UAE TOUR 2019. MOSCON: «CONDIZIONE DA SCOPRIRE». AUDIO

PROFESSIONISTI | 24/02/2019 | 09:25
di Diego Barbera

Debutto stagionale per Gianni Moscon all'UAE Tour 2019 che scatta oggi con la cronosquadre da Al Hudayriat Island. Il talento italiano del Team Sky sarà l'uomo di punta insieme al polacco Michal Kwiatkowski, anche se - come naturale - la condizione è ancora tutta da costruire visto che siamo al primo appuntamento del nuovo anno.

Ecco le impressioni e le aspettative di Gianni alla vigilia della prima edizione della corsa in giro per gli Emirati, per tutte le informazioni su tappe e percorso vi rimandiamo alla nostra guida completa con le altimetri e dettagli.

Sei tornato recentemente dalla Colombia dove ti sei allenato ma non hai corso, come è andata?

«Eravamo un buon gruppo per lavorare in altura. Siamo stati via per diciotto notti e abbiamo trovato un clima perfetto ed è stato molto piacevole; spero che questo lavoro porterà i suoi frutti».

Come è andato l’inverno e la preparazione, hai cambiato qualcosa o hai seguito il tuo solito programma?

«Il mio inverno è stato come i passati, c’è poco da inventare».

Come arrivi qui, in che condizione?

«È tutto da scoprire perché è difficile capire come ci si sente senza aver corso, in più non ho nemmeno riferimenti rispetto l’anno scorso. Si riparte da zero e il mio zero sarà domani con la cronosquadre.

Riparti però anche dall’importante vittoria al Guangxi con la quale hai chiuso la stagione 2018

«Sicuramente finire l’anno con una vittoria fa molto piacere, ma ora si ricomincia con un nuovo anno e vediamo cosa succederà».

Buona parte del gruppo sarà nelle tue condizioni, la salita di Jebel Jais potrebbe stimolare qualche tentativo?

«Di sicuro non tutti sono al top, ma gente che va forte ce n’è in questo UAE Tour»

Cosa ne pensi di questa corsa che ha unito Abu Dhabi e Dubai?

«Credo sia un ottimo progetto per il ciclismo che è uno sport che fa bene e più gente si riesce a coinvolgere meglio è. Sopratutto in questi paesi in grande espansione. Oggi siamo andati a provare la cronosquadre, che si correrà su un percorso ciclabile e ho notato che molte persone arrivavano in auto, si cambiavano e montavano in sella e mi ha fatto molto piacere vedere appassionati anche qui in mezzo al deserto».

Si debutterà con la cronometro a squadre, una prova molto importante per la classifica

«La cronosquadre è una prova tecnica e sempre molto coinvolgente da guardare anche in TV, noi daremo il meglio anche se non partiremo certo da favoriti.

Quali saranno le tue prossime corse in vista del Giro?

«La Tirreno Adriatico, Strade Bianche, Milano Sanremo, poi le Classiche in Belgio e il Giro».


Copyright © TBW
COMMENTI
Da scoprire
24 febbraio 2019 13:03 pagnonce
Non solo la condizione di Moscon ma possibile che mai si parla di un gregario,questi atleti eccezionali che mettono tutto il loro bagaglio atletico a disposizione di un capitano.Diego Barbera e dai ricordati che anche questi esistono e senza di loro i capitani cosa farebbero.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


Una storia che profuma d’altri tempi sia per il personaggio a cui si ispira che per quella sorta di dilettantismo - nel senso più puro della parola - che le ruota attorno. La storia è quella dell’Università Saint Augustine di...


Pochi giorni fa, per la precisione il 27 maggio, ha tagliato il traguardo dei suoi primi 50 anni e per l'occasione ha fatto uno strappo alla regola, accettando l'invito di BlaBlaBike che lo ha voluto intervistare: è proprio Michele Bartoli...


  Parliamo di Gabriele Landoni, corridore professionista dal 1977 al 1983, passato nella massima categoria all’età di 24 anni essendo nato il 26 marzo 1953. E’ di Cislago, paese in provincia di Varese, ai margini con quelle di Milano e...


Viene da Olbia uno fra i giovani più interessanti della Sardegna. Parliamo di Lorenzo Mura, diciotto anni compiuti, con alle spalle una bella lista di successi dei quali quattro conseguiti nella passata stagione, la prima con gli Juniores. Bicampione...


  Sei giugno, dolce sei giugno. Giuseppe Saronni oggi sei giugno 2020 ha buoni motivi per brindare: sono trascorsi esattamente 41 anni dal suo primo trionfo in classifica generale al Giro d’Italia. Lo straordinario campione nel 1979 al Giro vinse...


Ora che possiamo finalmente rimetterci in viaggio e superare in auto i confini regionali, ritorna il desiderio di spostarsi per le vacanze, magari portandoci dietro la nuova bici acquistata anche grazie al Bonus Mobilità. Come trasportare la bici se l’auto...


Raffica di rinnovi anche in casa della AG2R La mondiale: il ventottenne Geoffrey Bouchard, professionista dal 2019, il ventiquattrenne Dorian Godon (nella foto), professionista dal 2017 e il suo coetaneo Aurélien Paret Peintre, professionista dal 2018, hanno firmato un contratto con...


Il mondo è stato costretto a fermarsi a causa della pandemia mondiale causata dal coronavirus, ma l’attività dell’Associazione Internazionale dei Corridori non si è interrotta nemmeno per un istante. Gianni Bugno, Alessandra Cappellotto e i loro collaboratori hanno lavorato strenuamente...


Come tutti sanno il Governo sta incentivando l'acquisto di bici e di mezzi che consentano la mobilità sostenibile. A partire da ieri però,  su tutti i treni del servizio regionale di Trenord è sospesa la possibilità di trasportare di biciclette che non siano pieghevoli....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155