SELLE ITALIA GUERCIOTTI. UN GIRO CROSS DA PROTAGONISTI

CICLOCROSS | 15/10/2020 | 07:30
Il Gruppo Sportivo Selle Italia – Guerciotti – Elite è grande protagonista al Giro d’Italia di ciclocross, challenge promossa dal ct azzurro della specialità, Fausto Scotti. Per il momento gli specialisti hanno disputato le prove di Jesolo e Corridonia. La squadra di cui è presidente Paolo Guerciotti ha dato spettacolo soprattutto con l’elite Jakob Dorigoni (su strada è ancora tesserato come under 23; nel cross lo scatto di categoria avviene a inizio ottobre), vincitore in entrambe le prove della corsa open. E l’altra vittoria per Selle Italia-Guerciotti-Elite l’ha ottenuta la under 23 Francesca Baroni.
Nel Giro d’Italia femminile di ciclocross è maglia rosa Gaia Realini, abruzzese, neo-vessillifera Selle Italia-Guerciotti, che ha ottenuto due secondi posti. “Sono molto contento del mio rendimento nelle prime due corse stagionali di cross – afferma Jakob Dorigoni, Campione d’Italia assoluto della specialità – anche perché in settembre non tutto è andato bene”. Dorigoni è stato infatti investito da un automezzo durante l’ultima tappa del Giro d’Italia under 23 su strada, in Valtellina. “Sono finito a terra picchiando il ginocchio sinistro – spiega - e senza rompere nulla sono stato poi due giorni a letto nella settimana successiva non mi sono allenato. Poi per una settimana ho pedalato a bassi ritmi e solo a fine settembre l’intensità dei miei allenamenti è aumentata”. Da notare che Dorigoni ha preso il via nell’ultima tappa del Giro d’Italia baby su strada diciassettesimo in classifica generale. Una posizione decisamente onorevole in una corsa con tanti avversari stranieri molto forti per un corridore che non ha i risultati della strada come riferimento principaledell’attività, almeno per il momento. In questi giorni Jakob si allena nel suo Alto Adige in compagnia di Federico Ceolin, classe 2000, altro alfiere Selle Italia – Guerciotti – Elite.
Domenica 18 ottobre a Ladispoli, in Lazio, è in programma la terza prova del Giro d’Italia di ciclocross. “Spero che ci sia la temperatura alta – aggiunge Dorigoni – perché oltre a vincere voglio pure divertirmi”. Gaia Realini a Ladispoli difenderà la leadership. “E’ una gara inedita, non conosco il percorso. Spero che splenda il sole poiché prediligo i percorsi asciutti e scorrevoli. Spero di riuscire a vincere la prova”. Gaia è nata il 19 giugno 2001 a Pescara e abita nella zona collinare del capoluogo abruzzese. Anche l’attuale maglia rosa del Giro d’Italia di cross nel 2020 ha corso su strada. “L’ultima mia corsa su strada – specifica Gaia – è stato il Girodelle Marche in agosto”. Gaia nel ciclocross è al debutto con maglia Selle Italia – Guerciotti – Elite. “Mi sento a mio agio nella squadra di patron Guerciotti, è molto organizzata e tecnologicamente all’avanguardia”. Giustamente Gaia è ambiziosa: “Oltre a fare bella figura al Giro d’Italia di ciclocross mi auguro di diventare un riferimento importante per la Nazionale italiana di ciclocross”.
Va sottolineato che Francesca Baroni, classe 1999, nella scorsa stagione invernale ha centrato il “triplete”: la bionda della Versilia ha vinto Giro d’Italia, Master Cross Smp e Campionato italiano under 23. A Ladispoli la Selle Italia-Guerciotti – Elite del team manager Alessandro Guerciotti e del direttore sportivo Vito Di Tano schiererà anche lo junior piemontese Gabriel Fede (classe 2003), oltre all’under 23 Ceolin. Per il momento il team di Milano non schiera nei cross il neo-acquisto Filippo Agostinacchio (2003), anch’egli junior, di Aosta. Filippo è ancora impegnato nelle competizioni di mountain bike, specialità di cui è tra i migliori in Italia.
 
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155