FANTINI. Citracca: «Basito dal comportamento di Sciotti»

PROFESSIONISTI | 30/08/2013 | 11:42

In seguito a quanto rivelato dal quotidiano Il Centro a riguardo di una squadra di ciclismo con sponsor e corridori abruzzesi a cui sta lavorando in vista del 2014 l’ex professionista pescarese Stefano Giuliani, che ha come punto di riferimento Valentino Sciotti e il marchio Farnese Vini, abbiamo contattato Angelo Citracca, team manager della Fantini Vini Selle Italia, che dopo gli scandali di Di Luca e Santambrogio sta cercando di salvare la formazione diretta da Luca Scinto e con essa corridori e personale coinvolti. 


«Sono basito. Eravamo a conoscenza del progetto di mettere in piedi una squadra Continental che avrebbe portato nella massima categoria alcuni giovani promettenti ora in forza al vivaio della Farnese Vini, vale a dire il team dilettantistico Vini Fantini D'Angelo&Antenucci Kyklos ma non che vi fosse coinvolto il nostro attuale main sponsor. Era trapelato che la squadra sarebbe stata gestita da Rocco Menna, dipendente della Farnese Vini responsabile della squadra Under 23, da Stefano Giuliani e Alessandro Spezialetti, che i ragazzi avrebbero corso con bici De Rosa e che il principale sponsor coinvolto era Nippo. Non so se quanto riportato dalla stampa sia vero o meno, sinceramente in questi giorni non ho sentito Sciotti, ma vorrei chiedergli informazioni riguardo al suo coinvolgimento» ci spiega Citracca.


Pensando al futuro aggiunge: «Per quanto riguarda la nostra squadra stiamo lavorando per la prossima stagione, in cui avremo licenza Professional ma non Continental, abbiamo raggiunto alcuni accordi e stiamo lavorando per coinvolgere altri marchi. Sulle nostre maglie vedrete ancora scritto Vini Fantini? Sinceramente non lo so. A parole il signor Sciotti ci aveva promesso che avrebbe tentato di proseguire la sua sponsorizzazione, ma non ci ha mai dato una risposta ufficiale. A oggi non so cosa voglia fare, dopo queste rivelazioni ne so ancora meno». 

Copyright © TBW
COMMENTI
Caro Angelo.....
30 agosto 2013 12:12 limatore
non ti meritano!!!! lascia perdere. Magari si riprendono anche Di Luca come dirigente.

Basito?????
30 agosto 2013 12:23 Partanna
......tanti ci domandiamo , stupiti, di come si faccia ad essere basiti!!!!!
Ma scherzi o dici davvero? Dopo le sparate del tuo DS cosa ti aspettavi?????

Bè scusate , ma farei uguale
30 agosto 2013 13:48 venetacyclismo
Caro gruppo Citracca e Scinto, dopo quello che è successo durante la stagione in corso, sarebbe strano se accadesse il contrario, credo che non avete avuto il giusto riguardo per una sponsor dei pochi italiani ancora esistenti.
Sbagliando si impara .

La verità è che..
30 agosto 2013 18:29 teos
Le colpe vanno divise in eque parti, perché Santambrogio è stata una scommessa di Scinto mentre Di Luca era sotto "l'ala protettrice" di Sciotti. Mal comune mezzo gaudio, come dice il proverbio. Troppo facile per Sciotti voltare pagina e ricominciare con un'altra squadra: se ha anche un minimo di coscienza e di spirito di autocritica deve continuare il progetto iniziato con Scinto. Che tralaltro detto tra noi la stragrande maggioranza di ciclisti della Fantini erano abruzzesi quindi non si capisce questo fantomatico progetto-Abruzzo dietro il quale ci si vuol nascondere.. Piuttosto farebbe bene a dire che con Scinto e Citracca si è ai ferri corti e non si vuole avere più nulla a che fare. Sarebbe quantomeno più onesto nei confronti di tutti..

31 agosto 2013 10:49 ALE80
probabilmente di tutto l'accadauto anche e sopratutto il dott.Sciotti ne ha risentito,la sua passione e' notevole e quindi nn vuole macchiarsi di nuovo con collaboratori inguaiati.Se ,come riportano vari articoli,vuole partire con un progetto che prima di tutto abbia il fine di riportare credibilita' in questo sport,perche' no. e
...e 'aria malsana va aaambiata,se no si soffoca!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach