REVERBERI:«RIFORNIMENTO? BASTA LIMITI. LIBERALIZZIAMOLO»

PROFESSIONISTI | 14/07/2017 | 12:27
Al Tour diventa tutto importante, anche quello che generalmente non lo è o si dà per scontato e risaputo. Per esempio dopo la polemica per i rifornimenti irregolari che hanno riguardato Rigoberto Uran e George Bennet, la giuria è tornata oggi sui propri passi e ha tolto ad entrambi i corridori i 20” di penalizzazione.

Il regolamento parla chiaro: nei primi 50 chilometri non si può fare rifornimento, così come negli ultimi 20, a meno che non sopraggiungano situazioni e condizioni ambientali che inducano il presidente di giuria a dare altre disposizioni. Ma il problema è un altro: per quale motivo non si può andare a prendere una borraccia quando si vuole? Non sarebbe il caso di cambiare un regolamento che sembra semplicemente ridicolo e fuori dal tempo?
Roberto Reverberi, tecnico della Bardiani CSF non ha problemi a esprimere il proprio pensiero a tuttobiciweb. «Non è la prima volta che il problema viene sollevato e affrontato – esordisce –. Quando io o un mio collega chiede al collegio di giuria il perché, loro sanno solo rispondere che così recita il regolamento. E se gli si chiede di motivare tale scelta, non sanno cosa dire. Si dice che è per una questione di ordine, di sicurezza, un modo per dare un certo ordine alla corsa, ma tra professionisti, tra persone che questo mestiere lo sanno fare è semplicemente ridicolo. Quando vedo partite di basket o pallavolo, tanto per fare un esempio, che dopo due minuti i giocatori sono lì a bere, mi domando per quale ragione un corridore debba aspettare il 50° km per poter andare a prendere la borraccia se quella che aveva nella gabbietta è già vuota. È inconcepibile. Se uno ha sete, beve. Punto».

Ieri le polemiche per Uran e Bennet penalizzati; per Romain Bardet graziato (sembra che abbia preso anche lui una borraccia ai meno 6,5 dal traguardo, ma il team sostiene da un tifoso): forse però il problema è da risolvere all’origine. Rifornimento libero, in uno Stato libero! Nel giorno della presa della Bastiglia, ci sentiamo anche noi un po’ Robespierre.

Pier Augusto Stagi
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


  Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è...


E' iniziata alla grande la stagione agonistica 2020 del G.S. Top Girls - Fassa Bortolo. La gloriosa compagine trevigiana di patron Lucio Rigato è stata grande protagonista sulle strade spagnole della “Setmana Ciclista Valenciana - Vuelta Comunidad Valenciana Feminas”, breve...


L’Alice Bike MyGlass è un patrimonio di tutta la città di Cesenatico, ed un fiore all’occhiello del ciclismo romagnolo insieme alle altre società che praticano ciclismo giovanile nelle varie categorie. Questa è la sintesi della presentazione dell’organico 2020, già sui...


Cinquemila persone si sono ritrovate oggi a Roma per la manifestazione #RISPETTIAMOCINSTRADA, a sostegno della sicurezza stradale e della sostenibilità e contro le morti sulla strada. Associazioni di ciclisti, motociclisti, pedoni, automobilisti, familiari vittime della strada e oltre 250 associazioni...


Baby Evenepoel continua a sorprendere. Il giovane talento belga della Deceuninck Quick Step mette il sigillo sulla Volta ao Algarve vincendo anche la crono finale di Lagoa. Sui 20, 7 km del percorso, Evenepoel si è preso il lusso di...


Sprint a due nella 61sima Coppa San Bernardino di Lugo (Ra) e successo di Davide Bauce. Il portacolori della Delio Gallina Colosio Eurofeed, protagonista di un bel finale di corsa, allo sprint ha regolato Stefano Alberti del team Aries Cycling,...


Jakob Fuglsang ha vinto la 66sima Vuelta a Andalucia-Ruta del Sol che oggi si è conclusa con la cronometro individuale di 13 km a Mijas dove invece si è imposto il belga Dylan Teuns, della Bahrain McLaren, che ha preceduto...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155