ALMEIDA: «DI NUOVO IL GIRO? SAREBBE RIPETITIVO…»

PROFESSIONISTI | 24/10/2023 | 13:01
di tuttobiciweb

Di certezze ce ne sono ancora poche riguardo il parterre dei Grandi Giri del 2024, ma intanto possiamo dire con sicurezza che João Almeida ha voglia di fare il Tour de France. Se poi la UAE Team Emirates lo accontenterà sarà tutto da vedere, ma intanto la volontà è chiara.


«Non abbiamo ancora parlato di calendario, ma mi piacerebbe fare il Tour perché il Giro l’ho già fatto diverse volte e diventerebbe un po’ ripetitivo - ha detto Almeida in un’intervista con la Federazione portoghese, ripresa da A Bola -. Vorrei anche partecipare a corse come il Giro del Delfinato o il Giro di Svizzera, e magari anche le classiche delle Ardenne. Avere obiettivi diversi penso sia importante per un atleta».


Da quando è passato professionista, in effetti, il 25enne portoghese ha sempre seguito un calendario piuttosto simile, soprattutto per quanto riguarda la prima parte di stagione. Il Giro lo ha corso ininterrottamente dal 2020, con il podio finale di quest’anno come risultato migliore. Alla Grande Boucle, invece, complice l’ingombrante presenza di un fuoriclasse come Tadej Pogačar, non ha ancora mai partecipato. 

«Ci sarà da gestire bene il calendario, perché quest’anno ci sono anche i Giochi Olimpici e poi la Vuelta che parte dal Portogallo (Grande Partenza da Lisbona), che per me è ovviamente speciale».

Il focus di João è sempre rimasto sulle corse a tappe, ma la speranza è anche quella di approfondire il suo rapporto con la Liegi-Bastogne-Liegi che ha corso solo una volta, nel 2021.  «Mi ero sentito abbastanza bene quella volta, ma è chiaro che per una corsa come quella la preparazione deve essere diversa - continua Almeida -. Ho già conquistato un podio in un Grande Giro, se riuscissi a conquistarne qualche altro o, perché no, anche vincere, non sarebbe mica male. So quanto sia difficile, ma l’obiettivo della mia carriera è continuare a vincere le corse». 

Copyright © TBW
COMMENTI
No problem
24 ottobre 2023 13:16 fransoli
Farai il gregario al tour visto che ormai majka è si titoli di coda

Unica possibilità
24 ottobre 2023 13:56 alerossi
Questa è l'unica possibilità di vedere pogacar al giro. Dato che almeida e ayuso hanno la clausola contrattuale che li rende liberi nei gt da gregariato, potrebbe essere possibile lo sloveno al giro (col tour in libertà), e gli altri 2 al tour per la classifica.

Tadej si Tadej no
24 ottobre 2023 14:42 Bullet
Il Giro, tra tappe brevi e pochi tapponi con salite lunghe, è palese sia stato fatto su misura per Tadej così da essere meno impegnativo e poter recuperare per fare il Tour, un po' come un Tour - Vuelta ma in verso opposto. Ora è da vedere se verrà perché la sfida al Tour, senza dibattiti sull'influenza dell'infortunio sulle prestazioni dello scorso anno, penso attiri molto di più come una specie di sfida finale. Vedremo.

Benissimo
24 ottobre 2023 15:18 lupin3
Invece che terzo al giro arriverá ottavo al tour, sperando sia sufficiente per dirottare Pogacar al giro

Dobbiamo prenderne atto
24 ottobre 2023 15:28 pickett
Viene ritenuto + importante un piazzamento attorno al settimo-ottavo posto al Tour che una possibile vittoria al Giro.Quest'anno,alla Vuelta,Almeida non ha mostrato la regolarità che era la sua dote principale,può darsi che sia già in calo.Certamente al Tour il podio se lo sogna di notte.

Ma te pensa
24 ottobre 2023 21:38 Arrivo1991
Thomas a 37 anni ha fatto meglio di corridori come questo. Continuate ad insistere solo su Pogacar, che se gli scappa un piede a questo super campione fate zero in tabella. Ragionamenti Uae

@picket
27 ottobre 2023 12:08 Frank46
Al Tour negli ultimi anni sono arrivati a podio Kloden, Vanderbrorck, Frank Shleck, Kruswuijk e Richie Porte.
Inoltre è stato vinto da Pereiro e da Sastre.
Lo stesso Adam Yates quest' anno ha strameritato il podio ma in passato ha avuto svariate occasioni da capitano nei GT e non ci è mai arrivato neanche vicino a conquistare un podio a differenza di Simon Yates.
Alla Vuelta era evidente che Almeida non avesse la stessa condizione del Giro ed ha avuto anche la bronchite, ma aldilà di questo non si può stare sempre al top.
Di sicuro Almeida al top può pensare di puntare ad un podio al Tour visto che a parte Vingeegard e Pogacar gli altri sono tutti sulla stessa barca.
Se Pogacar andasse anche al Giro potrebbe diventare abbordabile pure lui per "quelli normali".
Inoltre una caduta, un malanno o altro sono possibili anche per Vingeegard.
Quindi al mondo ci sono almeno una decina di ciclisti che possono sognare di fare saltare il banco al Tour o quantomeno arrivare a podio e uno di questi è sicuramente Almeida.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Da giorni la notizia era nell'aria, i segnali inequivocabili erano arrivati sia da parte di RCS Sport che dalla Regione Sicilia: il Giro di Sicilia 2024 non si correrà. La gara era in programma dal 9 al 12 aprile prossimi,...


Nel weekend atleti, addetti ai lavori e appassionati hanno cominciato ad assaporare l’atmosfera delle classiche del nord: la Visma | Lease a Bike si è presa la ribalta in Belgio grazie a Wout van Aert, vincitore nella Kuurne-Brussel-Kuurne, Jan Tratnik,...


Da quando è entrato a far parte di Lidl-Trek nell'agosto 2020 come stagière, Mattias Skjelmose ha avuto una corsia preferenziale verso il successo. Il danese è stato subito preso sotto l'ala protettrice di Mads Pedersen, che ha svolto il ruolo...


L'UCI annuncia che la sua Commissione Disciplinare ha emesso la sua decisione nel procedimento disciplinare avviato contro l'UCI Women's Continental Team Cynisca Cycling. L'UCI aveva deferito il caso alla sua Commissione Disciplinare a seguito di potenziali azioni fraudolente da parte...


Con la vittoria ottenuta negli Emirati Arabi Uniti, Lennert Van Eetvelt ha dimostrato di avere un futuro importante davanti a sé e a 22 anni è considerato una delle giovani promesse del ciclismo in Belgio. Nel 2020 è entrato nel...


Due latitudini diverse, due facce forse opposte della medaglia quando si tratta di disciplina stradale. Due tragedie. Nella stessa mattina, quella di ieri, sono avvenuti due incidenti mortali "macchina contro bici" uno nel Lazio e uno nelle Fiandre. Mentre si...


Coast to coast. Da costa a costa. Il più celebre è negli Stati Uniti, dalla costa est a quella ovest, da New York a San Francisco, oppure, con un abbuono in miglia, da Chicago a Los Angeles sulla Route 66....


Marta Cavalli sta continuano a lavorare anche se è ancora presto per stabilire la data del suo rientro alle corse. La cremasca della Fdj Suez e del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, capace nel 2022 di vincere Amstel Gold Race, Flèche...


Uno dei volti più attesi della categoria Juniores in questo 2024 è quello del parmense Edoardo Raschi che nei quattro anni trascorsi tra Esordienti e Allievi è andato in doppia cifra esultando 10 volte. Corridore dotato di uno spunto veloce...


Il Club Ciclistico Canturino 1902, nel solco di una tradizione largamente ultracentenaria ma sempre aggiornata da continua, rinverdita, attualizzata, consapevole e competente passione per le due ruote, ha presentato la parata delle sue forze in campo per l’imminente inizio agonistico...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi