CICCONE. «PROBLEMA RISOLTO. E ORA...»

PROFESSIONISTI | 13/11/2016 | 08:18

Lunedì 24 ottobre Giulio Ciccone si è sottoposto ad un piccolo intervento chirurgico per risolvere definitivamente i fastidi che hanno condizionato le sue prestazioni negli ultimi mesi della stagione 2016 e che gli hanno imposto una chiusura anticipata. Il 10 novembre è finalmente tornato in sella.


«Mi sentivo spesso affaticato e faticavo a recuperare gli sforzi, ci abbiamo messo un po' a capire quale fosse il problema ma alla fine abbiamo scovato questo piccolo nervo atriale che non operava come doveva e siamo intervenuti. Dopo una ventina di giorni di riposo assoluto, muovere i primi colpi di pedale è stato fantastico, ho avuto la sensazione di tornare a fare ciò che amo a tre settimane dall'intervento chirurgico che ho dovuto affrontare per risolvere un disturbo cardiaco che mi ha condizionato nella seconda parte dell'anno» racconta il 22enne abruzzese della Bardiani CSF, vincitore quest'anno della 10a tappa del Giro d'Italia.


A seguito degli accertamenti specializzati, Ciccone è stato sottoposto ad uno studio elettrofisiologico per identificare il tessuto di conduzione cardiaca che generava il disturbo sotto sforzo e, in ultima istanza, è stata attuata una procedura ablativa della via anomala. Per sua natura la procedura a cui è stato sottoposto non è particolarmente invasiva e ha permesso al corridore di recuperare appieno nell’arco di un mese, giusto in tempo per iniziare la preparazione invernale in vista della stagione 2017.

«L'operazione pare sia andata bene, ho ripreso ad allenarmi, ovviamente con gradualità. In questi giorni sto pedalicchiando, man mano riprenderò a pieno ritmo. Per questo inconveniente ho perso qualche mese della stagione 2016 ma nei prossimi ritiri con la squadra a fine mese e a dicembre avremo tutto il tempo necessario per gettare delle basi importanti. A breve delineeremo il programma, quel che è certo è che puntiamo tanto al calendario italiano e in particolare al Giro d'Italia. Il mio obiettivo sarà arrivarci al massimo della condizione. Devo ringraziare tanto la mia famiglia per il sostegno che mi ha dimostrato ancora una volta, l'equipe medica che mi ha seguito e la squadra che mi ha lasciato il tempo e lo spazio necessari per risolvere il problema senza mettermi alcuna fretta. Spero di ripagare tutti coloro che mi sono stati vicini in questo periodo con una bella annata».

Giulia De Maio

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Bauke Mollema si porta a casa un'altra bella vittoria sulle strade d'Italia. L'olandese della Trek Segafredo, che in questa stagione aveva già vinto la prima tappa del Tour des Alpes Maritimes et du Var, ha vinto il 58° Trofeo Laigueglia...


Jakub Mareczko firma il primo successo stagionale della Vini Zabù. Il velocista bresciano ha vinto con autorità allo sprint l'Umag Trophy sulle strade della Croazia. Alle sua spalle nell'ordine si sono piazzati Filippo Fortin del Team Voralberg e il pceco...


Non è un libro, ma un pugno nello stomaco, che ti lascia senza fiato. Anche se poi te lo leggi in un amen, perché non credi ai tuoi occhi, e non li stacchi più da quelle pagine fin quando non...


«Ora vivo sereno, ma per anni ho portato dentro tanta rabbia. La bici è stata un'importante valvola di sfogo. Probabilmente senza i fatti legati alle Olimpiadi di Tokyo mi sarei fermato prima con il ciclismo agonsitico». E' un Davide Rebellin...


Da quando sono stati emessi i protocolli da seguire durante la pandemia da parte dell’UCI, la Giotti Victoria – Savini Due ha sempre seguito rigidamente tutte le regole preposte, sia dentro che fuori competizione. Nel tardo pomeriggio di martedì, dopo...


Adriano Amici come sempre è un “moto perpetuo”, prima, durante e dopo la corsa. Qualche minuto prima del via trova il tempo per una velocissima intervista. Primo impegno della stagione che purtroppo si prospetta ancora molto difficile e incerta. “Non...


Dopo il titolo a squadre contro il tempo con il Sud Africa, Ryabn Gibbons conquista anche il titolo a cronometro individuale dei Campionati Africani in svolgimento al Cairo, in Egitto. Il neo acquisto della Uae Team Emirates ha nettamente vinto...


L’Italia ha ben figurato ieri a Le Samyn, conquistando il terzo posto con Andrea Pasqualon, che ha chiuso alle spalle di Tim Merlier e Rasmus Tiller. «Nel finale è andato tutto alla perfezione - ha detto Andrea Pasqualon - e...


Tanti campioni a Laigueglia ma anche tanti giovani che vogliono sfruttare l’occasione per mettersi in evidenza e fare esperienza. Il valtellinese Alessio Martinelli del Team Colpack Ballan è uno dei giovani talenti più attesi in questo 2021. L’ultimo anno non...


Dal ciclista alle prime armi fino all'entusiasta vero e proprio, questa nuovissima collezione di abbigliamento MTB SHIMANO è pronta per unirsi al viaggio lungo i sentieri di ogni uscita, attraverso le stagioni e attraverso la crescita del ciclista. per leggere...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155