DONNE. Fabretto: «Giro d'Italia? Adesso arrangiatevi»

| 07/12/2012 | 09:32
Giro Donne a rischio chiusura. Sara Brambilla, portavoce della società Epinike che ha promosso le ultime 3 edizioni, ha dichiarato di non volerne organizzare una quarta: troppo poca visibilità, troppo difficile fare ciclismo rosa in Italia. Malgrado esistano già le date (dal 28 giugno al 7 luglio), se alle porte della Federciclo non busserà un salvatore, inesorabilmente il Giro Donne non si disputerà. Ma cosa ne pensano alla Pasta Zara Cogeas (le altre formazioni trevigiane sono Top Girls Fassa Bortolo e Chirio Forno d'Asolo)? Hanno deciso di emigrare: globalizzazione e nuove frontiere. «Siamo stati noi, grazie a Diadora e Pasta Zara, a salvare il Giro negli ultimi 5 anni, organizzando peraltro 5 tappe» sbotta Maurizio Fabretto, presidente Pasta Zara Cogeas. «Ed è arrivato il momento di dire basta. Avevo già promesso che il 2012 sarebbe stato il nostro ultimo anno, non può toccare sempre a noi. Con Furio Bragagnolo, abbiamo deciso di investire nei mercati in cui possiamo avere migliori ritorni di immagine. Cioè in America. La Federazione non ci è mai stata vicina, per non parlare dei gruppi sportivi militari che dettano egge (si riferisce all'ex atleta Bronzini della Forestale, ndr). Spero che qualcuno si faccia avanti, noi abbiamo fatto di tutto e di più negli ultimi 15 anni». Fabretto chiude con il ciclismo italiano: «Nel 2013 gareggeremo in Europa e soprattutto negli Stati Uniti, in Centro America e in America Latina. Lì c'è una tradizione diversa. Pasta Zara sarà lo sponsor della maglia di leader della Vuelta El Salvador, ma c'è una analoga trattativa anche per il Giro di Costa Rica».

da La Tribuna di Treviso
Copyright © TBW
COMMENTI
che dire......
7 dicembre 2012 10:26 geom54
come vedasi in altre occasioni gli imprenditori, da questa ITALIA, così clientelare e vessatoria oltre ogni limite, fanno fagotto per altri sicuri posti dove sono di norma e per legge rispettati ed incoraggiati.

CHE DIRE
7 dicembre 2012 19:29 sergio1958
Condivido pienamente con Fabretto poi un giorno ci sara da capire come fanno le atlete dei corpi militari (doppio tesseramento doppio stipendio?)a magari rimborso spese

grande
7 dicembre 2012 20:22 paree
.....Fabrizio finalmente hai capito che in Italia il ciclismo femminile rende molto poco....

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
na maglia importante in una prestigiosa vetrina internazionale per Under 23. Il Team Biesse Carrera brilla al Giro della Val d'Aosta, terminato oggi e dove il toscano Tommaso Dati (classe 2002) si è aggiudicato la classifica finale dei Traguardi volanti,...


Si è concluso oggi a Selve di Teolo, nel Padovano, il Giro del Veneto categoria juniores. La frazione conclusiva è stata conquistata allo sprint dall'azzurro Alessio Magagnotti, della Autozai Contri, che ha regolato Riccardo Fabbro (Industrial Forniture Moro C&G Capital)...


Un brindisi al Muro, che l’ha accolto trionfalmente il 25 maggio, nella penultima tappa dell’edizione numero 107 del Giro d’Italia. E, soprattutto, un brindisi a lui, che ha scelto Ca’ del Poggio per festeggiare – ieri, sabato 20 luglio -...


L’imbattibile Tadej Pogacar in fondo alla classifica di una corsa? Sembrerebbe impossibile, eppure c’è stato un tempo in cui le prendeva... e come se le prendeva. Una cosa che sembrerebbe incredibile, soprattutto oggi che si appresta a vincere il suo...


Un Tour storico come quello del 2024 si chiude con un'altra pagina di storia: per la prima volta in 111 edizioni, infatti, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi. La capitale, che da giovedì ha cominciato ad accogliere gli...


Raffica di statistiche sulla ventesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 6+5: POGACAR INFRANGE UNA NUOVA BARRIERA Con una 5a vittoria di tappa al Tour de France, dopo averne vinte 6 al Giro...


Una normale giornata di allenamento in quota - la Soudal Quick Step è in ritiro al Passo San Pellegrino con Julian Alaphilippe, Ayco Bastiaens, Gil Gelders, Antoine Huby, William Junior Lecerf, Paul Magnier, Tim Merlier, Pepijn Reinderink, Pieter Serry, Martin...


Ancora un piazzamento per Jonas Vingegaard, che ieri nella tappa numero 20 da Nizza al Col de la Couillole è arrivato secondo alle spalle di Tadej Pogacar. Il danese non ha vinto questo Tour, ma ha lottato in ogni modo...


Il Tour del 1903? “Quella prima frazione durò circa 18 ore. E dopo averla vinta, Garin si saziò con due polli, quattro bistecche, una frittata con 12 uova e 12 banane”, “Nella seconda tappa verso Marsiglia, alla stazione di Montélimar...


Primo successo in stagione per Simone Gardani. Il parmense del Team F.lli Giorgi si è imposto a Osio Sotto (Bg) nella gara per juniores valida come Gran Premio Map-Memorial Giacomo e Carlo Sciola. Gardani ha preceduto Cristian Cornali (Romanese), che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi