STRADE BIANCHE, VITTORIA DI VAN VLEUTEN E VAN AERT
Dopo il lunghissimo lockdown il World Tour riparte da Siena
Copyright © TBW
18:48
Siamo felici di essere ripartiti insieme e vi diamo appuntamento con le nostre dirette a lunedì per il Trittico Lombardo.
18:47
State con noi per leggere l'ordine d'arrivo completo e le dichiarazioni dei protagonisti di questa Strade Bianche, che non ha deluso le attese e ci ha regalato grandi emozioni.
18:46
Sesto a 3'58" taglia il traguardo Zdenek Stybar.
18:45
A 2'52" chiude Jakub Fuglsang, quinto.
18:44
Ai piedi del podio finisce Alberto Bettiol, artefice comunque di una grande prestazione al rientro alle competizioni.
18:43
Secondo posto in Piazza del Campo per il campione d'Italia Davide Formolo, che anticipa Max Schachmann.
18:42
Applausi per Wout Van Aert, nuovo re della Strade Bianche.
18:40
Ultimo chilometro per Wout van Aert, che come Formolo che lo insegue diventerà papà nei prossimi mesi.
18:38
Aumenta il margine del fuoriclasse belga, che se non cederà sul muro finale festeggerà una grande e meritata vittoria.
18:35
Al cartello dei 5 km al traguardo Van Aert ha dalla sua 12".
18:34
Bettiol non riesce a tenere la ruota di Formolo e Schachmann.
18:33
Stybar paga 2', più indietro tutti gli altri.
18:32
I tre inseguitori non mollano, ai - 7 km il loro ritardo è sceso a 8".
18:31
Guadagna il capitano della Lotto Jumbo: 13" per lui ai - 8 km.
18:28
A 10 km dalla fine il fiammingo ha 7" di vantaggio sugli azzurri Bettiol, Formolo e il campione tedesco Schachmann.
18:25
Reagisce Bettiol, più in sofferenza gli altri.
18:24
Attacco di Wout Van Aert nel tratto più duro.
18:23
Alberto Bettiol prende in testa Le Tolfe, 11° e ultimo settore sterrato.
18:20
15 km al traguardo per Wout Van Aert (Jumbo-Visma), Max Schachmann (Bora-Hansgrohe), Davide Formolo (UAE Team Emirates), Jakob Fuglsang (Astana) e Alberto Bettiol (EF Pro Cycling).
18:18
Stybar raggiunge Van Avermaet e paga 1'11" dai primi, purtroppo per lui difficilmente raggiungibili.
18:16
Van Aert va a chiudere sul toscano vincitore del Fiandre.
18:15
Parte secco Alberto Bettiol, che ha la gamba dei giorni migliori, a 18 km dall'arrivo.
18:14
Rientrano anche Formolo e Bettiol, che corre in casa e ha tutto il pubblico dalla sua.
18:13
Pedala bene Fuglsang che si riporta sulla coppia di testa mentre sembra aver finito le energie il campione olimpico Greg Van Avermaet.
18:12
Tra gli inseguitori, che pagano 6" all'ingresso del nuovo tratto sterrato, è Bettiol a farsi carico dell'inseguimento.
18:10
In vista di Colle Pinzuto dal drappello di testa attacca Schachmann, alla cui ruota si porta prontamente Van Aert.
18:07
Il gap scende sotto il minuto. Nel terzetto di inseguitori è Stybar a fare il grosso del lavoro.
18:04
Fase di studio e controllo nel nono settore di sterrato.
18:00
Ricordiamo la composizione del drappello di testa: Davide Formolo (UAE Team Emirates), Jakob Fuglsang (Astana), Wout Van Aert (Jumbo-Visma), Alberto Bettiol (EF Pro Cycling), Greg Van Avermaet (CCC Team) e Max Schachmann (Bora-Hansgrohe).
17:54
30 km al traguardo per i battistrada.
17:49
Alle loro spalle troviamo a 1'22" Zdenk Śtybar (Deceuninck-QuickStep), Brent Bookwalter (Mitchelton-Scott) e Michaeel Gogl (NTT Pro Cycling).
17:45
I primi inseguitori viaggiano a 1'33" dalla testa della corsa.
17:40
Alle spalle dei 6 di testa c'è stato un vero e proprio sparpaglio.
17:36
Ritornano sull'asfalto Jakub Fuglsang, Davide Formolo, Wout Van Aert, Alberto Bettiol, Greg Van Avermaet e Max Schachmann.
17:33
Perdono contatto Gogl e Kwiatkowski mentre gli altri inseguitori si riportano su Fuglsang.
17:27
Ad inseguire l'ex biker danese troviamo Davide Formolo, Wout Van Aert, Alberto Bettiol, Greg Van Avermaet, Max Schachmann, Michael Gogl e Michał Kwiatkowski.
17:20
A 50 km dal traguardo, in vista del tratto più duro, attacca il capitano della Astana Jakub Fuglsang.
17:18
Forcing del campione italiano Davide Formolo.
17:16
In crisi Julian Alaphilippe, il primo dei grandi a "saltare".
17:14
Grande selezione in gruppo nel tratto che, come da tradizione, risulta decisivo.
17:12
Da dietro si muovono nomi importanti: scorgiamo Van Aert, Fuglsang, Van Avermaet, Kwiatkowski e il nostro Bettiol.
17:09
Su di lui si riportano Gorka Izagirre (Astana), Marcus Burghardt (Bora-Hansgrohe), Jack Bauer (Mitchelton-Scott) e Michael Gogl (NTT Pro Cycling).
17:04
In vista di Monte Sante Marie, a 60 km dal traguardo, accelera Michael Woods della Education First.
17:00
Caldo da bollino rosso. Il rimedio? Ce lo svela Claudio Cozzi.
16:52
La polvere regala immagini da cartolina, ma sicuramente respirarla mentre si sta affrontando uno sforzo come quello dei corridori non è piacevole.
16:52
Buca anche Ciccone. La ghiaia sta mettendo a dura prova i mezzi e la guida dei corridori.
16:51
Rientrano in gruppo anche Alaphilippe e Van der Poel, due dei big più attesi.
16:50
Al km 116 il gruppo torna compatto.
16:49
Dopo tre ore di gara la media è di 37,800 km/h.
16:48
In ritardo vengono segnalati il vincitore uscente Alaphilippe e Van der Poel, rallentato da una foratura.
16:47
Caduta in gruppo. Tra i coinvolti c'è Vincenzo Nibali, che riparte senza evidenti conseguenze fisiche.
16:45
Si rialza Jungels, restano in 3 al comando. Gruppo in rimonta.
16:43
33" per i 4 uomini al comando, che stanno affrontando il 7° tratto di sterrato.
16:38
A condurre l'inseguimento del gruppo c'è l'Astana.
16:32
Al km 105 diventano 4 gli atleti al comando. Gruppo a 36".
16:30
I distacchi sono molto ristretti: 43" tra la testa e la coda della corsa.
16:27
Dal gruppo evadono Bob Jungels (Deceuninck Quick Step), Marcus Burghardt (Bora Hasngrohe) e Alex Cataford (Israel Start Up Nation).
16:23
Al termine del sesto tratto sterrato Pellaud conserva 35" sul gruppo. 100 km percorsi.
16:15
Torniamo alla gara maschile. Al cartello di metà percorso Simon Pellaud della Androni Giocattoli Sidermec transita con 40" di vantaggio sul gruppo, segnalato in forte rimonta.
16:10
Nella news dedicata alla prova femminile potete leggere l'ordine d'arrivo completo e le parole delle protagoniste.
16:08
DONNE. Quarto posto per Anna Van der Breggen, quinta al traguardo Elisa Longo Borghini, che precede Marianne Vos.
16:07
DONNE. Con lei sul podio (a debita distanza) saliranno Margarita Victoria Garcia e Leah Thomas.
16:06
DONNE. Annemiek Van Vleuten, imbattuta dal mondiale, si conferma la regina delle Strade Bianche.
16:04
DONNE. Molla Garcia, Van Vleuten si invola verso la sua sesta vittoria consecutiva.
16:02
DONNE. Siamo al triangolo rosso: inizia lo strappo di Santa Caterina. Van Vleuten insiste nella sua azione con a ruota Garcia.
16:00
UOMINI. Il gruppo transita davanti al cartello dei 100 km all'arrivo con 1'10" di ritardo da Pellaud.
15:57
DONNE. Alle spalle delle due di testa pedala l'americana Leah Thomas, che cercherà di difendere la terza piazza per salire sul podio di Siena.
15:55
DONNE. A 6,5 km dal traguardo Van Vleuten riprende Garcia, a cui vanno comunque i nostri applausi.
15:53
DONNE. Dietro si sono mosse le altre big, ma ormai è tardi. Ancora una volta Annemiek Van Vleuten si conferma di un'altra categoria.
15:50
DONNE. A 9 km dal traguardo il cronometro è impietoso per la Garcia, separata da solo 22" da quella cannibale che sta per addentarla.
15:49
UOMINI. Pellaud affronta il 5° tratto sterrato con 2'44" di vantaggio sul gruppo. Media dopo 2 ore: 38,600 km/h.
15:48
DONNE. Canuel è l'ultima a mollare la ruota della Van Vleuten, che ha già dimezzato il ritardo che la separa dalla Garcia.
15:46
DONNE. Grande rimonta della fuoriclasse olandese, che ha vinto tutte le corse spagnole da quando è ripresa la stagione femminile, e vuole bissare il successo di un anno fa.
15:44
DONNE. L'iridata della Mitchelton Scott ha sfruttato il lavoro della compagna Spratt e ora inizia la caccia alla Garcia, che intraprende ora l'ultimo tratto di sterrato.
15:42
DONNE. Non inquadrata dalle telecamere nè rilevata da radiocorsa, Annemiek Van Vleuten rientra sulle 10 all'inseguimento di Garcia a 16 km dal traguardo.
15:39
Non è una sorpresa, ma sia per gli uomini che per le donne si sta rivelando una gara davvero durissima.
15:36
DONNE. Prova ad allungare la Canuel, ma ha da recuperare 3'25" sulla Garcia che si sta gestendo molto bene.
15:34
DONNE. Non c'è accordo nel drappello delle contrattaccanti. Problema meccanico e caduta per Thomas.
15:32
UOMINI. 65 km percorsi: Pellaud viaggia con 3'04" su Bagioli, Pacher e Declercq. Il gruppo pedala a 3'57".
15:27
DONNE. 20 km al traguardo per Margarita Victoria Garcia, che tiene duro e non concede nulla per ora alle avversarie.
15:22
UOMINI. Al km 61 Pellaud viaggia con 1'41" su Bagioli, Pacher e Declercq. Il gruppo pedala con 3'33" di ritardo.
15:21
DONNE. La 36enne maiorchina inizia ad avere una pedalata pesante ma anche alle sue spalle le forze rimaste sembrano scarseggiare.
15:18
DONNE. A 3 tratti di strade bianche della conclusione Garcia viaggia con 3'10" sulle 10 contrattaccanti e 5'43" sul grosso del gruppo.
15:14
DONNE. Continua la cavalcata in solitaria di "Mavi" Garcia con 3'28" di margine sulle altre ragazze con cui aveva fatto la differenza nel quinto tratto di sterrato.
15:09
UOMINI. Insiste anche Pellaud che si mette alle spalle il 4° tratto di sterrato con 1’10” di margine sui 3 immediati inseguitori e 2’02” sul gruppo.
15:06
DONNE: Continua a guadagnare la portacolori della Alè BTC Ljubljana: 3’10” per lei sulle 10 inseguitrici al km 101.
15:03
DONNE. Media della terza ora: 34,100 km/h.
15:00
DONNE. Continua a guadagnare Garcia che al km 97 viaggia con 2’37” sulle 10 immediate inseguitrici.
14:57
UOMINI. All'inizio del quarto tratto sterrato Pellaud ha staccato gli altri attaccanti e pedala con 38” su Bagioli, Pacher e Declercq. A 1’25” c'è Van Kessel, nel mirino del gruppo segnalato a 1’37”.
14:55
Possiamo solo immaginare quanto batta forte il cuore della presidentessa della sua squadra Alessia Piccolo, che come tutti noi non vedeva l'ora di rivedere in azione le sue ragazze.
14:54
Torniamo alle donne, con l'efficace forcing di Margarita Victoria Garcia che ha incrementato il proprio vantaggio a 1’58” rispetto alle 10 immediate inseguitrici e a 3’38” sul gruppo.
14:51
Astana a condurre l'inseguimento: ai 6 di testa restano solo 30" di vantaggio.
14:48
Il gruppo degli uomini intanto attacca il 3° tratto di sterrato concedendo 1'10" ai battistrada.
14:46
Al km 90 allunga la spagnola della Alè BTC Ljubljana Margarita Victoria Garcia.
14:44
Spratt (Mitchelton Scott), Garcia (Alè BTC), Leleivyte (Aromitalia Basso Bikes Vaiano), Canuel (Boels Dolmans), Shapira (Canyon Sram), Paladin (CCC Liv), Brennauer (Ceratizit WNT), Thomas e Koppenburg (Paule Ka), Chapman (FDJ Nuovelle Aquitaine), Balsamo (Valcar) pedalano con 27" di vantaggio sul gruppo.
14:41
Come non detto, nuova accelerata e restano in 11 al comando della corsa.
14:38
A 50 km dal traguardo si rinfoltisce nuovamente il gruppo di testa: sono una quarantina le atlete che si giocheranno la Strade Bianche "in rosa".
14:33
Le speranze italiane sono affidate a Longo Borghini, finora unica azzurra ad aver vinto la Strade Bianche (nel 2017), Bastianelli, Cecchini, Bertizzolo, Paladin e Confalonieri.
14:30
Tra le big le più attese sono Van Vleuten, Van der Breggen, Niewiadoma, Vos, Leleivyte, Ludwig, Rivera, Brand e Van Dijk.
14:26
Visto che la situazione nella gara maschile si è stabilizzata, concentriamoci sulla prova femminile ormai entrata nel vivo e pronta a regalarci un gran finale.
14:21
Pedalano di comune accordo i battistrada Simon Pellaud e Nicola Bagioli (Androni Sidermec), Quentin Pacher (B&B Vital Concept), Iuri Filosi (Bardiani CSF Faizanè), Cornè Van Kessel (Circus Wanty Gobert) e Benjamin Declercq (Arkea Samsic).
14:18
Il gruppo lascia andare la fuga, che al km 23 viaggia con un margine di 2'12".
14:15
Torniamo alle donne, che hanno raggiunto il km 75. Sono rimaste in una ventina a contendersi la vittoria, le alte temperature e l'andatura sostenuta stanno selezionando sempre più il drappello delle migliori.
14:13
Al km 21 diventano 6 gli uomini al comando, 1'25" il ritardo del gruppo.
14:10
Pellaud affronta il primo tratto sterrato con 14" di vantaggio sugli immediati inseguitori e 1'21" sul gruppo.
14:07
Al contrattacco si forma un quintetto composto dal compagno Nicola Bagioli, Quentin Pacher (B&B Vital Concept), Iuri Filosi (Bardiani CSF Faizanè), Cornè Van Kessel (Circus Wanty Gobert) e Benjamin Declercq (Arkea Samsic).
14:03
Tra gli uomini tenta l'allungo Simon Pellaud della Androni Giocattoli Sidermec. 15" per lui al km 12.
14:01
Invariata la situazione nella gara femminile, dove le 50 migliori atlete sono impegnate nel quinto settore sterrato, di solito quello chiave. Media della seconda ora di corsa: 34,700 km/h.
13:59
Tra i più attivi in queste prime fasi di gara segnaliamo i portacolori della Bardiani CSF Faizanè.
13:55
Gli uomini sono partiti "a tutta". Andatura sostenuta fin dai primi chilometri.
13:51
Non si possono contare le borracce che verranno bevute oggi... Il caldo è davvero torrido.
13:48
Dopo tanta polvere, finalmente le ragazze potranno mangiare qualcosa di solido.
13:46
Il gruppo delle donne intanto transita compatto in zona rifornimento.
13:44
Giù la mascherina anche per gli uomini. Prende il via ufficialmente anche la loro prova.
13:38
Norme anticontagio osservate in maniera precisa tanto prima della partenza delle ragazze che in questi minuti che precedono il via della corsa maschile.
13:33
Terminato il quarto settore di sterrato, il gruppo di testa si è rinfoltito e ora conta una cinquantina di unità.
13:26
Ringraziamo gli amici di Radio Informazioni, che abbiamo ritrovato più in forma che mai, per i costanti aggiornamenti che ci forniscono dalla corsa. Senza il loro prezioso contributo questa e tutte le dirette che vi offriremo in questa breve ma intensissima stagione non sarebbero possibili.
13:19
Come prevedibile, il grande caldo sta determinando già parecchia selezione.
13:15
Il gruppo principale è composto da una trentina di unità, che comprende tutte le migliori.
13:11
Inizia il terzo settore di strada bianca e una prima parte del gruppo riassorbe l'attaccante.
13:04
A 100 km dal traguardo il vantaggio della battistrada sale a 22".
13:00
La campionessa israeliana ha attaccato lungo la salita di Ville di Corsano, ma il gruppo le concede solo 10" di vantaggio.
12:57
Superato il secondo tratto di sterrato, al comando della Strade Bianche femminile troviamo Omer Shapira della Canyon Sram.
12:55
Non ha preso il via la campionessa sudafricana Ashleigh Moolman, tra le atlete più attese, finita a terra ieri durante la ricognizione del percorso.
12:53
Il danno ammonta a 100.000 euro, non poco per una formazione che ha stimato una spesa di circa 70-100.000 euro da qui a fine anno per rispettare il nuovo protocollo anti Covid.
12:51
Come vi abbiamo raccontato con una news dedicata, questa mattina la Trek Segafredo è stata vittima del furto di 6 bici.
12:45
Donne già in corsa da 45', uomini che partiranno tra un'ora.
12:39
Buongiorno amiche ed amici, finalmente la ripartenza! Dopo il lockdown, il grande ciclismo riprende la sua corsa con le Strade Bianche.
12:30
DIRETTA A CURA DI GIULIA DE MAIO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Dissi a Peter Sagan di lasciar perdere i Giri delle Fiandre, ma di concentrarsi sui Mondiali. Un corridore come lui, può fare la storia con imprese eccezionali e, ad oggi, 5 Mondiali non li ha vinti nessuno. Ci ha provato....


L'approdo di Fabio Aru alla Qhubeka Assos ma anche l'attesa per l’asta dei cimeli di Marco Pantani a Torino. E poi il resoconto degli ultimi appuntamenti di ciclocross in Europa, come sarà il 2021 per gli sprinter italiani e infine...


Dopo l'approdo nel Worldtour grazie alla licenza rilevata dalla CCC, arriva un'altra grande novità in casa Wanty: si tratta del prio sponsor, la Intermarché, catena di supermercati del Gruppo Les Mousquetaires: la squadra si chiamerà Intermarché -...


Quando qualcuno di lascia, si apre inevitabilmente il cassetto dei ricordi più belli. Accade anche per Aldo Moser, scomparso ieri all'età di 86 anni, e per la Coppa Agostoni che fu la prima vittoria del corridore trentino nella stagione del...


Arriva oggi su Youtube il corto che racconta “In punta di piedi”, il nuovo singolo di Marcello Pieri, registrato da Jonathan Costa e mixato da David Sabiu al Savana Studio di Forlì. “In punta di piedi – storia di una canzone” per la regia di Paolo Santolini e...


Primoz Roglic aggiunge un altro trofeo alla sua collezione: lo sloveno è stato infatti insignito del Velo d’Or 2020, premio istituito dalla rivista francese Vélo Magazine. «Ho dato un’occchiata all’albo d’oro - commenta il numero uno del ciclismo mondiale, che...


  Un nuovo tuffo nella storia, quello che ci propone questa sera Ciclismo Oggi, il tradizionale appuntamento con il grande ciclismo in onda alle 20.30 sulle frequenze di Teletutto, canale 12 del digitale terrestre. Una puntata da non perdere perché,...


Fisiocortiana, centro specializzato in fisioterapia, osteopatia, riabilitazione e medicina per lo sport, si conferma al fianco del team Bardiani CSF Faizanè anche per la stagione 2021. Il prossimo 10 e 11 dicembre il team, diviso in 4 gruppi per garantire le attuali...


Tra i volti nuovi della Eolo Kometa spiccano molti giovani interessanti. Davide Piganzoli è considerato uno dei corridori emergenti. Viene dalla Valtellina, come tanti suoi colleghi fra cui i fratelli Andrea e Nicola Bagioli e Francesco Gavazzi. Diplomando Perito Elettronico...


La querelle è finita e, come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, Fabio Aru correrà nella Qhubeka Assos la prossima stagione. A confermarlo è stata la stessa squadra attraverso un comunicato ufficiale. Dopo la fine della sua avventura con la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155