NIBALI. Papà Salvatore rivela: ha cambiato le pedivelle

PROFESSIONISTI | 29/05/2016 | 21:06
Vincenzo Nibali ne aveva parlato in anteprima proprio a tuttoBICI nell'intervista pubblicata sul numero di maggio: «Ho cambiato anche le pedivelle, passando da quelle di 172,5 mm a 175 mm».
E papà Salvatore, giunto di corsa a Torino per festeggiare il secondo successo in rosa del figlio Vincenzo, ha rivelato oggi al microfono di Alessandra De Stefano durante Prima Diretta: «Tre giorni fa ho sentito Vincenzo al telefono, gli ho detto che le pedivelle 175 secondo me erano un po' lunghe. Lui mi ha risposto: "Papà non lo dire a nessuno, è un segreto, domani le faccio cambiare". Da quel momento ho visto che aveva una pedalata molto più fluida... E i risultati si sono visti».
Copyright © TBW
COMMENTI
Che bela favola
29 maggio 2016 22:19 SERMONETAN
Le pedivelle più lunghe da 175 mm danno sicuramente un vantaggio ma non fate credere che Gesù Cristo è morto di freddo.E poi un prof affermato sta ancora valutando se 172,5 oppure 175 ma x favore.......

sconcertante
29 maggio 2016 23:19 insella
Questo ci sta prendendo in giro da anni

Ma ci volete prendere in giro
29 maggio 2016 23:35 ct46ct
Ma se Nn li cambiava Nn vinceva il giro? Me sarà mago il papà di questo fenomeno ? Mettetevi d\'accordo ha preso il virus? E x miracolo se le curato in due giorni e dopo due giorni è risuscitato prima di Lazzaro ? O sono state le pedivelle? Bhooooo

Le pedivelle
30 maggio 2016 06:54 jimmy56
Ma ora si chiama così le pedivelle ma chi vuole prendere in giro.

in effetti
30 maggio 2016 08:25 SoCarlo
31 anni, professionista da piu' di 10, campione da juniores e ancora non sa che lunghezza usare? per trovare la lunghezza giusta, poi, decide di provarle al giro, con tante gare che ci sono in programma.
Avrei creduto piu' volentieri che il 175mm porta sfortuna: cosi' mi sento solo un fexxo.



Papà Salvatore...
30 maggio 2016 08:55 plus
...esistono anche le pedivelel da 180mm ma non ditelo a nessuno

Rosiconi
30 maggio 2016 12:39 maxmari
Mi sembra una giungla di scimmiette urlatrici che commentano sparando baggianate . Cosa trovate di strano nel pensare che dietro qualche momento di difficoltà ,qualcuno abbia pensato che forse è dico forse poteva essere un virus la causa . E non come dice qualche scimmietta aveva un virus e in 2 giorni è passato . Per le pedivelle per i meno informati non li avrebbe mai cambiate in corsa e per lo più al giro . Ma a inizio stagione per vedere differenze che non si notano in una giornata come qualcuno pensa . Ma certi commenti fateli solo a casa dove nessuno vi senta . Poverini e frustrati . Cercate di gioire per un italiano che porta da anni vittorie senza dover a tutti i vostri trovare delle demenziali motivazioni a tutto

pedivelle
30 maggio 2016 13:42 bernacca
se io , cicloamatore, cambio le pedivelle ora che ho fatto 3000 km , come minimo mi vengono i crampi! Non so se a loro no..

Bernacca
30 maggio 2016 14:31 maxmari
Hai detto bene sei un amatore e questo dice abbastanza !! non ti sembra che fare un paragone tra te e uno che ha vinto 2 giri un tour è una vuelta sia un tantino azzardato ? È forse magari un po più dotato di te ?! E poi chi vi ha informato del fatto che abbia cambiato al giro le pedivelle ?

maxmari
30 maggio 2016 15:43 bernacca
la mia non era un'accusa! Mi sembra inverosimile che un prof cambi pedivella a 3 tappe dalla fine, loro che guardano il millimetro e che vanno dall'osteopata tutti i giorni! per cui penso che sia una bufala questa affermazione, ma sono pronto a essere smentito da gente più esperta, non sia mai!
Guarda che io tifavo Nibali, sembra che ogni cosa scritta vada contro di lui o chi per esso.
mamma che comari che siete diventati , ha ragione Cancellara quando dice che il ciclismo è diventato un parlare da bar

Bernacca
30 maggio 2016 19:08 maxmari
Mi chiedo solo dove è stato scritto o detto che le pedivelle sono state cambiate al giro ?

ma hai letto l'articolo caro maxmari?
31 maggio 2016 08:05 bernacca
Lui mi ha risposto: "Papà non lo dire a nessuno, è un segreto, domani le faccio cambiare". Da quel momento ho visto che aveva una pedalata molto più fluida... E i risultati si sono visti».

questo è uno stralcio dell'articolo di cui sopra

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


Campionati italiani di velocità professionisti, quelli del 1964, il 24 luglio, al Vigorelli. Antonio Maspes contro Sante Gaiardoni. Maspes li aveva già conquistati 11 volte in 14 anni (più due secondi e un terzo posto), Gaiardoni una volta (più tre...


Una caduta sabato durante la Omloop Het Nieuwsblad, un colpo alla schiena, l prime analisi che parlando di una contusione. Poi il dolore che non passa, la necesità di esami più approfonditi e una diagnosi che mette a rischio un'intera...


La natura autentica e selvaggia di Malta, Gozo e Comino rappresenta un’attrattiva di grande fascino per gli amanti degli sport outdoor. Panorami verdeggianti, che si affacciano con viste struggenti sul Mar Mediterraneo, sono attraversati da sentieri percorribili a piedi e...


Si è appena disputato il “Le SAMYN”, in Belgio, una semiclassica nata nel 1968, nella zona dell’Hainaut, provincia della Vallonia che confina con le Fiandre Occidentali e Orientali, del Brabante Fiammingo e di quello Vallone e con la Francia. Regione...


E’ dai tempi di Jukka Vastaranta (prof dal 2003 al 2006) che la Finlandia non sforna giovani interessanti. Una lacuna che Kasper Borremans vorrebbe colmare con la squadra belga Cannibal B Victorious U19 Development Team. Secondo anno da juniores, classe...


Con il mese di marzo la stagione del grande ciclismo su strada entra nel vivo e Northwavenon poteva mancare all’appuntamento con la gara che in pochi anni è riuscita ad affermarsi, secondo molti, come la sesta classica monumento: la Strade Bianche....


Si chiude con la partecipazione al 30esimo Memorial Polese la settimana della formazione Continental del Team Biesse Carrera, che dopo l'ottimo esordio di sabato scorso (doppio podio alla Coppa San Geo e alla Firenze-Empoli) ha vissuto la prestigiosa esperienza al...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi