NIEVE. «Non mi aspettavo questi risultati»

PROFESSIONISTI | 30/05/2016 | 09:15
Mikel Nieve si è meritato un posto tra i grandi del Giro d'Italia: ha vinto la tappa di Cividale del Friuli, è arrivato secondo a Risoul battuto solo da Nibali e alla fine della sua fatica ha conquistato la magia azzurra di re degli scalatori.
«Quando sono arrivato in Italia non mi aspettavo di poter ottenere tutto questo e sono molto contento del lavoro che ho fatto. Vincere questa maglia è stata una sorpresa per me: solo venerdì, quando ho visto che non ero molto lontano in classifica da Cunego, ho cominciato a pensarci. Certo, Damiano l'ha portata per quasi tutto il Giro, ma le corse sono così, basta guardare quel che è successo a  Kruijswijk».

E ancora: «La mia condizione è andata in crescendo e nel finale sono andato davvero bene. L'esperienza mi insegna che se mi preparo bene e la salute è con me, posso stare davanti con i grandi. E anche la squadra è stata contenta di come sono andato».

Eppure al Giro è arrivato all'ultimo momento: «È vero e non mi aspettavo di andare tanto bene. In aprile ho lavorato senza pressioni, trascorrendo anche qualche giorno senza pedalare. Così in Italia ho trovato la condizione tappa dopo tappa. L'obiettivo della Sky era vincere il Giro con Landa ed è stato un colpo per tutti, il suo ritiro. Ma anche dopo il suo addio abbiamo dimostrato che la squadra era forte e ci siamo fatti onore».

Le vittorie di Nieve arrivano tutte in montagna: «È vero, ho vinto a Cotobello alla Vuelta 2010, a Gardeccia al Giro 2011, a Courchevel nel Delfinato 2014 e ora a Cividale del Friuli. Poche vittorie, ma tutte di grande prestigio. Sono contento, ma non mi accontento. Ora mi aspetta qualche giorno di riposo, poi comincerò a prepararmi per il Tour: sono nella preselezione, mi piacerebbe andare in Francia per affiancare Froome».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Deceuninck non lascia ma rilancia. Dopo aver annunciato un anno fa che al termine del 2021 avrebbe cessato il suo impegno come primo sponsor del team di Patrick Lefevere, la Deceuninck annuncia oggi il nuovo impegno assunto per il...


E’ stata una serata che non ha lesinato emozioni forti quella che ieri al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (Tv) ha segnato il ritorno del “Premio Radicchio d’oro” dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza Covid. Ad accendere la kermesse...


Alberto Contador è una figura cardine della Eolo Kometa, ma il team manager della squadra, colui che tiene le redini della struttura, è il fratello maggiore Francisco.   Queste sono le impressioni di Fran Contador al termine della prima stagione...


Se fosse per lui sarebbe già in strada a pedalare, ma l’ortopedico non gli ha ancora dato il via libera e il 9 dicembre lo attende una serie di radiografie che potrebbero finalmente liberarlo. Davide Rebellin, classe ’71, da tre...


Settimana ricca di appuntamenti importanti per l'Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani che domani darà il benvenuto ufficiale nella massima categoria ai giovani che affronteranno il grande salto nel 2022 e dopodomani si riunirà in assemblea elettiva. Mercoledì 1° dicembre...


È davvero un grande colpo di mercato quello messo a segno dalla Ceratizit-WNT che si è assicurata la straordinaria campionessa britannica Katie Archibald per le prossime tre stagioni. La 27enne britannico, pluricampionessa olimpica e mondiale in pista, ha firmato...


Domani a Milano, poi giovedì mattina da Malpensa il volo per Nur-Sultan (dal 2019 nuovo nome di Astana, ndr) via Francoforte. Incomincerà così la nuova stagione di Vincenzo Nibali che torna a vestire la maglia dell’Astana Qazaqstan, la casacca celestina...


Ecco la prima maglia indoor del Giro d'Italia, progettata in collaborazione con Technogym e Castelli, che sono entrambi partner anche del Giro d'Italia Virtual. Il Giro d'Italia Virtual è un progetto di indoor cycling sviluppato da RCS Sport in collaborazione...


La Bardiani CSF Faizanè e Briko continueranno a pedalare insieme, direzione stagione 2022. La partnership tra la squadra guidata da Bruno e Roberto Reverberi e Briko, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, del gruppo Basic.Net si...


Si chiama Nixon Rosero, ha 19 anni, e vuole diventare come Carapaz. Ecco il nuovo talento ecuadoriano che secondo gli esperti ha tutte le carte in regola per diventare un buon professionista.Il giovane Rosero ha studiato presso la scuola educativa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI