LA INTERMARCHE' GUARDA AL DOMANI E PUNTA SUL 16ENNE VALLONE EDOUARD CLAISSE

PROFESSIONISTI | 18/04/2024 | 08:06

La Intermarché-Wanty continua a investire nei talenti di domani con l'arrivo del giovane vallone Édouard Claisse. Il giovane di 16 anni, nativo di Vaudignies, nella provincia dell'Hainaut, ha legato il suo futuro alla struttura di Jean-François Bourlart. Con il norvegese Felix Ørn-Kristoff, Édouard Claisse è il secondo junior ad usufruire del supporto di Intermarché-Wanty in vista del suo passaggio nella categoria U23 nel 2026 con il team di sviluppo continentale Wanty-ReUz-Technord sotto la direzione di Kévin Van Melsen.


Édouard Claisse è uno dei talenti ciclistici belgi più promettenti della sua generazione. Durante le stagioni 2022 e 2023 ha accumulato 40 vittorie su tutti i terreni con il Cube Litening C:68X, tra cui due tappe e la classifica generale del prestigioso Tour de l'Ain e una tappa nel Trittico Ardennais.

Passato alla categoria junior nel 2024, ha subito vinto due gare dopo la sua partecipazione al ritiro invernale della Wanty-ReUz-Technord ad Alicante a febbraio. Ha anche sfiorato il podio in competizioni internazionali, con quarti posti al Gran Premi Les Franqueses in Spagna e al Tour du Bocage et de l'Ernée in Francia.


Édouard Claisse spiega: «Proseguire il mio sviluppo con la struttura di Intermarché-Wanty è stata una scelta logica per me. Perché mi supportano già da molto tempo, sia con l'attrezzatura che con un follow-up quotidiano attraverso il mio allenatore Christophe Prémont e altri. Oltre a questo legame di fiducia, ho un forte senso di appartenenza alla squadra. Sono nato ad Ath, proprio come il progetto di Jean-François Bourlart, quindi mi rende orgoglioso rappresentare i colori della mia squadra locale. Sono sempre stato accolto a braccia aperte, sia dallo staff che dai corridori professionisti che ammiro. Ho passato un bel po' di tempo a parlare con Gerben Thijssen durante il ritiro invernale del World Team e ho imparato molto. Per la disciplina a cronometro mi piace rivolgere le mie domande a Rune Herregodts. Recentemente ho ricevuto il consiglio dal direttore sportivo Dimitri Claeys di prepararmi per le strade sterrate durante la corsa a tappe di quattro giorni Eroica, la mia prima esperienza con la nazionale belga a partire da oggi. Quest'anno i miei obiettivi principali sono la Classique des Alpes e il Tour du Valromey, due gare prestigiose nella mia categoria in cui spero di finire nella top 10 per tornare con più esperienza nella mia seconda stagione da junior. Voglio proseguire il mio sviluppo passo dopo passo, sperando di realizzare il mio sogno di partecipare al Tour de France con Intermarché-Wanty».

Kévin Van Melsen, direttore sportivo della formazione belga, aggiunge: «Abbiamo lanciato il nostro team di sviluppo continentale Wanty-ReUz-Technord con l'obiettivo di sviluppare giovani talenti e consentire loro di diventare ciclisti professionisti. In qualità di primo Team mondiale vallone, Intermarché-Wanty attribuisce molta importanza allo sviluppo dei talenti belgi, in particolare dei corridori valloni, nella sua filosofia. Quindi sono orgoglioso che un talento molto ambito come Édouard abbia scelto di seguire le orme di William Graff, Sacha Prestianni o Tim Rex, che hanno fatto notevoli progressi dal loro arrivo. Questo dimostra la qualità della nostra struttura di sviluppo ed è una ricompensa per la fiducia che abbiamo riposto in Édouard fin dalla giovane età e per i buoni contatti che abbiamo mantenuto con la sua famiglia. E' un corridore con tante qualità, che mi ha davvero impressionato durante i nostri ritiri invernali. Ma se dovessi scegliere un aspettopunto sarebbe la sua maturità nella sua visione della corsa. Alla sua età, è piuttosto eccezionale sapere esattamente come gestire una gara per vincere. Impara molto velocemente e ha un buon margine di progressione. La nostra intenzione è quella di dargli il tempo necessario per svilupparsi. Non vedo l'ora di dare il benvenuto ai nostri colori a partire dal 2026».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Movistar è la storia del ciclismo moderno. Può sembrare un'affermazione forte, ma diventa lampante se pensiamo che questa squadra, quattro decenni e altrettanti nomi fa, è nata nel 1980. E c'è un uomo che, prima come direttore sportivo e...


Inizia l’ultima settimana del Giro d’Italia 2024 dopo la giornata di riposo della carovana a Livigno, con il suo abitato che si sviluppa in lunghezza parallelo all’andamento delle cime che lo contornano. il “piccolo Tibet”, così detto per l’elevata quota...


Seconda vittoria italiana al Tour of Japan 2024 e bis per il JCL Team UKYO: dopo il successo di Malucelli, oggi è arrivata l’affermazione di Giovanni Carboni. Nella tappa con partenza ed arrivo ad Inabe, il 28enne ciclista marchigiano ha...


Dopo lo straordinario spettacolo che ci ha regalato Tadej Pogacar nella tappa di domenica e dopo il secondo giorno di riposo, il Giro d'Italia parte per affrontare la sua ultima settimana. Se la vittoria finale appare saldamente nelle mani del...


Una nuova realtà che unisce scienza e conoscenza, tecnologia ed esperienza, capacità e innovazione e mette tutto al servizio del ciclista, tanto dei campioni quanto dei cicloamatori e di coloro che in bicicletta semplicemente amano pedalare alla scoperta del mondo....


  Il primo ad apparire è Felice Gimondi: maglia Bianchi, mani strette al manubrio, il simbolo della volontà. Dopo di lui – dopo di lui!, dopo! – c’è Eddy Merckx: maglia iridata, braccia al cielo, il gesto del trionfo. Ecco...


Un poco alla volta le notizie su Jonas Vingegaard iniziano ad arrivare. Il due volte vincitore del Tour de France, dopo aver lasciato l’ospedale in Spagna, era tornato in Danimarca a Glyngøre e nelle scorse settimane aveva postato una foto...


In questi giorni le tinte rosa del Giro dominano l’Italia ma Piacenza sta cominciando a colorarsi di giallo Tour. La cittadina emiliana, sede di partenza della terza tappa della Grande Boucle 2024, si sta preparando allo storico evento del prossimo...


“Un giro nel Giro”, il circuito di pedalate amatoriali, dedicato a clienti e appassionati ciclisti, sul percorso del Giro d’Italia organizzato da Banca Mediolanum, da ventidue anni sponsor ufficiale della Maglia Azzurra del Gran Premio della Montagna, è pronto a...


Ci sono novità ai vertici di Specialized: Armin Landgraf è il nuovo CEO in sostituzione di Scott Maguire, che guiderà la nuova divisione di innovazione e tecnologia del marchio. per proseguire nella lettura vai su tuttobicitech.it  


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi