STRADE BIANCHE. UN PERCORSO NUOVO E PIU' DURO, UN FAVORITO SU TUTTI. I PARTENTI

PROFESSIONISTI | 01/03/2024 | 08:31
di Francesca Monzone

Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale. Già a dicembre era difficile trovare una stanza nei tanti alberghi di Siena e della sua provincia e da alcune settimane è stato registrato il tutto esaurito. Non solo italiani, ma tanti stranieri, che in particolare dal Nord Europa arrivano per seguire una delle Classiche più amate: Strade Bianche, che ancora una volta regalerà agli appassionati di ciclismo uno spettacolo unico.


Il primo a vincere questa corsa è stato Alexander Kolobnev nel 2007 (prima si chiamava Eroica e dal 2012 ha assunto la denominazione di Strade Bianche, con la prima vittoria di Fabian Cancellara) mentre l’ultimo è Tom Pidcock che ha trionfato al termine di un attacco che lo ha visto avere la meglio su Valentin Madouas e Tiesj Benoot. L'unico nella storia a centrare tre successi - e a vedersi intitolato un tratto di sterrato - è stato finora Fabian Cancellara.


Anche quest’anno la lista dei partenti è ricca di nomi importanti e tra questi spicca quello di Tadej Pogacar. Lo sloveno ha scelto la Classica toscana per fare il suo debutto stagionale, tenendo conto che negli ultimi anni ha sempre vinto la sua prima gara dell’anno, è senza dubbio il corridore più quotato per il successo, considerando che Strade Bianche l’ha già vinta nel 2022.

La UAE Emirates sarà una delle squadre più forti a Siena e questo è dimostrato dalla presenza di Tim Wellens, sempre presente  e arrivato terzo nel 2017. Il belga classe 1991 è sicuramente in ottima forma e lo ha dimostrato alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, dove ha chiuso al secondo posto.

Occhi puntati anche sul vincitore dell’ultima edizione, Tom Pidcock, che lo scorso anno ha dimostrato di poter vincere questa corsa da vero campione. Il britannico sabato è arrivato ottavo alla Omloop dopo aver dimostrato di avere buone gambe alla Volta ao Algarve. Il biondo Quinn Simmons con i suoi 22 anni è un corridore che può fare bene e lo ha fatto vedere nel 2022 quando è arrivato settimo e anche lo scorso anno, quando è arrivato dodicesimo.

Sebbene la Visma - Lease a Bike difficilmente potrà ripetere l'en plein dello scorso fine settimana, al via si presenterà in ogni caso con una squadra forte guidata da Christophe Laporte, Sepp Kuss e Attila Valter, quarto a Siena nel 2022. Anche la Groupama-FDJ si presenta con un’ottima formazione, a cominciare da Valentin Madouas,  secondo nella precedente edizione, ma anche con Romain Grégoire, ottavo nel 2023 e il giovane e forte Lenny Martinez.

Anche le squadre del Belgio Lotto Dstny e Soudal Quick-Step, hanno diversi outsider nelle loro fila. La squadra di Lefevere potrà contare su Alaphilippe, anche se a inizio anno non ha avuto molta fortuna: ha vinto a Siena nek 2019 e nel 2021 è arrivato secondo alle spalle di Van der Poel. Più forte appare la  Lotto Dstny con Maxim van Gils e Lennert Van Eetvelt, che ha vinto in modo impressionante l'UAE Tour.

IL PERCORSO. Questa edizione di Strade Bianche sarà senza dubbio più dura degli altri anni a causa della lunghezza del suo tracciato, che per la prima volta supera i 200 chilometri, mentre nelle ultime edizioni  era di 184 chilometri. La distanza da  percorrere sarà di 215 chilometri con partenza e arrivo a Siena e a differenza delle altre edizioni ci saranno altri 4 settori di ghiaia e da 11 settori si arriverà dunque a 15, con 71,5 chilometri totali di sterrato.

I primi nove settori sono rimasti gli stessi e i corridori incontreranno il primo dopo 21 chilometri di corsa a Vidritta. Sarà questo un primo approccio di 2 chilometri senza grandi difficoltà e poi il plotone dovrà fare i conti con gli sterrati di Bagnaia, Radi e La Piana, prima di incontrare il primo passaggio difficile a Lucignano d’Asso, che con i suoi 11,9 chilometri di ghiaia metterà in difficoltà molti corridori.

In passato si è spesso vista una prima vera selezione in questo settore che porta poi a quello di Ponte d'Arbia, lungo otto chilometri. Dopo una breve fase intermedia seguono i settori che spesso decidono chi non vincerà la corsa, si tratta di San Martino in Grania e Monte Sante Marie, quest’ultimo lungo 11,5 chilometri e considerato uno dei più difficili, tanto da meritare 5 stelle di difficoltà. 

A 55 chilometri dall'arrivo arriviamo a Monteaperti e a seguire Colle Pinzuto e  Le Tolfe. Fino allo scorso anno i corridori si dirigevano verso Siena dopo l'ultimo settore, ma questa volta dovranno faticare di più. Così, dopo Le Tolfe, affronteranno l'inedita Strada del Castagno e quattordici chilometri dopo sarà la volta di Montechiaro. A questo punto però la corsa non sarà ancora chiusa, perché il gruppo tornerà a Colle Pinzuto e Le Tolfe, prima di percorrere gli ultimi 10 chilometri per arrivare a Siena.  L’arrivo come sempre è a Piazza del Campo, simbolo della città, ma prima i corridori rimasti dovranno affrontare la terribile salita di Via Santa Caterina, con pendenza massima del 16%. Una volta in cima, mancherà ancora mezzo chilometro al traguardo e dopo l’ultima curva, sarà possibile sentire il tifo del pubblico che annuncerà l’arrivo del vincitore.

I PARTENTI

INEOS Grenadiers
1. PIDCOCK Thomas
2. ARENSMAN Thymen
3. HEIDUK Kim
4. KWIATKOWSKI Michał
5. PUCCIO Salvatore
6. SHEFFIELD Magnus
7. THOMAS Geraint

Alpecin - Deceuninck
11. HERMANS Quinten
12. CONCI Nicola
13. GOGL Michael
14. HOLLMANN Juri
15. RIESEBEEK Oscar
16. VAN DEN BOSSCHE Fabio
17. VERMEERSCH Gianni
DS: ROODHOOFT

Arkéa - B&B Hotels
21. ALBANESE Vincenzo
22. DELAPLACE Anthony
23. GUGLIELMI Simon
24. RODRÍGUEZ Cristián
25. LEDANOIS Kévin
26. VAUQUELIN Kévin
27. VENTURINI Clément

Astana Qazaqstan Team
31. VELASCO Simone
32. BRUSSENSKIY Gleb
33. FEDOROV Yevgeniy
34. GAROFOLI Gianmarco
35. GAZZOLI Michele
36. LÓPEZ Harold Martín
37. SCHELLING Ide

BORA - hansgrohe
41. HIGUITA Sergio
42. ALEOTTI Giovanni
43. BENEDETTI Cesare
44. GAMPER Patrick
45. KÄMNA Lennard
46. KOCH Jonas
47. MARTÍNEZ Daniel Felipe

Cofidis
51. MARTIN Guillaume
52. CHAMPION Thomas
53. FINÉ Eddy
54. GESCHKE Simon
55. LASTRA Jonathan
56. MARIAULT Axel
57. ZINGLE Axel

Team Corratec - Vini Fantini
61. SBARAGLI Kristian
62. BALDACCINI Davide
63. BONIFAZIO Niccolò
64. CONTI Valerio
65. DARBELLAY Valentin
65. QUARTUCCI Lorenzo
67. STEWART Mark

Decathlon AG2R La Mondiale Team
71. COSNEFROY Benoît
72. HÄNNINEN Jaakko
73. LABROSSE Jordan
74. LAPEIRA Paul
75. PETERS Nans
76. TRONCHON Bastien
77. VENDRAME Andrea

EF Education - EasyPost
81. BETTIOL Alberto
82. CARAPAZ Richard
83. DE BOD Stefan
84. HEALY Ben
85. HONORÉ Mikkel Frølich
86. POWLESS Neilson
87. SHAW James

Groupama - FDJ
91. MADOUAS Valentin
92. ASKEY Lewis
93. GERMANI Lorenzo
94. GRÉGOIRE Romain
95. LE GAC Olivier
96. LIENHARD Fabian
97. MARTNEZ Lenny

Intermarché - Wanty
101. ROTA Lorenzo
102. BUSATTO Francesco
103. COLLEONI Kevin
104. PAQUOT Tom
105. PETILLI Simone
106. SMITH Dion
107. TAARAMÄE Rein

Israel - Premier Tech
112. TEUNS Dylan
112. CLARKE Simon
113. FRIGO Marco
114. NEILANDS Krists
115. RAISBERG Nadav
116. SHEEHAN Riley
117. WILLIAMS Stephen

Lidl - Trek
121. BAGIOLI Andrea
122. FELLINE Fabio
123. MOSCA Jacopo
124. SIMMONS Quinn
125. SKUJIŅŠ Toms
126. THEUNS Edward
127. VACEK Mathias

Lotto Dstny
131. VAN EETVELT Lennert
132. ADAMIETZ Johannes
133. BERCKMOES Jenno
134. CURRIE Logan
135. LIVYNS Arjen
136. MONIQUET Sylvain
137. VAN GILS Maxim

Movistar Team
141. FORMOLO Davide
142. CANAL Carlos
143. GARCÍA CORTINA Iván
144. OLIVEIRA Nelson
145. RANGEL Vinicius
146. SAMITIER Sergio
147. SERRANO Gonzalo

Q36.5 Pro Cycling Team
151. BRAMBILLA Gianluca
152. CALZONI Walter
153. CONCA Filippo
154. DE LA CRUZ David
155. DONOVAN Mark
156. FANCELLU Alessandro
157. WHELAN James

Soudal - Quick Step
161. ALAPHILIPPE Julian
162. ASGREEN Kasper
163. ČERNÝ Josef
164. HUBY Antoine
165. MAGNIER Paul
166. SERRY Pieter
167. VANSEVENANT Mauri

Team dsm-firmenich PostNL
171. BARDET Romain
172. BARGUIL Warren
173. WELTEN Bram
174. COMBAUD Romain
175. HAMILTON Chris
176. VAN DEN BROEK Frank
177. VERMAERKE Kevin

Team Jayco AlUla
181. CRADDOCK Lawson
182. DE MARCHI Alessandro
183. DE PRETTO Davide
184. ENGELHARDT Felix
185. JUUL-JENSEN Christopher
186. PORTER Rudy
187. ZANA Filippo

Team Polti Kometa
191. DE CASSAN Davide
192. FETTER Erik
193. GÓMEZ Germán Darío
194. MUÑOZ Francisco
195. PIETROBON Andrea
196. MARTÍN Alex
197. SEVILLA Diego Pablo

Team Visma | Lease a Bike
201. LAPORTE Christophe
202. KUSS Sepp
203. LEMMEN Bart
204. TULETT Ben
205. VALTER Attila
206. VAN DER SANDE Tosh
207. VERMOTE Julien

Tudor Pro Cycling Team
211. REICHENBACH Sébastien
212. BRUN Nils
213. ERIKSSON Lucas
214. KAMP Alexander
215. THALMANN Roland
216. WILKSCH Hannes
217. WIRTGEN Luc

UAE Team Emirates
221. POGAČAR Tadej
222. BARONCINI Filippo
223. CHRISTEN Jan
224. DEL TORO Isaac
225. HIRSCHI Marc
226. NOVAK Domen
227. WELLENS Tim

Uno-X Mobility
231. CORT Magnus
232. ABRAHAMSEN Jonas
233. URIANSTAD BUGGE Martin
234. EIKING Odd Christian
235. HOELGAARD Markus
236. HVIDEBERG Jonas Iversby
237. JOHANNESSEN Anders Halland

Bahrain - Victorious
241. MOHORIČ Matej
242. BURATTI Nicolò
243. GOVEKAR Matevž
244. MIHOLJEVIĆ Fran
245. PASQUALON Andrea
246. TRAEEB Torsrein
247. ZAMBANINI Edoardo

Copyright © TBW
COMMENTI
Corsa più lunga dal 1990
1 marzo 2024 10:30 Aleimpe
Per la prima volta dal 1990 in Italia si correrà un corsa professionistica (che non si la Sanremo, il Lombardia, il Campionato italiano e il Mondiale in Italia) con un kilometraggio così lungo (215 km).

Inoltre
1 marzo 2024 14:23 Bullet
Anche Bernal potrà fare bene e poi c'è la variabile meteo visto che piove un po' dappertutto.

Correggo
1 marzo 2024 14:27 Bullet
Cambiata la start list rispetto a 2 giorni fa, Bernal non ci sarà...peccato.

favoriti
1 marzo 2024 15:00 fransoli
percorso indurito più adatto a gente che va forte in salita, tralasciando Pogacar, per la Visma vedo meglio Valter o Kuss rispetto a un Laporte più adatto agli strappetti fiamminghi, Pidcock outsider perchè non mi ha impressionato in Belgio, curiosità per Lenny Martinez e il giovane blega vincitore dell'UAE Tour. Speriamo che sbuchi qualche italiano.

Occhio all'altro Martinez
1 marzo 2024 16:24 pickett
Quello della Bora;sembra tornato quello di un tempo.

pickett
1 marzo 2024 17:21 fransoli
vero ha battuto più volte Evenepoel in Portogallo, non credevo fosse al via, potrebbe essere lui il cofavorito visto che ha chilometri di gara nelle gambe

Concordo con Picket e Fransoli
1 marzo 2024 19:20 Frank46
I favori sono quelli vedendo la start list.
Ad ora non ho visto nessun italiano fare grandi cose però la speranza è l'ultima a morire.
Bagioli e Bettiol sono quelli con più potenziale ma non mi sembrano al top. Bettiol aveva pure iniziato discretamente ma nelle ultime gare non è progredito, inoltre forse il percorso è troppo duro quest' anno.
Zana al Laigueglia l' ho visto sgambettare bene in salita, ha perso l' attimo tatticamente in un tratto in falsopiano ma in salita tra gli italiani era quello che stava pedalando meglio. De Pretto è andato benino ma qui il livello si alza di brutto.
Formolo e Calzoni non li ho ancora visti correre quest' anno, probabilmente hanno già corso ma non ho avuto modo di vederli.
Secondo me possibili sorprese italiane possono uscire da questi nomi, intendo anche solo per piazzamenti visto che alcuni di questi nomi neanche potenzialmente sono dei big.

Sarà
1 marzo 2024 20:00 Bicio2702
la Strade Bianche più bella di sempre

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il giorno dopo l’Amstel Gold Race il vento del nord porta con sé rumors di mercato che riguardano Demi Vollering. La campionessa nazionale dei Paesi Bassi, che nel 2023 ha messo la sua firma su 17 delle 62 vittorie della...


Per un attimo avevamo quasi pensato fosse un talento destinato a perdersi, invece Tobias Foss c’è ancora, eccome se c’è. Il norvegese classe 1997 ha vinto la prima tappa del Tour of the Alps 2024, imponendosi un po’ a sorpresa...


Mattia Bais è stato uno dei tre corridori a salire sul podio delle premiazioni al termine della prima tappa del Tour of the Alps 2024. Il trentino classe 1996 si è infatti guadagnato sul campo, dopo una giornata spesa quasi...


Gerben Thijssen ha ripreso ad allenarsi meno di due settimane dopo l'incidente di mercoledì 3 aprile nella Scheldeprijs, durante la quale ha riportato la rottura parziale dei legamenti della parte esterna della caviglia.Il 25enne corridore belga, vincitore del Trofeo Palma...


Tobias Foss e la Ineos Grenadiers mettono il sigillo sulla prima tappa del Tour of the Alps 2024, la Egna-Cortina Sulla Strada del Vino di 133 km. Il norvegese, già campione del mondo a cronometro nel 2022, ha regolato allo...


Lazer, azienda che progetta e realizza caschi da oltre 100 anni, ha da sempre come primo obiettivo quello di garantire più sicurezza ai ciclisti ma si dimostra lungimirante dedicando parte della sua grande attenzione all’ambiente. In quest’ottica il nuovo casco Verde...


Segnatelo in agenda con il circolino rosso: quello di domenica 21 in diretta su tuttobiciweb è un papuntamento di quelli da non mancare. Il clou della giornata dedicata al Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana sarà il 4° Memorial...


Una domenica a tutto ciclismo, quella che ci attende il 21 aprile con il Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana con la regia organizzativa del Pedale Casalese Armofer del presidente Mario Massimini e del general manager Luca Colombo che...


Le bici sono spaziali, i caschi formidabili, i body superaerodinamici… bello, tutto perfetto. Ma per ottenere una grande performance, come quella che sarà necessaria per puntare all’oro olimpico, quello che conta maggiormente è la “macchina umana”. A Parigi i quartetti,...


Perché cambiare se le cose sono andate bene? È quanto deve aver pensato Geraint Thomas nel programmare la sua stagione 2024, che prevede, così come nel 2023, il Tour of the Alps prima del Giro d’Italia. «Mi sento abbastanza bene...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi