RIDE LIKE A MUMMY. JASMINE DOTTI PEDALA PER LE MAMME MENO FORTUNATE

INIZIATIVE | 30/03/2019 | 11:30
di Giulia De Maio

Jasmine Dotti torna in sella a un anno dalla nascita delle sue gemelline e lo fa con uno scopo ben preciso. Vincere semplicemente una gara dopo l'arrivo, complicato ma stupendo, di Alyce e Grace non le basta più.

«Avete presente quando una cosa è talmente brutta che non credi possa essere successa proprio a te, quando cerchi di svegliarti inutilmente, quando vorresti correre forte dalla parte opposta? Ecco, a me è successa una cosa terribile, ho ascoltato il dolore, l’ho preso per mano, mi sono fermata e l’ho trasformato in una cosa meravigliosa. - racconta oggi sulle sue pagine social. - Sono felice di presentarvi Ride like a mummy. Il mio progetto a sfondo benefico volto a diventare una Onlus con lo scopo di fornire, tramite il supporto di professionisti, un servizio alle mamme ricoverate nei reparti di Ginecologia Ostetricia e Terapia Intensiva Neonatale. Non vedo l’ora di svelarvi il Team di Mamme, insieme cercheremo di ispirare e supportare ogni Donna a sentirsi tale, anche dopo un figlio. Avremo come mezzo le nostre piattaforme Social e il blog #RidelikeaMummy. Le novità non sono finite qui, saranno al nostro fianco numerosi Brand, organizzeremo eventi e avremo Testimonial di spicco, ma scoprirete molto di più al nostro Party like a Mummy, nel quale presenteremo la nostra iniziativa. A breve vi fornirò altre info, seguite le mie stories per rimanere aggiornati!».

Jasmine, sposata con l'ex professionista Daniele Callegarin, a tuttobiciweb racconta come è nato questo progetto. «Il 29 marzo 2018 venivano al mondo le mie figlie Alyce e Grace ed è stato tutt'altro che il giorno più bello della mia vita. Anzi, devo la loro vita alla TIN di Bergamo che le hanno miracolosamente salvate. Io sono stata una mamma che ha vissuto la realtà della TIN per un mese, nel quale non potevo muovermi per raggiungere i servizi di cui avevo bisogno, come un corso preparto, un parrucchiere, un estetista, uno psicologo, non per una cattiva gestione da parte dell'ospedale ma semplicemente per mancanza di personale e strutture adeguate. Capita che altre mamme non siano tanto "fortunate", i loro bambini rimangono ricoverati per più mesi e la loro diventa una vita fatta di camici e dottori. Vorrei portare loro un sorriso e un abbraccio. I ricavi delle iniziative di #Ridelikeamummy saranno devoluti in parte alla Terapia intensiva Neonatale (TIN) e in parte saranno utilizzati per fornire un vero e proprio servizio agli ospedali convolti, in modo da portare alle mamme ricoverate nel reparto di Ginecologia e le mamme dei piccoli ospiti della TIN, professionisti che le possano aiutare in modo efficace». 

Jasmine, dopo un passato da ciclista su strada e nel mondo fixed, è già tornata in forma e con la grinta dei giorni migliori. «Sono ritornata ad essere me stessa, ed essere tutt'uno con la mia bici senza per questo negare nulla ad Alyce e Grace. Così con altre mamme che hanno fatto lo stesso vorremmo ispirare chi non lo può o vuole fare a causa di preconcetti o paura». Buone pedalate mamme!

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone.  Abbiamo parlato con...


Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


  La “Pedala con i Campioni”, da vent’anni classico appuntamento cicloturistico dell’8 dicembre nel Varesotto da sempre a scopo benefico, scende in campo per la lotta contro il Coronavirus. Gli ex professionisti della  provincia di Varese capitanti da Dario Andriotto,...


La Adriatica Ionica Race va ad allungare la già interminabile lista di gare ciclistiche che non andranno in scena nelle date programmate a causa del Coronavirus. Benché prevista nel calendario internazionale dei professionisti dal 14 al 18 giugno – l’UCI...


“Al ritorno del Trofeo Melinda 2009 litigai con Scinto e mi fece scendere dalla macchina. Mi lasciò a Padova”. Giovanni Visconti è un fiume in piena durante al diretta con LelloFerrara3.0 su Instagram. "Comunque poi sapevo che dietro c'era Pelosi,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155