DA LUGO A SAN MARINO, DOMANI LA CLASSICISSIMA D'AUTUNNO DEGLI ALLIEVI

ALLIEVI | 07/10/2023 | 07:45
di Giuseppe Berardi

Pronti, si va in tavola. Il cast è quasi al completo. A pochi giorni dalla partenza della 66.a Lugo – San Marino – 25° Memorial Lorenzo Berardi, si sta definendo il numero degli iscritti. Si cerca il successore di Lorenzo Mark Finn che lo scorso anno trionfò alla Lugo – San Marino deludendo le ambizioni di Leonardo Consolidani e di Enea Sambinello che fino a poco prima erano lì a lottare. La classica della Società Ciclistica Baracca, cui si affianca con uno splendido lavoro la Federazione Sammarinese Ciclismo, si presenta al proprio 66° genetliaco con un plotone assai nutrito, di oltre 160 atleti, colmo di belle speranze e di atleti di grande valore in rappresentanza di società italiane, come d’altronde è costume di questa manifestazione nazionale provenienti da Emilia Romagna, Toscana, Piemonte, Marche, Umbria, Veneto, Trentino Alto Adige.


Si cerca, dicevamo, il successore del ligure in maglia Nuova Ciclistica Arma di Taggia Lorenzo Mark Finn in un gruppo di atleti quanto mai eterogeneo. Ci sono infatti prepotenti scalatori, ma anche solidi passisti dalla lunga gittata e financo velocisti di svelta gamba perché la Lugo – San Marino offre gloria per tutti e non è detto, il ricchissimo albo d’oro insegna, che a prevalere debba essere sempre un gigante della montagna. Tanti sono gli atleti presenti allo start che vantano almeno una vittoria nel personale albo d’oro di stagione, diversi sono i campioni regionali in carica, così come non mancano i plurivittoriosi in grado di determinare la soluzione finale. Il pronostico, fatto sulla base di quanto fin qui evidenziato sembrerebbe concedere una chance in più al campione regionale veneto Gabriele Peluso, quattordici vittorie, secondo in classifica nazionale allievi. A contendergli la scena, secondo i bene informati, il fanese Giacomo Sgherri , 6 vittorie, ma anche il toscano dell’UC Empolese Giulio Pavi Degl’Innocenti, 4 volte sul gradino più alto del podio, nonché il campione emiliano Edoardo Raschi, 5 successi fin qui ed il ravennate Luca Signorini, 4 centri. Firmano il foglio di partenza domenica i veneti del V.C. Bassano con Frigo, i piemontesi della Vigor con Peluso, i marchigiani del Pedale Chiaravallese con i primo anno Lancioni e Minestrini, il Pedale Scaligero con Signorini, gli abruzzesi del Team Go Fast con Rotini. Ancora: presenti i trentini dell’US Montecorona con Segatta, gli altri trentini del Bike Movement Trentino Erbe, i toscani in maglia Valdinievole con Gaggioli e Menici, gli altri toscani del C.C. Appenninico 1907, dell’ASD Itala Ciclismo 1907 e del Team Bike Ballero, unitamente agli atleti del V.C.SC Empoli. Della partita sono anche gli umbri dell’UC Foligno, il piemontese del Pedale Sanmaurese Capello, i trentini dell’Aurora Trento con Vedovelli, gli altri abruzzesi del GS Gulp Pool Val Vibrata con Persiani e Bucci, i veneti del GS Infocars-Estemotor con Giandoso, nonché i marchigiani del GS


Civitanova Bike Academy con Battistoni. Si mostrano in forze gli emiliani ed i romagnoli. A contendere la scena ci sono gli atleti della Cotignolese con Ranieri, la Fiumicinese Fait Adriatica, il VC Pontenure 1957-F.Zeppi, l’UC Scat con Turci, la SC Cavriago, il GS Parmense, la SC Santerno Fabbi Imola. Si aggiungono gli atleti dell’ Eurobike Riccione , del Pedale Azzurro Rinascita con il già citato Signorini. E poi ancora: Ceretolese 1969, VC Cattolica, US Calcara e Ciclistica 2000 Litokol..

Ma altri personaggi possono reclamare un posto in prima fila, posto che non è raro che la Lugo – San Marino si sia concessa ad un velocista piuttosto che ad uno scalatore in grado di dirimere i nodi negli otto chilometri e mezzo della salita finale. Tutto nella Lugo – San Marino può portare ad un risultato diverso non pronosticato. Dipende da come la si affronta ed anche, eventualmente, dagli abbrivi conseguenti ai numerosi traguardi volanti che gli Organizzatori hanno sapientemente distribuito lungo il percorso per opportunamente motivare sia le squadre, mediante la speciale classifica a punteggio CONAD, ma anche i singoli atleti con ulteriori, personali, gratificanti opportunità ( a Godo e a Villanova di Ravenna).

Bellissima la Lugo – San Marino anche nella sua sesta capacità di sdoppiarsi, facendo correre anche gli amatori agonisti sul medesimo tracciato verso l’unico traguardo finale di San Marino con partenza, questi, un’ora prima degli allievi, alle 8,30.

Ma le chiacchiere da ora in poi contano zero. La parola passa alla strada nei novantasei chilometri e duecento metri in cui si dipana la 66.a avventura della classica Lugo – San Marino. La vetta del Monte Titano ci regalerà la verità. Appuntamento finale dunque, verso mezzogiorno, in Piazzale Lo Stradone e successiva cerimonia di premiazione, da sempre molto partecipata, nel vicino Teatro Titano.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Mathieu Van der Poel non ha vinto l’Amstel Gold Race e, senza troppo rammarico per un successo mancato, il campione del mondo ieri sera è già volato in Spagna, dove cercherà di recuperare e preparare la Liegi-Bastogne-Liegi. L’olandese ha preso...


La prima tappa del Tour of the Alps 2024 parte e termina in Alto Adige. Sono 133, 3 i chilometri da affrontare, da Egna a Cortina sulla Strada del Vino. Dopo i primi 25 Km pianeggianti in direzione...


Sole, una leggera brezza, le montagne della Bassa Atesina e l’imponente quartier generale Würth di Egna: è in questo scenario che ha avuto luogo la presentazione delle squadre del 47° Tour of the Alps, corsa organizzata dal GS Alto Garda...


La stagione 2024 è ancora giovane ma già si comincia a parlare di possibili movimenti di mercato. La data del 1° agosto, momento in cui sarà possibile ufficializzare i cambi di maglia, è ovviamente lontana ma i procuratori sono già...


La 31enne scalatrice italiana di Erica Magnaldi ha ottenuto un ottimo terzo posto nel GP Féminin de Chambéry. Questo terzo posto è il miglior risultato stagionale per la piemontese, atleta dell'UAE Team ADQ che oggi ha gareggiato in Francia con...


Il Team ECOTEK torna dalla prima trasferta internazionale con in valigia una doppia top 10. In Svizzera, nella prova di caratura nazionale disputatasi a Cama, i ragazzi diretti da Marco Zanotti hanno conquistato il quarto posto con Paolo Nica e...


  Uno scatenato Damiano Petri ha fatto il vuoto nel 41° Trofeo Beoni 4X4 a Pieve al Toppo alla periferia di Arezzo. L’atleta pistoiese della Polisportiva Monsummanese ha dato spettacolo giungendo da solo sul traguardo per cogliere il secondo successo...


Non si ferma l'onda arancione nella categoria Donne Juniores, dove il Team Biesse Carrera sta dettando legge in questo inizio di stagione 2024 che vede la formazione diretta da Andrea Manzini fare la voce grossa. A Bianconese (Parma), nel Trofeo...


Finalmente l’Amstel Gold Race è di Tom Pidcock, il campione britannico che era salito già due volte sul podio della corsa, nel 2021 e nel 2023. «E’ bello vincere qui per una seconda volta». Il corridore della Ineos Grenadiers, ha...


Thomas PIDCOCK. 10 e lode. Secondo, terzo, primo: boom! Finalmente il 24enne britannico della Ineos Grenadiers si prende ciò che meritava già di avere e per una ragione o per l’altra gli è sempre sfuggito. Secondo terzo primo: voilà! Ecco...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi