GIRO. IMPRESA TRICOLORE DI ZANA, ROGLIC E THOMAS STACCANO ALMEIDA. VIDEO

GIRO D'ITALIA | 25/05/2023 | 17:00
di Luca Galimberti

Brilla il tricolore sul traguardo di Val di Zoldo, brilla grazie a Filippo Zana che vince una tappa bellissima, dominando il testa a testa in volata con Thibaut Pinot. I due sono stati tra i protagonisti della fuga di giornata, partita con il benestare della maglia rosa. E a proposito di big, se al Bondone aveva perso quacosa Roglic, oggi è toccato ad Almeida pagare 21 secondi di distacco nei confronti dello sloveno, che lo ha superato in classifica generale, e di Thomas, sempre fasciato dalla maglia rosa.


LA CORSA. Dopo aver festeggiato il compleanno di Geraint Thomas e Alex Baudin, la carovana rosa ha preso il via da Oderzo senza Bonifazio e Luca Covili costretti alla resa da bronchite e problemi gastrointestinali.  Il via ufficiale poco dopo le 11.30 e per i primi trentacinque chilometri a caratterizzare il diciottesimo capitolo della corsa rosa 2023 sono stati ritmo sostenuto, scatti continui in testa al gruppo e grossa selezione in coda.


La fuga ha preso corpo ai piedi della prima salita di giornata, quella verso Passo della Crosetta quando si sono portati al comando Aurélien Paret-Peintre (AG2R Citroën Team), Thibaut Pinot (Groupama - FDJ), Marco Frigo (Israel - Premier Tech), Derek Gee (Israel - Premier Tech) e Filippo Zana (Team Jayco AlUla). Allo scollinamento al primo traguardo per scalatori Thibaut Pinot ha anticipato Marco Frigo e Aurélien Paret-Peintre.

A fondo valle al quintetto di testa si sono accodati Warren Barguil (Team Arkéa Samsic) e Vadim Pronskiy (Astana Qazaqstan Team), formando così il drappello di sette fuggitivi che, lavorando di comune accordo, si è portato verso il secondo GPM di Pieve d’Alpago in cui a primeggiare è stato ancora una volta Pinot, miglior piazzato in Generale nel drappello dei fuggitivi

Il vantaggio per gli attaccaati è lievitato nel lungo tratto di falso piano verso Pieve di Cadore; al traguardo volante che assegnava punti per la speciale classifica Derek Gee si è imposto davanti al transalpino  Warren Barguil. Quando mancavano quaranta chilometri al traguardo il gruppo di Thomas era segnalato a 5’50” dagli attaccanti.

Pinot intanto ha fatto incetta di punti ai GPM e ha così strappato la maglia azzurra a Ben Healy, andato in difficoltà fin dall'inizio della tappa. Nel gruppo della maglia rosa, a fare l'andatura si sono alternate la INEOS Grenadiers e la UAE team Emirates, in particolare i gregari di Thomas hanno fatto una grande selezione.

All'inizio della salita di Coi, davanti sono rimasti Zana e Pinot, dietro, nel gruppo maglia rosa l'accelerazione di Roglic con Kuss mentre Joao Almedia è andato subito in difficoltà: solo Thomas e Dunbar sono rimasti davanti con i Jumbo. Grande fatica anche per Caruso che ha perso le ruote del trenino di Almeida, che è stato aiutato da uno splendido Jay Vine.

Intanto davanti Zana sfoderava la volata della vita per battere Pinot. A 50" dai duellanti è giunto Barguil davanti a Gee, Paret Peintre, Marco Frigo (bravissimo anche oggi), Roglic, Thomas e Almeida.

Archiviato il primo dei tre giorni decisivi, domani il Giro d'Italia numero 106 ripartirà da Longarone in direzione Tre Cime di Lavaredo: 183 chilometri da pedalare, 5 GPM da superare e ancora tante emozioni da vivere.

in aggiornamento

per rileggere la cronaca diretta dell'intera tappa CLICCA QUI

ORDINE D'ARRIVO

1     ZANA Filippo     Team Jayco AlUla    4:25:12
2     PINOT Thibaut     Groupama - FDJ    ,,
3     BARGUIL Warren     Team Arkéa Samsic    0:50
4     GEE Derek     Israel - Premier Tech    1:03
5     PARET-PEINTRE Aurélien     AG2R Citroën Team    1:24
6     FRIGO Marco     Israel - Premier Tech    ,,
7     ROGLIC Primoz    Jumbo-Visma    1:56
8     THOMAS Geraint    INEOS Grenadiers    ,,
9     ALMEIDA João    UAE Team Emirates    2:17
10     DUNBAR Eddie    Team Jayco AlUla    2:32
11     KUSS Sepp    Jumbo-Visma    ,,
12     ARENSMAN Thymen    INEOS Grenadiers    2:40
13     CARUSO Damiano    Bahrain - Victorious    2:57
14     KÄMNA Lennard    BORA - hansgrohe    3:03
15     VAN WILDER Ilan    Soudal - Quick Step    3:13
16     LEKNESSUND Andreas    Team DSM    ,,
17     RUBIO Einer Augusto    Movistar Team    3:16
18     DE PLUS Laurens    INEOS Grenadiers    ,,
19     PRONSKIY Vadim     Astana Qazaqstan Team    ,,
20     ARMIRAIL Bruno    Groupama - FDJ    5:14
21     BOUWMAN Koen    Jumbo-Visma    5:48
22     VINE Jay    UAE Team Emirates    6:02
23     MCNULTY Brandon    UAE Team Emirates    6:23
24     CARTHY Hugh    EF Education-EasyPost    6:27
25     FORTUNATO Lorenzo    EOLO-Kometa    6:37
26     BUITRAGO Santiago    Bahrain - Victorious    ,,
27     HAIG Jack    Bahrain - Victorious    7:24
28     HUYS Laurens    Intermarché - Circus - Wanty    8:34
29     RICCITELLO Matthew    Israel - Premier Tech    ,,
30     DENNIS Rohan    Jumbo-Visma    ,,
31     SÁNCHEZ Luis León    Astana Qazaqstan Team    ,,
32     ZAMBANINI Edoardo    Bahrain - Victorious    ,,
33     SCARONI Christian    Astana Qazaqstan Team    9:07
34     OOMEN Sam    Jumbo-Visma    10:06
35     PRODHOMME Nicolas    AG2R Citroën Team    10:27
36     ULISSI Diego    UAE Team Emirates    11:03
37     FORMOLO Davide    UAE Team Emirates    ,,
38     JUNGELS Bob    BORA - hansgrohe    11:15
39     SKUJINŠ Toms    Trek - Segafredo    ,,

CLASSIFICA GENERALE

1     THOMAS Geraint    INEOS Grenadiers    76:25:51
2     ROGLIC Primo�    Jumbo-Visma    0:29
3     ALMEIDA João    UAE Team Emirates    0:39
4     DUNBAR Eddie    Team Jayco AlUla    3:39
5     CARUSO Damiano    Bahrain - Victorious    3:51
6     KÄMNA Lennard    BORA - hansgrohe    4:27
7     PINOT Thibaut    Groupama - FDJ    4:43
8     LEKNESSUND Andreas    Team DSM    4:47
9     ARENSMAN Thymen    INEOS Grenadiers    4:53
10     DE PLUS Laurens    INEOS Grenadiers    5:52
11     ARMIRAIL Bruno    Groupama - FDJ    6:40
12     RUBIO Einer Augusto    Movistar Team    7:03
13     VAN WILDER Ilan    Soudal - Quick Step    9:03
14     CARTHY Hugh    EF Education-EasyPost    9:21
15     PARET-PEINTRE Aurélien    AG2R Citroën Team    9:29
16     KUSS Sepp    Jumbo-Visma    11:30
17     BUITRAGO Santiago    Bahrain - Victorious    12:02
18     HAIG Jack    Bahrain - Victorious    16:26
19     BARGUIL Warren    Team Arkéa Samsic    18:01
20     FORTUNATO Lorenzo    EOLO-Kometa    28:49
21     ZANA Filippo    Team Jayco AlUla    29:23
22     SÁNCHEZ Luis León    Astana Qazaqstan Team    32:56
23     HUYS Laurens    Intermarché - Circus - Wanty    35:14
24     GEE Derek    Israel - Premier Tech    38:11
25     PRODHOMME Nicolas    AG2R Citroën Team    39:31
26     BOUWMAN Koen    Jumbo-Visma    40:44
27     ULISSI Diego    UAE Team Emirates    42:51
28     SKUJINŠ Toms    Trek - Segafredo    53:42
29     FORMOLO Davide    UAE Team Emirates    55:31
30     MCNULTY Brandon    UAE Team Emirates    1:02:32
31     FRIGO Marco    Israel - Premier Tech    1:05:05
32     VINE Jay    UAE Team Emirates    1:08:00
33     OOMEN Sam    Jumbo-Visma    1:13:59
34     JUNGELS Bob    BORA - hansgrohe    1:23:18
35     DENNIS Rohan    Jumbo-Visma    1:24:05
36     ZAMBANINI Edoardo    Bahrain - Victorious    1:25:37
37     PRONSKIY Vadim    Astana Qazaqstan Team    1:43:44
38     SCARONI Christian    Astana Qazaqstan Team    1:51:18
39     RICCITELLO Matthew    Israel - Premier Tech    2:15:28

Copyright © TBW
COMMENTI
Zana
25 maggio 2023 17:19 GianEnri
Grande Zana! Grande la Jayco che ha dato libertà a Filippo di giocarsi la vittoria! Avevo commentato favorevolmente il passaggio di Zana in questa squadra WT che l'ha molto valorizzato e i risultati lo confermano.

Bella vittoria.
25 maggio 2023 17:27 Ale1960
Bravo Zana! Vincere una tappa importante come questa con la maglia tricolore, grande impresa! E senza fare tanti proclami come qualcun altro...

Quando si dice le coincidenze...
25 maggio 2023 18:17 pianopianopocopoco
Ha lottato come un leone contro Pinot...... ma dalla sua ha come Responsabile delle Performance MARCO PINOTTI... ottimo lavoro ragazzi

Zana alza le ambizioni
25 maggio 2023 19:07 marco1970
Zana,degno campione d'Italia,troppo spesso impiegato in compiti di gregariato.E' ora che gli venga concesso più spazio.Sarà lui l'uomo nuovo per le corse a tappe? Si piazzò terzo nel Tour dell'Avvenire di due anni fa.

Zana
25 maggio 2023 19:15 Luigi Rossignoli
Certo prima lo criticavate un anno fa perché diceva che lottava con Pogachar ora tutti a osannarlo !!
Luigi

Zana
25 maggio 2023 19:39 Bicio2702
a me è sempre piaciuto, come corridore e come persona. Spero si faccia spazio e che si imponga un giorno anche per le classifiche dei grandi giri a tappe

@ale1960
25 maggio 2023 22:11 Albertone
se aspettiamo Fortunato, se ne parla per il Giro2024

Zana
25 maggio 2023 23:12 Buzz66
Splendida vittoria, complimenti.
Inutile che vi lamentate perché ha fatto il gregario, finora. Era il suo compito e lo ha svolto benissimo.
Il suo capitano è quarto in generale, cosa volete che faccia quello che vuole perché è italiano?
Se fosse forte come Dunbar lo avrebbe fatto lui il capitano, ma non lo è…per ora

Fortunato
26 maggio 2023 01:06 fransoli
sembra avere un macigno attaccato al telaio, si vede ad occhio che fa una gran fatica a spingere, l'ombra del corridore visto al TOTA, nel pregiro aveva anche battuto Rubio che qui si sta difendendo bene oltre ad aver vinto una tappa... inspiegabile debacle.... marco1970 Zana autentica rivelazione, oggi è stato fantastico, ma per fare il capitano occorre andar forte tutti i giorni ed andar forte a crono.. direi che è un pò presto per sbilanciarsi... finora quando credevamo di aver trovato l'erede di Nibali (e parlo di Aru che pure ha vinto una Vuelta e di Ciccone) non è che ci è andato troppo bene... pertanto evitiamo voli pindarici, un conto è fare delle menate per i tuoi compagni o ritagliarsi giornate in proprio, un altro fare classifica con i favoriti.

omg (OhMyGod)
26 maggio 2023 05:57 kristi
vittoria bellissima , bellissima la sua emozione sincera nelle interviste . ma perchè in italia , appena un ragazzo vince una bella tappa , gli appioppano subito il macigno di "possibile futuro gare a tappe ecc ecc blablabla , non è possibile per una volta godersi il momento , senza farsi cogliere dalla nibaliastinenza (per certi giornalisti peggio della dipendenza da stupefacenti a quanto pare . il ragazzo ha dei numeri , ma vogliamo davvero fargli fare la fine di fortunato ?

Filippo Zana da Piovene Rocchette
26 maggio 2023 07:11 Bosc79
Grande Filippo, tu che fin da giovane ti sei dedicato anima e corpo a questo mestiere. Oggi hai scritto una pagina importante per il giro d'Italia, vincere una tappa bellissima con la maglia tricolore! Fantastico.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alla presentazione degli eventi primaverili RCS la scorsa settimana c'era pure Moreno Moser, vincitore nel 2013 della Strade Bianche. Dalla corsa senese giovane ma già mitica, e rinnovata quest'anno con doppio circuito finale e distanza complessiva di 215 chilometri, parte...


Il mese di marzo è alle porte e si comincia a sentire profuno di primavera, almeno per quel che riguarda il ciclismo. E la primavera, come preambolo alle grandi classiche, porta con sé l'appuntameto con le prime gare a tappe...


Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei prodotti Dottore Pro, Q36.5 utilizza un tessuto tridimensionale caratterizzato da un tempo di asciugatura più...


La Coppa San Geo che si corre sabato 24 febbraio con partenza da Ponte San Marco e arrivo a San Felice del Benaco, fin dalla sua prima edizione è stata seguita, descritta, corteggiata e vinta da giornalisti e corridori che...


Il più giovane della squadra è il lucchese Pini che compirà 19 anni il 7 marzo prossimo; quello con la maggiore età invece Senesi classe 2002. E’ una squadra giovane, tutta di under 23 la lucchese Gragnano Sporting Club-La Seggiola,...


“Aspettando…… il Tour de France” che partirà da Firenze il 29 giugno, arriva sabato prossimo la Firenze-Empoli, la classica promossa dai compianti Paolo Marcucci e Renzo Maltinti nel 1988 e che da allora apre in Toscana la stagione dei dilettanti....


Oggi, 14 anni fa, morì Vanni Pettenella. Grazie al Comune di Milano, e in particolare al Municipio 9, ho dato parole e voce a questo podcast sulla vita e i miracoli di un pistard geniale e semplice. A ricordo di...


La tappa più dura del Tour du Rwanda arriva già al terzo giorno su otto: sette Gran Premi della Montagna in 140 chilometri a premiare il giusto mix di tenuta e potenza. Un tragitto da Huye a Rusizi che premia...


In un ciclismo amatoriale che oggi sembra trasformato, continua a crescere la passione per il Gravel, del resto è piuttosto evidente che i nuovi appassionati si moltiplichino alla velocità della luce e con loro le manifestazioni dedicate in tutta la...


Un vero e proprio festival della UAE Team Emirates nella seconda tappa dell'UAE Tour, la crono di 12 km disputata con partenza e arrivo ad Al Hudayriyat Island. Ad imporsi è stato Brandon McNulty che ha pedalato a 53, 978...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi