Passo San Pellegrino, il crocevia dei campioni

PROFESSIONISTI | 09/07/2013 | 09:07
Il Passo San Pellegrino si conferma la meta ideale per gli allenamenti dei campioni del grande ciclismo. In questi giorni infatti sarà facile incrociare il vincitore del Giro d’Italia 2013 Vincenzo Nibali (Astana) e Ivan Basso, assieme agli altri campioni della Cannondale Pro Cycling, entrambi al Passo per alcuni giorni di allenamento in altura.  Del resto si sa che al Passo San Pellegrino il ciclismo è di casa, qui tante volte è passato, e anche fatto tappa, la Corsa Rosa, senza dimenticare le altre cose, le granfondo e le gare amatoriali ma anche i numerosissimi turisti che vengono in questa località per pedalare in bici da corsa e anche in mountain bike.
“Nibali ha avuto modo di conoscere il Passo San Pellegrino e lavorare qui quando correva alla Liquigas” spiega Renzo Minella, responsabile marketing del Passo “sapere che la maglia rosa ha voluto tornare anche adesso che è all’Astana per noi è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Significa che qui da noi si è trovato bene perché ci sono le condizioni ideali per allenarsi in bicicletta unitamente a un’ospitalità di alto livello garantita dalle strutture ricettive. Servizi a disposizione dei campioni ma anche di tutti i turisti che qui possono vivere una vacanza attiva all’insegna dello sport e del relax.”
Vincenzo Nibali, scortato dai compagni Valerio Agnoli, Alessandro Vanotti, Fabio Aru, Tanel Kangert, Andrey Zeits e Dmitri Gruzdev, ha raggiunto il Passo giovedì 4 luglio e soggiornerà presso l’Hotel Cristallo fino al 20 luglio; in seguito  tornerà alle corse a fine mese al Tour de Pologne che quest’anno scatta con due tappe dal Trentino, la seconda delle quali domenica 28 luglio con arrivo proprio in Val di Fassa al Passo Pordoi.
Intanto al Passo San Pellegrino continua anche il lavoro del Team Cannondale Pro Cycling che ciclicamente durante l’estate viene al Passo, soggiornando all’ Hotel Flora Alpina, con i suoi corridori per delle sessioni di allenamento in altura in vista degli appuntamenti agonistici. Dal 9 al 23 luglio si alterneranno Ivan Basso, Federico Canuti, Damiano Caruso, Tiziano Dall’Antonia, Matthias Krizek, Nariyuki Masuda, Maciej Paterski, Daniele Ratto, Juraj Sagan, Cristiano Salerno, Elia Viviani e Cameron Wurf.
“Nel mese di giugno siamo stati qui con Peter Sagan e alcuni degli altri atleti che adesso sono al Tour de France” spiega il D.s Paolo Slongo, “ora invece siamo qui con il gruppo che prepara le corse di agosto e dal quale uscirà anche la squadra per il Tour de Pologne e la Vuelta Espana. Ci sono i corridori che hanno appena terminato il Tour of Austria tra i quali anche Ivan Basso. Come sempre qui al Passo troviamo le condizioni ideali per allenarci sfruttando i benefici dell’altura, dormendo oltre i 1800 metri e allenandoci durante il giorno con l’ampia varietà di percorsi che ci offre la zona”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
L’UCI fa il punto sulle corse annullate e sui programmi di ogni specialità alla luce della crisi pandemica. Ecco la situzione aggiornata: Mountain bikeLe manche della Coppa del Mondo di Mountain Bike UCI Mercedes-Benz 2020 di Lenzerheide (Svizzera) e Les Gets...


Il primo colpo di pedale sarà dato domani mercoledì 8 luglio alle ore 18 presso Opendream in Via Noalese, 94 a Treviso, alla presenza delle maggiori autorità locali. Un progetto ambizioso, che darà vita ad un nuovo concetto di benessere...


Sono i giorni più delicati per Alex Zanardi, che ieri, per la terza volta in 20 giorni, è stato sottoposto a un intervento chirurgico per la ricostruzione del volto dopo l'incidente occorsogli il 19 giugno, lungo la strada provinciale 146,...


La classica più antica, disputata per la prima volta nel 1876, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte in programma mercoledì 5 agosto, torna al passato anticipando di qualche giorno la Milano-Sanremo. Corsa nelle...


Torna il Cipo pensiero. Oggi il campione toscano presenta la sua riflessione sull'importanza delle cultura ciclistica. "Un patrimonio da valorizzare - sostiene Cipo - sulla spinta di FCI e Ministero dell'Istruzione".   


In Italia è necessario un cambiamento culturale, chi si occupa di mobilità sostenibile lo ripete da tempo. Lo ha ricordato lunedì sera anche l’architetto Matteo Dondè – esperto di mobilità ciclistica, sicurezza stradale e riqualificazione dello spazio pubblico – in...


Jovanotti è da sempre un grande fan di Zagor. Da questa sua passione nasce un’amicizia con Sergio Bonelli Editore che, dopo aver prodotto nella primavera del 2018 un albo speciale per celebrare Lorenzo e lo Spirito con la Scure, prosegue...


Stasera si sarebbe dovuto correre il trofeo Città di Brescia by Guizzi Memorial Fiori, appuntamento clou della stagione ciclistica dei dilettanti nella nostra provincia che ha valicato il traguardo del mezzo secolo di vita. Una occasione mondana per appassionati e...


Italiani e francesi: il binomio è spesso associato a rivalità storiche oltre che sportive. Questa storia, tuttavia, ci racconta un punto di vista diverso. Da inizio anno infatti, per la prima volta nella sua storia, il marchio italiano Ursus è...


Tornano i soliti problemi legati alla sicurezza stradale. Purtroppo non si può mai stare tranquilli perchè l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Spiacevole disavventura quella che è successa a Linus in bicicletta. Il popolare direttore di Radio Deejay è finito sul...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155