anno appena iniziato.

Il trevigiano nato a Motta di Livenza nel giorno di Natale del 1994 arriva da quattro anni da under-23 con le maglie di MG.K Vis Norda (2013), Delio Gallina (2014) e Zalf (2015-2016) con un totale di 14 successi - cinque l’anno scorso - con anche il titolo di campione veneto nel 2015.

Ecco le sue risposte, a fondo pagina il file audio da ascoltare.

Un bilancio del LTdL finora, come sta andando?

«Finora discretamente, siamo riusciti a entrare con la nostra squadra per tre volte nella top 10, speriamo di migliorare un po’ in queste ultime tre tappe e di riuscire a centrare magari un podio e, se viene, anche una vittoria».

Raccontaci la volata di ieri che ti ha visto nella top ten, settimo

«Pensavamo che l’arrivo fosse un po’ diverso, abbiamo preso leggermente troppo indietro l’ultima curva e con la strada che saliva era impossibile recuperare, dunque così come siamo usciti dall’ultima curva siamo arrivati»

Tra la tappa di oggi e quella di domani quale vedi meglio per te?

«Vediamo oggi chi tira, magari potrebbe essere adatta a una fuga sia oggi sia domani, dipende dalla situazione della corsa».

Come senti la tua condizione?

«La mia condizione è discretamente buona, sto soffrendo un po’ il caldo di qui, però mi sento in crescita».

Chi hai visto pedalare meglio?

«Oltre alla maglia gialla e alla Dimension Data, gli UnitedHealthCare sono organizzati davvero bene e anche la Wilier Triestina»

Le tue prossime corse?

«La Coppi e Bartali poi i seguenti appuntamenti li decideremo al termine di questo giro»

Quali sono i tuoi obiettivi in questo anno appena iniziato alla Bardiani

«Prima di tutto abituarmi ai giri a tappe visto che da dilettante non li avevo mai disputati, devo imparare il mestiere da professionista che è molto diverso così come il modo di correre soprattutto nel finale. Quest’anno sarà un po’ di apprendimento, che poi sfrutterò dal prossimo anno»

Qual è la corsa che sogni di correre sin da bambino?

«Sicuramente il Giro d’Italia, ma non adesso, lo farò più avanti che ora non mi sento ancora pronto»

Quando è nata la passione per il ciclismo, chi ti ha spinto verso questo sport?

«Nessuno mi ha spinto, è una passione che abbiamo in famiglia, vedendolo in TV mi è piaciuto da subito, ho iniziato a praticarlo da G4 ossia dall’età di 9-10 anni fino ad adesso e non rimpiango la scelta»

Chi è il tuo idolo nel ciclismo?

«Ho un idolo un po’ particolare che è Bernard Hinault che anche se non condividiamo le stesse caratteristiche però è il corridore che mi piace di più. Mi è rimasto impresso quando ha vinto il Mondiale a Sallanches. È stato uno dei migliori al mondo»

Da Senawang, Diego Barbera
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Torna nella sua collocazione tradizionale l'appuntamento con Radiocorsa, il settimanale di RaiSport HD che sarà trasmesso questa sera alle 19. In studio ci sarà il campione europeo della cronometro Andrea Piccolo: con lui e con il suo compagno di squadra...


Andrea Bartolozzi, Gianmarco Begnoni, Liam Bertazzo, Mattia Bevilacqua, Simone Bevilacqua, Manuel Bongiorno, Matteo Busato, Matteo De Bonis, Andrea Di Renzo, Lorenzo Fortunato, Andrea Garosio, Roberto Gonzalez, Alessandro Iacchi, Umberto Marengo, Jan Petelin, Veljko Stojnic, Leonardo Tortomasi, Giovanni Visconti, Luca Wackermann,...


Se vi è capitato di sentire parlare della UCI Classics Series bene, se non vi è capitato poco male, perché per un po’ non se ne parlerà. L’Uci ha infatti annunciato ieri sera il rinvio del lancio della UCI Classics...


Definitivo tramonto o solamente un anno negativo? Gli addetti ai lavori si stanno chiedendo se torneremo ad ammirare la potenza di André Greipel nel 2020, e probabilmente lo stesso tedesco è curioso di capire cosa possa ancora dargli il...


Lars Boom chiude con il ciclismo su strada ma non con l’agonismo legato alle due ruote. Il trentatreenne corridore della Roompot Charles lo ha annunciato ufficialmente: «La squadra chiude i battenti, io ho avuto diversi contatti ma il più concreto...


Ha la simpatia e la gentilezza dei romagnoli Mattia Casadei, 17 anni di Montiano Calisese a due passi da Cesena dove risiede con la madre Chiara casalinga, il padre Luca (camionista), i fratelli Simone di 5 anni, Diego di 3,...


Le campionesse mondiali ed europee junior dell'Inseguimento a Squadre su pista a Francoforte (Germania) e a Gand (Belgio) Camilla Alessio e Giorgia Catarzi, portacolori del Team Ciclismo Insieme e quella continentale di ciclocross a Silvelle di Trebaseleghe (Padova) e guida...


Le selle corte hanno guadagnato meritatamente l’attenzione giusta e sono diventate in breve una vera risorsa per chi ha sempre avuto problemi di adattamento sulla sella tradizionali. Dimensioni e forme hanno trovato conferme anche nei biomeccanici e soprattutto nei vari...


È un mezzogiorno di fuoco, quello che ci propongono gli organizzatori della Sportful Dolomiti Race. Per le 12 di oggi, infatti, è annunciato l'arrivo di una grande notizia: a precederla, l'immagine che vi proponiamo, con un curioso remake della locandina...


  Soddisfazione in casa dell’Etruria Sestese Amore & Vita per la conquista del titolo di campione regionale Under 23 di ciclocross da parte Del livornese di Piombino Filippo Repeti. La società con sede a Signa si è ritrovata al Ristorante...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy