TOUR. LA INTERMARCHE' VUOL VINCERE LA PRIMA TAPPA DELLA SUA STORIA

TOUR DE FRANCE | 25/06/2024 | 14:22

Sabato 29 giugno la Intermarché-Wanty inizia il suo settimo Tour de France a Firenze (Toscana) per raggiungere Nizza il 21 luglio. Il World Team belga annuncia una formazione che parte con l'ambizione di conquistare la prima vittoria di tappa della sua storia al Tour e punta ad un posto nella top ten finale.


Settimo al Tour de France 2022, ma anche ottavo nel 2016 e nel 2017, lo scalatore sudafricano Louis Meintjes è l'uomo per la classifica generale per il quarto anno consecutivo. Vincitore quest'anno nei Paesi Baschi, Meintjes ha gareggiato con i migliori scalatori da quando è entrato a far parte del World Team nel 2021.


Il vincitore della tappa del Giro e della Gand-Wevelgem Biniam Girmay affrointa il suo secondo Tour de France consecutivo. Il corridore eritreo ha dimostrato la sua grande condizione nelle ultime settimane, con una vittoria nel Circuito Franco-Belga, secondi posti alla Brussels Classic e alla Rund Umm Köln dopo il podio di tappa al Giro, oltre alla vittoria al Surf Coast Classic di gennaio.

Il velocista Gerben Thijssen scopre per la prima volta la Grande Boucle ed è uno dei tre belgi in gara. Dal suo arrivo alla Intermarché-Wanty, ha ottenuto nove vittorie: quest'anno ha conquistato il Trofeo Palma e una tappa della Volta ao Algarve, e recentemente è salito sul podio al Giro del Belgio contro Tim Merlier e Jasper Philipsen.

Oltre a Thijssen, i giovani Hugo Page e Laurenz Rex sono gli altri due debuttanti nella selezione per questo Tour de France. Nel 2023 hanno esordito molto bene in un Grande Giro, Page alla Vuelta e Rex al Giro, con diverse top 10. E in questa stagione si sono distinti contribuendo alle vittorie di Girmay e Thijssen, oltre a successi personali come la vittoria di Rex a Le Samyn e il podio di Page al Critérium du Dauphiné.

La figura più esperta di questa squadra è Mike Teunissen, vincitore di tappa al Tour de France 2019 e maglia gialla, ha all'attivo quattro Tour. In questa stagione ha giocato un ruolo importante nel treno sprint e nelle classiche, insieme a Biniam Girmay e Gerben Thijssen, e recentemente si è piazzato quarto nel campionato nazionale nella volata vinta da Dylan Groenewegen.

Completano la selezione gli scalatori Kobe Goossens e Georg Zimmermann. Il belga Goossens ha fatto un impressionante ritorno alle competizioni dopo otto mesi di stop causa infortunio ed è entrato subito nella top 10 a livello World Tour alla classica Eschborn-Francoforte e al Tour de Romandie. Zimmermann, vincitore di tappa sul Delfinato, inizia il suo quarto Tour consecutivo al fianco di Louis Meintjes, dopo aver sfiorato la vittoria lo scorso anno con il secondo posto a Issoire.

Aike Visbeek, responsabile delle prestazioni, spiega: « I nostri obiettivi in questo Tour de France sono chiari: vincere la prima tappa della nostra storia e portare Louis Meintjes nella top 10 della classifica generale. La selezione che abbiamo composto si sta preparando per questo fin dall'inverno. Avevamo già annunciato sei nomi, gli ultimi due sono stati decisi negli ultimi due mesi. Kobe Goossens era in fase di recupero, quindi era necessario valutare la situazione passo dopo passo. È pronto, con Georg Zimmermann, a sostenere Louis Meintjes in montagna. Entrambi saranno anche importanti per le fughe, in particolare nelle tappe collinari. Con un Tour de France alle spalle, Biniam Girmay guida la nostra squadra con più esperienza. Anche se la sua preparazione è stata condizionata dalla doppia caduta al Giro, Biniam mostra un'ottima condizione e una recente iniezione di fiducia con la sua vittoria sul Circuit Franco-Belge. Siamo in questo Tour con un altro velocista di alto livello con Gerben Thijssen, al suo debutto. Questo ci dà diverse opzioni tatticamente negli arrivi in volata. Ma soprattutto, l'obiettivo di Gerben in questo Tour è quello di imparare e fare esperienza».

E infine: «Poi abbiamo Mike Teunissen come capitano e leadout. Con Laurenz Rex e Hugo Page, che sono anche risorse molto veloci con un grande motore, avranno la missione di mantenere in posizione il treno dello sprint. C'è un mix di esperienza e giovani emergenti in questa selezione. Contiamo su Meintjes e Teunissen per prendere sotto la loro ala protettrice gli altri corridori. Questo gruppo ha la capacità di rafforzarsi durante il Tour, di dare concretezza alle nostre ambizioni e vincere la nostra prima tappa del Tour».

Copyright © TBW
COMMENTI
Rota
25 giugno 2024 15:47 rufus
Mi sarei aspettato anche Lorenzo Rota

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


Acuto vincente di Efrem Zamboni nel Trofei città di Asola per allievi svoltosi a Castelnuovo nel Mantovano. Il corridore veronese del team Luc Bovolone, al secondo successo stagionale, ha superato Matteo Serini della Scuola Ciclismo Mincio Chiese, mentre la terza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi