Di Luca ascoltato in Procura, ma non collabora

DOPING | 04/09/2013 | 18:20
«Il procuratore Vigna è stato molto professionale, abbiamo parlato ma non posso dirvi cosa ho detto. Ho ammesso? Non posso dirvelo ma mi ha chiesto di collaborare».
Danilo Di Luca, commenta così la sua audizione in Procura Antidoping, a seguito della sua positività all'Epo riscontrata il 29 aprile 2013, nel controllo disposto fuori competizione dall'Unione Ciclistica Internazionale. “Il Killer” di Spoltore, già squalificato nel 2007 per aver frequentato il medico inibito Santuccione (tre mesi) e nel 2009 per la sua positività all'Epo-Cera (2 anni) rischia ora un nuovo stop tra gli 8 e i 12 anni. «Restare nell'ambiente? Sto già facendo altro, quindi vedrò – ammette il corridore, fermato lo scorso 24 maggio, durante il Giro d'Italia -. Ho un negozio di bici e costruisco bici. E faccio anche altri sport, come tennis e nuoto. È ancora presto per decidere cosa fare».

Ieri Valentino Sciotti, patron del gruppo Farnese, in una lettera aperta gli aveva chiesto di confessare per essere un «punto di svolta tra il ciclismo dei dubbi e delle zone d'ombra ed il ciclismo della trasparenza», un appello però che non sarebbe stato raccolto da Di Luca che, nell'ora di audizione, non avrebbe collaborato.

«L'ho letta – dice il vincitore del Giro 2007, accompagnato oggi dall'avvocato Ernesto De Toni -, ma è meglio non parlare ed aspettare i tempi in cui farlo. Cosa dire ai tifosi? Per ora non mi sento di dire nulla. Chi è mio tifoso resterà mio tifoso mentre chi non lo era prima non lo è neanche ora. Non cambia tanto».
Copyright © TBW
COMMENTI
NO MI SPIACE
4 settembre 2013 18:52 jack64
Mi dispiace. Ero suo tifoso e gradirei non sentir più nominare il suo nome. Me ne guarderò bene di metter piede nel suo negozio. Poi gli altri facciamo come meglio credono. La saluto cordialmente Sig. Danilo Di Luca.

e chi pensava che eri un xx?
4 settembre 2013 19:04 superpiter
Aspettiamo i tempi ... aspetta pure da solo..

4 settembre 2013 21:09 shamal
Caro Di Luca sei uno dei più grandi buffoni che sia mai salito su una bicicletta.

io fortunato....
4 settembre 2013 21:28 limatore
Non ti sopportavo prima tanto meno adesso!!!

Chiacchiere da bar
4 settembre 2013 21:41 cesco381
Leggo i commenti e si capisce il valore di alcune persone, sanno fare solo chiacchiere da bar.
Non sarebbe una cattiva idea farsi i propri affari.
Io auspico che Diluca ci dica cosa succede nelle squadre, cosa chiedono alcune persone agli atleti. La verità su questi rapporti, poi ognuno, visto lo status da professionista deve pagare di persona i propri errori. Buona serata chiacchieroni.

Costruisci bici???
4 settembre 2013 22:21 mdesanctis
Sig. Di Luca, ha le idee confuse. Importa telai dalla Cina!!! Non costruisce niente.
Vada a ricostruirsi una reputazione andando a zappare la terra. E' un lavoro duro ma qualche scorciatoia per faticare meno, la troverà certamente. Chiami Santuccione nel caso...
Ha rubato soldi al nostro sport e ha contribuito ad ucciderlo. killer dei miei stivali.
mdesanctis

Senza parole
4 settembre 2013 22:52 Aworness
Caro Danilo, hai parlato tanto per l indagine di Brescia , inventando talmente tante cose che forse sarebbe il caso che raccontassi anche i tuoi pluriennali anni di utilizzo di sostanze dopanti. O forse hai parole solo per infangare gli altri..... Insomma sei rimasto senza parole da solo ????

Pazzesco !!!

Non ha rubato niente
4 settembre 2013 23:46 Berto65
Tutti i soldi che ha guadagnato sono tutti meritati. Vorrei ricordare che ha vinto un giro d'Italia un giro di Lombardia una Liegi Bastogne Liegi una Freccia Vallone una Amstel Gold Race ecc. ecc. Quindi é stato un Campione

Che delusione!!!
5 settembre 2013 06:34 Farnese
Spero saprai ritornare sulla tua decisione.

RADIAZIONE A VITA!
5 settembre 2013 09:30 The rider
Bravo Di Luca, fai altri sport e datti pure all'ippica, ...anzi lascia stare, altrimenti saresti capace di dopare pure i cavalli e rovinare anche quello sport!!!
Pontimau.

ARROGANTE
5 settembre 2013 11:06 lisa
Mi ricordo L'ARROGANZA di Di Luca alla Agostoni del 2011 quando per grazia ricevuta la katuska l'aveva preso in squadra, (dopo la squalifica del 2007) per non essere disturbato dalla gente comune era sceso dal lato opposto del pullman,e anche in queste parole si sente la sua arroganza.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach