CANCELLARA. «Pronto a ripartire più forte di prima»

| 17/12/2012 | 11:08
“Il Giro delle Fiandre è una corsa molto dura. L’anno scorso non ho potuto constatare sino alla fine la durezza del tracciato. Sono molto curioso di scoprirlo il prossimo anno. Voglio giocarmi le mie carta e già questo pensiero mi fa andare molto forte”. Sono le parole di Fabian Cancellara, intervistato dai microfoni di Radio Manà Manà Sport. In questi giorni il campione svizzero è in raduno alle Canarie, dove “Stiamo facendo tutto ciò che serve per la prossima stagione: visite, bici ed allenamenti”.

Tracciando un bilancio del 2012, Cancellara ha affermato che è stato un anno difficile: “Ho avuto la caduta del Giro delle Fiandre. Poi ho ripreso per arrivare competitivo al Tour ed Olimpiadi. La nascita di mio figlio. Sono tante cose successe in positivo e negativo, per cui, un anno intenso, ricco di avvenimenti”.

La sfortuna che ha caratterizzato il suo 2012, però, deve essere lasciata alle spalle: “Sono sicuro di tornare più forte nel 2013. In questi mesi ho visto e sentito molte cose negative, ma anche molte cose positive e sono proprio quest’ultime a darmi il morale per farmi andar forte”.

Riguardo le voci di mercato che lo avrebbero visto lontano dalla Radioshack, Cancellara ha risposto che non c’è stato nulla di vero: “Sappiamo tutti che nel ciclismo ci sono tante voci che girano. Attorno alla squadra ci sono stati tanti “casini”, anche sul mio nome. Nei mesi di agosto, settembre ed ottobre ho preferito defilarmi e non dare seguite alle voci circolate. Adesso la squadra ha una nuova direzione tecnica e sono sicuro che potremmo far bene. Io le la squadra siamo sulla stessa strada: entrambi vogliamo vincere. Le stesse cose le vuole Luca Guercilena; questo è molto importante. Mi è dispiaciuto molto perdere un uomo importante come Bennati, ma questo è il nostro lavoro e ogni anno c’è qualcosa di diverso, però con Devolder e Hondo ci siamo rafforzati: con loro abbiamo due ottime carte da poterci giocare”.

Infine, Cancellara ha commentato il cambiamento di date della Strade Bianche e della Milano-Sanremo: “I cambiamenti fanno sempre bene, io non ho problemi, solo che adesso i cambiamenti sono stati tantissimi. lo spostamento della Strade Bianche, la nuova edizione del Giro del Lazio. Poi la Tirreno-Adriatico finisce il martedì e sino a domenica c’è molto riposo prima della Sanremo. E questo non è il massimo. Si potrebbe spostare di qualche giorno la conclusione della Tirreno ed accorciare i tempi tra una gara e l’altra. Io sono un corridore, corro in bici, ma la mia opinione posso sempre averla. Nei social media come Twitter ognuno può esprimere la propria opinione: a me piace aiutare, faccio sempre il massimo per questo sport”. Scherzosamente ha anche dichiarato: “Poi se vinco io la Sanremo, o si corra di sabato o di domenica, per me ha poca importanza. Quando si vince va bene tutto”.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Brindano Jan Tratnik e la sua Visma – Lease a Bike all'Omloop het Nieuwsblad, la prima Classica belga dell’anno dominata dal team olandese sul traguardo di Ninove. Tratnik  in Belgio ha conquistato la vittoria più importante della sua carriera, andando...


Prima classica della stagione e subito le grandi del gruppo a darsi battaglia e a regalare spettacolo: basta leggere l'ordne d'arrivo della Omloop Het Nieuwsblad per capirlo... Primo posto per Marianne Vos, secondo per Lotte Kopecky, terzo per Elisa Longo...


Tutto come un anno fa: Jonas Vingegaard si esalta sulle strade della Galizia e vince anche la terza tappa del Gran Camino, staccando tutti gli avversari e mettendo il sigillo sulla seconda vittoria consecutiva nella corsa iberica. Sul traguardo della...


Christian Prudhomme è stato l'ospite d'onore della 37a edizione della Firenze-Empoli, la classica di apertura della stagione dilettantistica che ha dato idealmente il via al lungo cammino agonistico che porterà all'evento più atteso, la partenza del Tour de France da...


Gioventù al potere nell'edizione 2024 della Faun Ardèche Classic. Juan Ayuso, talento classe 2002 della UAE Team Emirates, ha sprintato davanti a Romain Grégoire, 21enne francese della Groupama - FDJ, e a Mattias Skjelmose, 23enne, in maglia Lidl Trek andando così a conquistare la quinta vittoria...


Bryan Olivo firma la 100sima Coppa San Geo-54sima Trofeo Caduti Soprazocco gara di apertura del calendario italiano degli Elite e Under 23. L'atleta del Cycling Team Friuli allo sprint ha regolato il giovane bresciano Davide Donati, un primo anno della...


Due brillanti protagonisti nella 37^ Firenze-Empoli nati lo stesso giorno, il 3 dicembre 2004. Il vincitore della gara, il friulano di Udine Alessio Menghini della General Store autore di una volata splendida che gli ha permesso di mettere dietro la...


La Israel Premier Tech fa festa nella settima e penultima tappa del Tour du Rwanda: Itamar Einhorn fa bis nella Rukomo – Kayonza (158 km) dopo il successo di lunedì a Kibeho, mentre il compagno di squadra Joseph Blackmore mantiene...


È l’uomo in verde, il re dei velocisti all’UAE Tour 2024 e Tim Merlier lo ha dimostrato anche oggi calando il tris e vincendo la sesta tappa della competizione al termine di 138 di gara. Il belga ha firmato la...


Il Team Visma | Lease a Bike ci ha provato in tutti i modi e, alla fine, a vincere la Omloop Het Nieuwsblad 2024 è stato il corridore che più era rimasto passivo, Jan Tratnik. Lo sloveno ha battuto in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi