OSCAR TUTTOBICI. IL TRAGUARDO DI BALESTRA. GALLERY

TUTTOBICI | 30/10/2018 | 07:24
di Giulia De Maio

Lorenzo Balestra è riuscito a respingere l'attacco di Gianmarco Garofoli e a conquistare l'Oscar tuttoBICI Gran Premio Nove Colli al termine di una stagione intensa ed entusiasmante. Il bresciano del Team F.li Giorgi, a lungo in testa, ha contenuto il ritorno del marchigiano della Recanati Marinelli Cantarini e l’8 novembre sarà premiato nel corso della Notte degli Oscar. A completare il podio della stagione è il laziale Lorenzo Germani del Velo Sport Ferentino.

Cosa rappresenta questo premio per te?
«Un traguardo importante da condividere con tante persone. A inizio anno non mi aspettavo di vincerlo, mi sono ritrovato a lottare con Garofoli, ho dato tutto fino all’ultima corsa e l’ho spuntata. In questa stagione ho centrato 9 vittorie, quelle che mi hanno emozionato di più sono quelle ottenute al Trofeo Feralpi e all’Eco di Bergamo, gare dure e importanti a livello nazionale».

A che età hai iniziato a pedalare?
«A 5 anni, non potevo neanche correre (sorride, ndr). La passione me l’ha trasmessa papà Giovanni che praticava ciclismo come amatore e mi ha portato a iscrivermi alla squadra SC Mazzano. Ricordo bene la mia prima gara: ero un bambino, partivamo veramente in pochi, dovevamo girare su un circuito di poco più di 1 km. Vinsi e provai un’emozione bellissima».

Cosa ti piace di questo sport?
«È una disciplina difficile paragonata a tante altre, ma ti dà tante soddisfazioni e ti fa crescere come persona, soprattutto di testa. Personalmente mi sta insegnando a mantenere la concentrazione. Quando mentre i tuoi amici escono a divertirsi, tu devi allenarti e andare a letto presto non è una passeggiata, ma se hai uno scopo ben preciso in testa come la vittoria lo fai e non ti pesa».

Cosa studi?
«Frequento il 2° anno dell’Istituto Agrario, me la cavo abbastanza bene. Diciamo però che prometto meglio in bici che con i libri…».

Raccontaci della tua famiglia.
«Viviamo a Soiano del Lago, in provincia di Brescia. Mamma Paola manda avanti un agriturismo sul Lago di Garda, papà è un antiquario, entrambi lavoro permettendo mi seguono con piacere alle gare. Ho 3 sorelle più piccole: Camilla, Zoe e Bianca, non è facile gestirle ma ce la facciamo (ride, ndr)». 

Il campione a cui ti ispiri?
«Tom Dumoulin. Mi piace perché ha un fisico perfetto, apprezzo anche la sua mentalità e il suo carattere. Mi sembra uno sempre calmo e tranquillo, che pian piano raggiunge i suoi obiettivi. Io in salita me la cavo, ma posso migliorare molto, in pianura e in volata vado bene. Vado forte un po’ dappertutto, sono un atleta completo, ma ho ancora tanta strada davanti. La mia corsa dei sogni? Il Fiandre. Ritrovarmi un giorno sui muri in pavé con accanto Sagan sarebbe un’emozione fantastica. Sono contento che avrò l’occasione di conoscere Viviani e Moscon alla serata di premiazione. Chiederò loro quanto impegno ci mettono e quanto conta la testa rispetto al fisico nella performance».

L’anno prossimo resterai nella stessa squadra?
«Sì. Colgo l’occasione per ringraziare il mio allenatore Leone Malaga e il presidente Carlo Giorgi. In vista del 2019 cercherò di svolgere una buona preparazione invernale per partire forte ed essere convocato dalla nazionale per le classiche del nord. Speriamo di riuscirci. Guardando più in là, come tutti, vorrei diventare un corridore professionista, ma se così non fosse non sarebbe un dramma. A me basta andare in bici per essere felice».

GIA' PUBBLICATI

Donne Esordienti - Eleonora CIABOCCO (26 ottobre)

Esordienti I° anno - Matteo FIORIN (27 ottobre)

Esordienti II° anno - Dario Igor BELLETTA (28 ottobre)

Donne Allieve - Eleonora Camilla GASPARRINI (29 ottobre)

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Parla rumeno la seconda tappa del Giro di Slovacchia grazie a Eduard-Michael Grosu. Il portacolori della Delko Marseille Provencesi è imposto sul traguardo di Ruzomberok precedendo nell'ordine il belga Lampaer ed il francese Demare. Prorpio Lampaert si consola comunque strappando...


Alberto Bettiol era uno dei corridori più attesi oggi alal Coppa Sabatini, soprattutto in chiave mondiale. Il toscano, vincitore quest'anno del Giro delle Fiandre, racconta così sui social la sua giornata: «Correre con la maglia azzurra è sempre una grande...


Bellissima notizia per tutta la Arvedi cycling: Attilio Viviani è stato promosso tra i professionisti, l'anno prossimo correrà con la maglia della Cofidis, solutions crédits, a fianco del fratello Elia. Un salto di categoria più che meritato, dopo le vittorie...


Nel segno del tricolore si è aperta la seconda edizione Giro delle Marche in Rosa sulle strade dell’entroterra marchigiano a San Severino Marche: a segno l’ex campionessa d’Italia Marta Cavalli (Valcar Pbm) sulla compagna di fuga Soraya Paladin (Alè Cipollini...


Hanno portato due piazzamenti nella top ten le due corse in Toscana di questa metà settimana per l’Androni Giocattoli Sidermec. Il protagonista per i campioni d’Italia è stato Andrea Vendrame (che è tra i preselezionati dal commissario tecnico Cassani per...


È un Alexey Lutsenko che manda a tutti un segnale importante in vista del mondiale, quello che ha dominato oggi la Coppa Sabatini a Peccioli: «Dopo il secondo posto della Coppa Agostoni, inseguivo un risultato importante in queste gare italiane...


Un grande numero, una vera impresa, una fuga vincente di 73 km quella firmata da Alexey Lutsenko sulle strade della 67esima Coppa Sabatini - Gran Premio Peccioli. Il campione del Kazakhistan è entrato nella fuga del mattino scatatta al km 20...


Si annuncia una puntata davvero ricca, quella di Radiocorsa in onda questa sera alle 19 su RaisportHD. Si parlerà del caso di Fabio Aru con Beppe Saronni, del futuro di Vincenzo Nibali alla Trek Segafredo con Luca Guercilena e della...


È stata presentata oggi presso la Sala Stampa della Regione Piemonte in Piazza Castello a Torino la 103esima edizione del GranPiemonte NamedSport. La corsa organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte è in programma giovedì...


Il Piccolo Giro di Lombardia, classica del ciclismo internazionale per la categoria Under 23, in programma ad Oggiono (Lecco) domenica 6 ottobre 2019, propone un percorso affascinate e molto impegnativo. Un tracciato disegnato dal Velo Club Oggiono che ormai da diversi anni è...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy